Energethica 2011, best practices a confronto

torino_2011.gif

Sarà James Barber, padre della fotosintesi artificiale, a inaugurare Energethica 2011, mostra convegno su fonti rinnovabili e sostenibilità, che si svolgerà al Lingotto di Torino dal 7 al 9 aprile. Obiettivo della giornata sarà quello di creare un network tra il settore dell’Industria, le Istituzioni e la Ricerca per attivare un confronto costruttivo, sviluppare sinergie e nuove opportunità di crescita multisettoriale.


Ormai giunta alla sesta edizione, la manifestazione porterà nello stesso contenitore tutte le dimensioni della green economy, mobilità, casa attiva e sostenibile, telegestione e bioenergia. Su 12mila mq, oltre 300 espositori, un’area demo in cui si utilizzano materiali eco-compatibili, l’isola delle idee per informarsi su prodotti, consumi e modelli di comportamento sostenibili e uno spazio didattico per scolaresche gestito dal Museo “A come Ambiente”.

Energethica 2011 punta ad offrire una piattaforma di scambio sempre più accurata e mirata a visitatori, amministratori pubblici e aziende espositrici: ogni territorio ospiterà dunque un evento focalizzato sulle proprie esigenze e specificità, per fornire risposte locali a domande e necessità globali, portando alla ribalta le proprie best practices.

Tra le novità nella fiera di quest’anno, pannelli fotovoltaici di terza generazione, capaci di ridurre i costi di produzione e migliorare l’accessibilità economica delle rinnovabili, ascensori che consumano la stessa energia di un frullatore, sistemi per trasformare un diesel in un motore bifuel, modelli abitativi che fanno evolvere il concetto architettonico di “casa passiva” (costruita con materiali che garantiscono efficienza energetica) in quello di “casa attiva”, che genera più energia di quella che consuma, giocattoli a energia solare.
Inoltre, le nuove tecnologie e le idee in ambito green generano importanti opportunità di crescita economica distribuita; potenziali occasioni di business, dialogo e ricerca su temi di grande attualità.
”E’ il momento giusto per proporre il risparmio di energia come prima fonte energetica e per rivendicare il ruolo delle rinnovabili nella produzione – ha spiegato Edgar Maeder, presidente Circuito Energethica – si fa largo finalmente l’idea che lo sviluppo durevole delle nostre società debba essere animato da un’energia intelligente e sostenibile”.

Eccellenzeitaliane.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *