Fedagri: vola export vino made in Italy in Usa

imgres

Il vino si conferma il vero cavallo di battaglia all’estero del made in Italy agroalimentare. E gli Stati Uniti il primo mercato internazionale di riferimento, sia in valore che in quantità, con una quota pari a circa il 30% del vino complessivamente importato. È quanto sostiene Fedagri-Confcooperative secondo cui gli States si attesteranno anche quest’anno come primo partner commerciale del nostro paese avanti a Francia e Australia.

Per promuovere i vini italiani nel mercato “a stelle e strisce” è partita oggi “Glass of Italy”, una missione alla quale partecipa una delegazione di imprenditori italiani delle cooperative Caviro, Cantina Terre de Trinci e Cantina di Villa di Tirano aderenti a Fedagri-Confcooperative, che per quattro giorni, dal 20 al 24 giugno, saranno impegnati in una serie di eventi di degustazione di vino italiano tra New York e Baltimora.

“Se il 2010 sembra aver segnato in modo chiaro e definitivo la ripresa dei consumi di vino negli Stati Uniti dopo due anni di crisi – commenta Antonello Ciambriello di Fedagri-Confcooperative che ha preso parte alla delegazione – i dati ISTAT per il primo trimestre 2011, confermano questo trend positivo, con le importazioni di vino italiano che superano quota 69 milioni di litri (+23,7% rispetto al primo trimestre 2010) per un valore di circa 217 milioni di euro (+25,6%) di cui 194 milioni di euro derivanti dai vini imbottigliati (+24,2%), 19 milioni di euro da vini spumanti (+42%) e 3,5 milioni di euro da vini sfusi (+28,7%)”. Nello stesso periodo, l’export di vino italiano è cresciuto in tutti i Paesi del mondo, con un incremento del +14,7% in volume superando quota 5,26 milioni di ettolitri e del +13,7% in valore, per un fatturato prossimo a 927 milioni di euro.

Eccellenzeitaliane.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *