Questa attività non fa parte del network EccellenzeItaliane
Sei il proprietario? Richiedi l'ID anticontraffazione!
Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
  VIVA S.R.L. VIA GIOLITTI GIOVANNI 9
00185 ROMA (RM)
0647823646
Recommend an Excellence Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Report
Foto
agribusiness Riso Di Sibari
Foto
agribusiness Pan' e Muzzarell'
“ Pan ‘ e Muzzarell’ “ coniuga la cultura gastronomica partenopea alla qualità dei prodotti regionali tipici . Inoltre , garantisce la sostanza della freschezza Giornaliera riguardante la vasta gamma di salumi e formaggi che vengono accuratamente le selezionati e proposti , Instaurando così un rapporto di fiducia tra chi è dietro al banco e chi vi è di fronte.

Prodotti genuini di alta qualità. Pan è Muzzarell' propone brand stellati,  premiati dai migliori organi di controllo alimentare.


O'Pan

Da noi troverete una vasta gamma di tipologie di pane e panini, fragranti e gustosi, prodotti con farine di qualità.
Quelli che più rappresentano la napoletaneità a tavola sono:

IL PANE CAFONE, (o casereccio) fatto con lievito naturale, in grosse pezzature, caratterizzate da abbondante mollica, molto profumata ed alveolata, crosta bruna e croccante. Ha la forma di una “mezza luna”. Il gusto inconfondibile è dato dal metodo di cottura:in forno a legna,alimentato con gusci di nocciola, conferendo aromi e gusto unico, al primo morso. E' un pane di antica tradizione e, per questo, catalogato tra i Prodotti Agroalimentari Tradizionali Italiani.

I FARCITI (ai friarielli, alle olive, alle noci ed ai peperoni) sono una chicca della nostra vetrina. Invitanti e dall'impasto ricco, appunto”farcito”, sono un' appetitosa alternativa per chi ricerca quel qualcosa in più al pane tradizionale. Ottimi da mangiare da soli, o in veste di MARENN'. Sono squisiti.

IL PANE DI MONTEVERGINE (Avellino): è un pane dalla lievitazione naturale a partire dal”criscito”, la pezzatura nei caratteristici ”palatino”, che superano abbondantemente il chilo, e si presentano alti, dalla crosta bruna, disomogenea, saporita. Grazie all'umidità della pasta, può durare di tre giorni. La mollica ha alveolatura abbondante e grosse bolle sotto la crosta, ed è di colore ecrù, in quanto la farina usata è molto grezza. E'un pane veramente gustoso.


A'Muzzarell'

Sappiamo tutti che la mozzarella è' un latticino con una base di formaggio fresco a pasta filata preparato, soprattutto in Campania, con il latte di bufala. Quella di qualità è bianca e lucente. La Mozzarella di bufala campana è l’unica in Italia a potersi fregiare del prestigioso marchio europeo Dop,  Denominazione di Origine Protetta. È un’eccellenza nazionale. E tra i tanti caseifici, noi di Pan' E Muzzarell', abbiamo attenzionato i migliori, da proporre ai nostri clienti:

BARLOTTI (Paestum-Salerno): diventato il simbolo della mozzarella, ed ha come clienti i più conosciuti chef, ed è sicuramente una delle migliori mozzarelle di bufale campane. E' delicata, leggermente dolce, con aroma di latte.

PONTE A MARE (Caserta): altra mozzarella eccellente. Si presenta perlacea e con una crosta sottilissima,che racchiude la pasta interna.
Vanta riconoscimenti da parte di GAMBERO ROSSO, principale guida dell'arte culinaria. La mozzarella di bufala Ponte a Mare ha un sapore unico, ed un retrogusto dolciastro dovuto alla filatura.

NONNA ROSA (Aversa): è uno dei principali caseifici di tutto l'agro aversano. L'azienda è da anni che lavora e che s'impegna a mentenere alto l'onore della mozzarella di bufala. E'delicata, leggera e piacevole.

Foto
farms Cantine Collesole

Al centro dell’Umbria, a circa 600 metri sul livello del mare, proprio lungo il corso della Strada del Sagrantino, sorge l’Azienda Collesole. Centoquaranta ettari di terreno collinare, coltivato ad uliveti e vigneti. Una terra baciata dalla natura, dalla storia, dal sole.
Quel sole che, insieme all’amore e alla competenze di chi lavora la terra, permette di ottenere prodotti naturali di altissima qualità.
Nasce così, dal sogno e dalla passione del proprietario, Utrio Lanfaloni, una selezione di vigneti ed una linea di vini esclusivi che rappresentano l’eccellenza del nostro territorio.


Un eccellenza riconosciuta e premiata nel 2014 al Wine Food Festival di New York, che ha eletto l’edizione limitata “Montefalco Sagrantino Collesole” migliore vino invecchiato tra le 80 etichette in gara.

Un riconoscimento importante alla qualità di un intero territorio e del suo sistema produttivo. Un successo legato a tutto ciò che la tradizione umbra rappresenta. Valori che Cantina Collesole sente propri, così come il legame – inscindibile – con la ricchezza storico artistica di questa terra dai mille volti. La storia, la poesia e l’arte…

Foto
farms Agricola Tre Viae

Olio extravergine di oliva. Produzione propria. Vendita al dettaglio e all'ingrosso.

Foto
agribusiness Salsamenteria Sarracino Fausto

Azienda specializzata in salumi e formaggi

Foto
Food & Wine Donato Il Macellaio - Bistrot Delle Carni

Specialisti della carne e di prodotti di alta gastronomia

Foto
butchers La Bottega Del Futuro Grazie ad una certosina attenzione e al rispetto per gli insegnamenti della tradizione garantiamo prodotti di alto livello, ricchi di gusto e di sicura qualità!
Foto
farms Fattoria Muccio - Alleviamo e Produciamo - Dal 1977

Gusto,genuinità e passione dal produttore al consumatore.I sapori della tradizione culinaria di Castelpoto: il vero segreto della nostra Salsiccia Rossa

Foto
agribusiness Cicchetto Bottega

Dicono di noi:

"Il cicchetto è senz'altro un locale molto innovativo. Una carta dei vini e degli alcolici rifornita e con qualità. Piatti da stuzzicare simpatici e non impegnativi che donano all uscita una convivialità di altri tempi. Locale ricavato da una vecchia macelleria equina di cui sono rimasti ancora alcuni segno..Un gusto nell'arredo che fa sentire a casa e una selezione musicale..."

"Il Cicchetto è un piccolo angolo dove rilassarsi con gli amici o da soli, il proprietario vi farà sentire sempre a vostro agio. Sono stata sia per pranzo che per l'aperitivo, cibo ottimo e fantastici drink. La scelta delle materie prime è molto curata e si percepisce! Piatti adatti anche ai vegetariani! Tutto fantastico!"

"Bel locale in stile retrò , personale gentile e scelta del bere vasta. Ottima scelta di stuzzichini e cibo in linea con il bere offerto."

"Abbiamo visitato il Cicchetto a tarda ora, solo per vedere il locale e provare un bicchiere di vino. Il posto è molto caratteristico, anche se molto piccolo. Da riprovare magari per un pasto."

"Siamo stati a cena il mio compagno ed io in questo locale nella bella piazzetta di Carpi e ci siamo trovati molto bene. Ambiente piccolo,circa 6 tavoli,adatto forse più per un aperitivo che per la cena. Oltre ai taglieri ha altri piatti di carne pesce e verdure,noi abbiamo preso 2 taglieri,acciughe e pomodorini e caponatina,tt buono. Per finire dolce e..."

"Locale davvero ben arredato in stile vintage ricavato da un ex macelleria. Buona scelta di vini, di ottima qualità così come i taglieri di salume e di formaggi, serviti freschissimi con marmellate artigianali e pane caldo. Luogo accogliente e barista simpatico che mi porteranno sicuramente a farci di nuovo in giro quando sono a Carpi."

"In piazzetta garibaldi si trova questa piccola osteria che è arredata divinamente, l'oste é giovane e cordiale, buona la selezione di vini!mancava sulla piaza di Carpi un localino di questo genere... Lo consiglio per un aperitivo e soprattutto per un dopo cena!!!!"

"Un angolo newyorkese in un contesto borghese, piccolino, intimo, una coccola di locale...ottimi vini e fantastici taglieri. Bravi !!!"

2Domenica assolata, piazza semivuota, ci sediamo sotto il porticato di questo elegante localino vintage dai tavoli in legno. Musica francese in sottofondo. Taglieri di buona qualità, peccato servano solo pane come accompagnamento. Consiglio più che altro per il contesto, molto rilassante e "old style"."

"Abbiamo ordinato due taglieri misti, e dopo un po' ce li porta al tavolo senza pane. Chiediamo, e il cameriere ci dice che si era dimenticato. Alla fine ci porta un po' di piadina secca e sottilissima, modello discount. Ne chiediamo ancora, per finire il tagliere, ma aspetta aspetta e nulla arriva. Fermiamo la cameriera, e alla fine la pseudo..."

Foto
agribusiness Acquerello ACQUERELLO, IL RISO




'più buono, più ricco, più sano'
Foto
farms Cascina Burattana

CASCINA BURATTANA
LA SEMPLICE VITA DELLA CAMPAGNA, QUELLA VERA: SANA, BIOLOGICA E BIODINAMICA
VENITE A SCOPRIRE I NOSTRI PRODOTTI NEL PUNTO VENDITA IN :
VIA BURATTANA 18,BUSTO ARSIZIO

Foto
farms Societa Agricola Siddura Srl

Dalla Sardegna la storia di Siddùra, otto vini per raccontare un'isola


Dalla fusione tra l'esperienza di un industriale tedesco e la profonda conoscenza del territorio e del mercato di un imprenditore sardo, è nata l’azienda vinicola Siddùra, che fin da subito ha dimostrato di voler fare sul serio proponendo sul mercato una linea con otto vini di altissima qualità. La tenuta è immersa in una valle circondata dal granito, protetta dai forti venti di maestrale e accarezzata dalla brezza marina. La cantina è nata intorno al suo fulcro: un edificio modello anfiteatro che sfrutta le potenzialità geotermiche.


Siddùra, Sardegna in Purezza – Vini nobili e generosi per natura –

Lo slogan dell’azienda, “Sardegna in purezza“ rappresenta la filosofia imprenditoriale dell’azienda che ama combinare tradizione e innovazione. Un matrimonio felice che genera vini di alta qualità, ricchi di fascino.


Alcune curiosità…

Siddùra investe molto nella comunicazione: è tra prime cantine social a livello internazionale: il pubblico viene raggiunto attraverso numerosi canali, tradizionali e 2.0


La rivoluzione: vini bianchi che vengono lavorati come se fossero rossi

Siddùra ha fatto proprio un concetto rivoluzionario: creare un Vermentino longevo che migliora dopo un anno di invecchiamento. In sostanza l'azienda applica ai vini bianchi lo stesso tipo di lavorazione che subiscono i rossi.


La coltivazione tradizionale con metodi innovativi

Siddùra ha creato dei sistemi che incidono sulla qualità del prodotto e investito in un sistema di irrigazione innovativo, ideato in Israele, che consente di dare alle piante l’acqua di cui esse necessitano. Il controllo avviene attraverso una rete di sondine collegate ad un cervellone.

Dalla fusione tra l'esperienza di un industriale tedesco e la profonda conoscenza del territorio e del mercato di Massimo Ruggero, amministratore delegato sardo, è nata l’azienda vinicola Siddùra, che fin dai primi anni ha dimostrato di voler fare sul serio proponendo sul mercato una linea con sette vini di altissima qualità, ai quali successivamente si è aggiunto il passito, moscato giallo, Nùali. Il valore aggiunto, riconosciuto dai proprietari, è il “terroir”. La tenuta è immersa in una valle circondata dal granito, protetta dai forti venti di maestrale e accarezzata dalla brezza marina. Il connubio tra i fattori climatici e la specificità del terreno a disfacimento granitico conferiscono ai vini una mineralità particolare che, già negli anni ’70, era nota agli anziani proprietari terrieri. La cantina è nata intorno al suo fulcro: un edificio modello anfiteatro, completamente interrato, che sfrutta le potenzialità geotermiche del luogo e vanta un innovativo sistema di controllo per la fermentazione dei singoli serbatoi. Oggi, con le opere di ammodernamento, realizzate senza modificare il microclima, la tenuta si estende per duecento ettari. I vigneti, concentrati in circa quaranta ettari, sono suddivisi in base al tipo di vino che si è deciso di produrre.

Lo slogan dell’azienda, “Sardegna in purezza”, considerato dai proprietari come un sigillo di garanzia, rappresenta la filosofia imprenditoriale che ritorna spesso nei racconti e nelle foto di Siddùra: dalla conservazione del vecchio stazzo, oggi impiegato per accogliere arte e ospiti, alla cantina interrata costruita riutilizzando le stesse pietre emerse durante lo scavo, alla purezza dei vini autoctoni prodotti nella valle e nei terreni che Siddùra detiene in altre zone della Sardegna. Per l’amministratore delegato, Massimo Ruggero, l’obiettivo dell’azienda è quello di conquistare il mercato attraverso un lavoro di qualità. “Il mercato – sottolinea Ruggero - riconosce l’eccellenza e la premia”. A proposito di premi, i vini targati con la S maiuscola, in cinque anni, hanno conquistato oltre 200 medaglie nei più autorevoli concorsi enologici nazionali e internazionali.

Negli ultimi anni i vini della cantina gallurese hanno vinto il primo premio, e quindi la medaglia d'oro, al Decanter World Wine Award, al Mundus Vini, al Berliner Wein Trophy, al 5StarWines – Vinitaly e i Tre Bicchieri del Gambero Rosso e sono stati recensiti dalla Bibbia mondiale del vino, il sito e la rivista targate Wine Advocate – Robert Parker. La cantina ha iniziato a volgere lo sguardo all’orizzonte aprendosi ai nuovi e affascinanti mercati esteri, che iniziano a mostrare curiosità e interesse nei confronti del marchio Siddùra.


La storia

Siddùra nasce nel 2008 dalla scoperta fatta da due imprenditori che individuarono e si innamorarono di una proprietà abbandonata, ma incantevole, nel cuore della Gallura.

La cantina

La cantina, al centro della tenuta, è perfettamente interrata al fine di sfruttare la coibentazione naturale data dal suolo. Qui si svolge l’intera filiera produttiva, dall’uva alla bottiglia, privilegiando le fermentazioni spontanee e utilizzando i più diversi tipi di contenitori: dai serbatoi in acciaio alle botti. I terreni delle vigne di Siddura sono un misto di granito, sabbia e argilla. Sono terreni sciolti, spesso aridi, ideali per la viticoltura.

L’obiettivo

L’obiettivo dell’azienda è quello di produrre vini che si identifichino con il terroir dal quale provengono. Questa considerazione influenza tutti gli aspetti della produzione: raccolti limitati per garantire la massima qualità, vendemmia selettiva a mano, micro vinificazione e invecchiamento nelle migliori botti di quercia costruite in Francia.

La rivoluzione: vini bianchi che vengono lavorati come se fossero rossi

A proposito di innovazione, Siddùra ha fatto proprio un concetto rivoluzionario: creare un Vermentino longevo che migliora dopo un anno di invecchiamento. In sostanza l'azienda applica ai vini bianchi lo stesso tipo di lavorazione che subiscono i rossi.

La coltivazione tradizionale con metodi innovativi

L’azienda ha messo a punto tecniche all’avanguardia per affrontare alcune delle emergenze comuni alla agricoltura sarda. Siccità, erosione del terreno e zone impervie incidono sempre di più sulla capacità produttiva delle campagne. Siddùra ha creato dei sistemi che incidono sulla qualità del prodotto e investito in un sistema di irrigazione innovativo che consente di dare alle piante esattamente l’acqua di cui esse necessitano.


I vini

1) SPÈRA

Vermentino di Gallura DOCG in purezza, 14° circa. Lavorazione solo in acciaio, minimalista, immediato, profumi, sapori, sapido minerale come il territorio disfacimento granitico. Ideale come aperitivo molto apprezzato dal pubblico femminile (ideale con crudi di mare, formaggio, pasta fresca). La sua acidità esalta la freschezza di questo prodotto accentuando la richiesta del secondo sorso. Medaglia di platino al Decanter.

2) MAÌA

Un Vermentino di Gallura proveniente da un altro squadro della nostra vigna, sempre in purezza DOCG. Più persistente del primo, ha vinto i Tre Bicchieri del Gambero Rosso e la medaglia d’oro al Decanter. E’ un tutto pasto. La caratteristica di questo vermentino è la nota aggrumata e l’acidità.

3) BERÙ

Lavorazione estrema, vinificazione alla francese, di Vermentino. Nove mesi di affinamento in barriques, molto persistente senza denaturare la sua personalità, ideale come vino da meditazione in aperitivo oppure con carni bianche e rosse e pesce. Il suo carattere non gli fa perdere la sua identità neanche davanti a gusti più intensi.

4) ÈREMA

È un bellissimo matrimonio uve rosse sarde che, vinificate in fermentazione lunga, esprimono tutti i profumi e l’eleganza di un vino bivalente (giovane fresco o serio e persistente a lungo tempo). Ideale come aperitivo, tutto pasto con formaggi e carni (qualcuno lo apprezza anche con il pesce).

5) BÀCCO

Cagnulari in purezza, vitigno storico della Sardegna ultimamente riscoperto dai grandi enologi internazionali . Un vitigno particolare che conferma il suo legame al territorio riportando i profumi che si abbinano grazie alla sua nota erbacea e speziata con cibi come selvaggina, formaggi stagionati e carni in salsa.

6) FÒLA

Espressione massima del territorio sardo. Cannonau in purezza DOC . Una fermentazione lunga sulle bucce e una pressatura soffice danno origine a questo vino che viene affinato in botti per 7 mesi rendendolo molto elegante, aristocratico e ingentilendo al meglio i suoi tannini che in altro occasione potrebbero risultare ruvidi e aggressivi. Emerge al naso in maniera evidente la sua nota di frutta maturo, e l’evaporazione alcolica integrata col frutto nascondono al meglio i suoi 14%, rendendolo molto equilibrato. Abbinamento: funghi, carni arrosto e salumi in genere.

7) TÌROS

E il super Tuscan sardo, una base di Sangiovese e Cabernet sauvignon come i grandi vini della Toscana. Ripetutamente premiato in diverse competizioni internazionali come Mundus Vini, evidenzia un taglio internazionale con dei vitigni allevati in Sardegna. Un vino molto morbido, equilibrato, con una persistenza lunga, permettono a questo vino di spaziare su tutte le pietanze (qualcuno osa anche con il dolce visto il suo retrogusto vanigliato).

8) NÙALI

Moscato di Sardegna DOC Passito. Moscato al 100%. Le uve vengono lasciate appassire su pianta per poi essere raccolte manualmente una volta raggiunta la giusta epoca di maturazione. Un vide da fine pasto, per accompagnare dessert o formaggi di media stagionatura. Vellutato e avvolgente. Di grande freschezza.

9) NUDO

Frutto di anni di ricerca e di sperimentazioni, un Cannonau rosé dai profumi inebrianti e dal colore accattivante che ne invoglia la bevuta. Un nuovo packaging atto ad esaltare l’estetica della bottiglia e del vino che mai si era visto prima in Siddùra. Perfetto connubio tra tradizione e innovazione in campo viticolo ed enologico, dove si mettono in atto tutta l’esperienza e le strategie per esaltare i profumi prima nell’uva e quindi nel vino, regalando un prodotto giovane e fresco da assaggiare fin da subito.