Questa attività non fa parte del network EccellenzeItaliane
Sei il proprietario? Richiedi l'ID anticontraffazione!
Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
  VITIELLO ANTONELLA LOCALITA' ISOLA ROSSA
07038 TRINITA' D'AGULTU E VIGNOLA (SS)
079694065
Recommend an Excellence Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Report
Foto
dining Restaurant Carlucci Rosemont Carlucci Rosemont is one of Chicago's most celebrated Italian Restaurants!
Foto
restaurants Trattoria Da Ginone

Firenze - Antica Trattoria “da Ginone” dal 1949


In questo angolo della Firenze d’Oltrarno, vecchio cuore pulsante di Firenze, una storica trattoria fondata nel 1949 dal grande “Ginone”, personaggio storico del quartiere di S.Spirito, è oggi guidata dalla famiglia Civale.

“da Ginone”, ambiente accogliente, rilassante, familiare, e piatti preparati con materie prime sempre fresche, assolutamente stagionali e a km 0, valorizzando i prodotti eccellenti della Toscana, come i tartufi di S.Miniato, i funghi porcini del Casentino e tanti altri.


Il menù in tutte le portate, antipasti, primi e secondi, oltre ai dolci – rigorosamente fatti in casa – è improntato alla tradizione toscana: dalla pasta fresca (Pici, Tagliolini, Tortelli ripieni, ecc.) al “Peposo alla Fornacina”, tagliata e "Bistecca alla Fiorentina" di manzo Mugellano e nel fine settimana alcune proposte di pesce rigorosamente fresco e che variano in base alla disponibilità del pescato (Primi piatti per tutti i gusti, Baccalà fritto o alla Livornese e in inverno col freddo “Il Cacciucco”).


Da sempre a conduzione familiare, dispone di uno staff, che oltre alla cortesia, dimostra sempre competenza e professionalità e che vi accompagnerà in un viaggio alla scoperta dell’atmosfera e delle tradizioni toscane: dall’accoglienza di Beppe (Sommelier con trentennale esperienza nel mondo del vino) agli Chef, la mamma Giusy (cuoca e pasticcera) ed il figlio Cristian (Chef emergente della Federazione cuochi italiana) , che curano con attenzione ogni piatto servito, apportando un tocco rivisitato alle consolidate ricette tradizionali che hanno contraddistinto la trattoria negli ultimi 70 anni.


Da non sottovalutare la Carta dei vini, con la selezione dei migliori vini italiani, soprattutto toscani e alcune interessanti proposte estere, valutate dall’esperto Beppe.


Piatto da non perdere: Peposo alla Fornacina


Ricetta:

“Peposo alla Fornacina” di Civale Cristian Chef e Patron dell’Antica Trattoria da Ginone


Ingredienti per 4 persone:

600g di Muscolo di manzo, pepe nero in grani ed in polvere, sale fino, olio EVO, 3 spicchi d’aglio, vino Chianti Classico.

Questo era il piatto “della festa” dei Fornaciai dell’Impruneta, infatti storicamente veniva preparato fra la notte del Sabato e la mattina della Domenica.

La carne conservata con sale ed il pepe (come è uso comune in toscana) veniva poi messa in un tegame di coccio e completamente ricoperta di vino sangiovese prodotto nella zona (oggi denominato Chianti Classico) e lasciata a cuocere col calore residuo delle fornaci (nelle quali preparavano le tegole e gli orci in terracotta) per tutta la notte, per poi essere servita al pranzo del giorno dopo.


Preparazione:

Tagliare la carne in pezzi non troppo grossi, eliminando le parti iniziali dei tendini.

Marinare per almeno 8-10 ore la carne con sale, pepe nero (grani e polvere), olio Evo e aglio.

Rosolare la carne pochi minuti in un tegame ben caldo e poi ricoprire con abbondante vino rosso.

Finire la cottura in forno a 160° per almeno 3-4 ore.


Presentazione del piatto:

Servire in un piccolo tegame di coccio accompagnato da 2 fette di pane abbrustolito oppure con della polenta fritta.

Chiuso: Domenica (aperto per eventi prenotati), Lunedi pranzo

Ferie: 2 settimane centrali Febbraio,

ultime 2 settimane Agosto

Coperti: 56

Prezzo medio: 25 - 35

Foto
restaurants Locanda Del Ceraiolo

la "Locanda del Ceraiolo", Ristorante di nuova gestione, inserito nella splendida struttura trecentesca affiliata all'Hotel Tre Ceri ubicato in pieno centro storico.
La recente ristrutturazione del 2001 l'ha riportata a splendere, carica di un'atmosfera medioevale, grazie alla presenza di volte e archi in pietra.

Porcini..?! Tartufo..?! Cinghiale..?! Sono loro a farla da padroni!! Potete deliziare il palato con la cucina tipica eugubina ed umbra preparata dalla nostra Chef Elena.

Apertura: dalle 12:30 per il pranzo (su prenotazione)
              dalle 19:30 per la cena
Chiusura: Martedì

Foto
restaurants Ristorante Enoteca Affittacamere Dal Falco Tradizione ed innovazione contraddistinguono il locale sempre alla ricerca di una vera e costante Qualità!
Foto
restaurants Trattoria La Ferrarese Siamo una piccola trattoria a gestione familiare, offriamo cucina casareccia di terra e mare tipica del territorio, pasta e dolci di nostra produzione.
Foto
restaurants Ristorante Hippocampus

Locale immerso nel cuore della città, adiacente al corso principale e pedonale. Lo Staff accoglie con cortesia, qualità e professionalità che ne fanno il segno distintivo.


Il raccolto ristorante Hippocampus è un angolo di mare nel centro di Cosenza. Un Team affiatato e convincente si prende cura dell’Ospite scegliendo per lui pesce, molluschi, crostacei e andando a comporre piatti originali e ricchi di gusto. La cucina è di qualità e la lavorazione rispetta la materia prima per non snaturarla. Il commensale avrà il privilegio di scoprire pietanze che si distinguono per la presentazione e la varietà degli ingredienti, trattati con un’attenzione al di sopra della media. Qui il mare entra direttamente nel vostro piatto e, grazie all’evocativo decoro di onde alle pareti, avete la sensazione di trovarvi nell’azzurro elemento.


Specialità

pesce cotto e crudo con pescato locale, molluschi e crostacei vivi a vista. Vini: la cantina offre più di 80 etichette di vini locali e nazionali, offre anche alcune tipologie di birre artigianali nazionali e non.

Foto
restaurants Los Napolitanos Cadiz

Restaurante Italiano, pizzeria artesanal con horno de piedra.

Foto
restaurants Rosso Vino


Foto
dining Pizza Uno

Pizza uno chenee, n.1 della cucina italiana nella regione di Liège, al servizio della clientela dal 1994.
Pizza con forno a legna, produzione propria di pasta fresca, tutte le specialita' italiane, staff familiare!

Leggi l'articolo di approfondimento su www.eccellenzeitaliane.com/notizie/pizza-uno-belgio.html

Foto
restaurants Made In Napoli

Francesco Siervo: Ambasciatore della pizza “Made in Napoli” in Polonia


Presso la Pizzeria Trattoria Made in Napoli a Sicòw, in Polonia, potete gustare la vera pizza napoletana preparata dall’ambasciatore della pizza italiana in Polonia, il sig. Francesco Siervo.

Da quasi quindici anni, Francesco diffonde la sua passione per la pizza e l’arte culinaria italiana all’estero.

La chiave del successo di Made in Napoli sta nella genuinità e nella qualità dei prodotti con i quali vengono preparate i deliziosi primi come il ragù napoletano, i rigatoni papiro, gli spaghetti all’amatriciana, i secondi di carne e pesce e naturalmente le pizze preparate nel pieno rispetto della tradizione partenopea.

Dal 17 al 20 Novembre 2018 Francesco Siervo sarà impegnato nella Champions di Pizzaioli che si svolgerà in Portogallo. Del suo successo in Polonia e del suo ruolo di Ambasciatore della Pizza Napoletana in Polonia ci parla in questa esclusiva intervista.


Com’è nata l’idea di Made In Napoli?

L’idea è nata quando mia figlia aveva un anno e mezzo e avevamo intenzione di andare via dalla Polonia. Poi siamo rimasti perché stavamo covando un nuovo progetto. Abbiamo infatti deciso di aprire una pizzeria per rimetterci in gioco, per diffondere il Made in Italy. Il nome è stato coniato da mio figlio.


Come vi ha accolto il popolo polacco?

Sono quindici anni che sono qui in Polonia e il popolo polacco lo conosco molto bene. Ci ha accolti bene come sempre. E’ un popolo molto aperto alle novità. È un popolo che ama il Made in Italy.


Che tipo di clientela frequenta Made in Napoli?

È una clientela variegata. È frequentato da giovani, da una classe medio- alta.


Come potrebbe definire la cucina di Made in Napoli?

Molto italiana. Rispettiamo la tradizione napoletana. Sono originario di Napoli e sono Ambasciatore della Pizza Napoletana in Polonia. Prepariamo una cucina di mare a base di prodotti tipici italiani. Molto richiesti sono gli spaghetti all’amatriciana.


Come deve esser la vera pizza italiana?

La vera pizza italiana è bassa e croccante ed è molto diffusa all’estero. È un marchio che gira in tutta l’Europa. Per la sua preparazione vengono utilizzati usano prodotti rinomati come il pomodoro di San Marzano, la mozzarella di bufala e l’olio di extravergine di oliva.


Un piatto che consiglierebbe ad Eccellenze Italiane?

Tanti piatti come il ragù di mare, il ragù napoletano e la pizza Margherita che è il simbolo per eccellenza di Napoli.


Mentre per quanto riguarda il beverage quali sono le bevande più richieste?

Oggi giorno si sta diffondendo anche qui il culto del vino. Un tempo avevamo solo il Lambrusco e i vini da tavola di basso costo. La carta dei vini si sta ampliando e troviamo vini più raffinati, etichette italiane provenienti da diverse regioni.


Come deve esser la vera pizza italiana?

La vera pizza italiana è bassa e croccante ed è molto diffusa all’estero. È un marchio che gira in tutta l’Europa. Per la sua preparazione vengono utilizzati usano prodotti rinomati come il pomodoro di San Marzano, la mozzarella di bufala e l’olio di extravergine di oliva.


Un piatto che consiglierebbe ad Eccellenze Italiane?

Tanti piatti come il ragù di mare, il ragù napoletano e la pizza Margherita che è il simbolo per eccellenza di Napoli.


Mentre per quanto riguarda il beverage quali sono le bevande più richieste?

Oggi giorno si sta diffondendo anche qui il culto del vino. Un tempo avevamo solo il Lambrusco e i vini da tavola di basso costo. La carta dei vini si sta ampliando e troviamo vini più raffinati, etichette italiane provenienti da diverse regioni.


La pizza più richiesta dal popolo polacco?

Qui in Polonia non devono mancare determinati ingredienti come il pollo, il gorgonzola, i pomodori secchi e la cipolla. Molto richieste sono la margherita, la salame e funghi, la prosciutto e funghi, la quattro stagioni, la quattro formaggi. E poi c’è una pizza creata appositamente per le esigenze del polacco con pollo, gorgonzola, cipolla, pomodori secchi.


Secondo lei qual è il segreto del Made in Italy all’estero?

Il successo è dovuto alla qualità dei prodotti italiani che fanno la differenza ovunque.


La pizza più richiesta dal popolo polacco?

Qui in Polonia non devono mancare determinati ingredienti come il pollo, il gorgonzola, i pomodori secchi e la cipolla. Molto richieste sono la margherita, la salame e funghi, la prosciutto e funghi, la quattro stagioni, la quattro formaggi. E poi c’è una pizza creata appositamente per le esigenze del polacco con pollo, gorgonzola, cipolla, pomodori secchi.


Secondo lei qual è il segreto del Made in Italy all’estero?

Il successo è dovuto alla qualità dei prodotti italiani che fanno la differenza ovunque.


Quali consigli darebbe ad un giovane ristoratore che vuole diffondere il Made in Italy all’estero?

Diffondere il vero Made in Italy. Tutti possono aprire un ristorante italiano ma bisogna offrire prodotti di qualità. Bisogna mantenere quella qualità e non scendere a compromessi per risparmiare.


In base alla sua esperienza quali potrebbero essere le difficoltà nel diffondere il Made in Italy?

Secondo me nessuna al giorno d’oggi. Il Made in Italy è una garanzia. È ben apprezzato. È la chiave del successo.

Quanto la crisi ha influito nel campo della ristorazione?

Sinceramente qui non si è vista tanto la crisi. La gente non rinuncia ad uscire e mangiare fuori. Questo è un popolo che sta crescendo tanto. L’economia è in espansione ed evoluzione.


E il rapporto con lo staff? Quanto conta il lavoro di squadra?

Moltissimo. Senza uno staff competente non si va da nessuna parte. Noi siamo partiti in tre e ora siamo una squadra senza la quale non potrei andare avanti.


Progetti futuri di Made in Napoli?

Tantissimi. Stiamo analizzando e studiando la possibilità di espanderci creando un vero e proprio franchising. Siamo molto impegnati in questo periodo. Ci stiamo preparando per la Champions League di pizzaioli che si terrà dal 17 al 20 Novembre in Portogallo.

Foto
pizzerias Ristopizza Junior
Foto
restaurants Ristorante La Trota

I sapori di sempre, in una nuova ed accogliente atmosfera. Cucina tipica regionale, con un'attenzione particolare alle materie prime ed alle ricette tradizionali di una volta!

Foto
restaurants Gelato La Dolce Vita
Foto
restaurants L'Angolo Dei Sapori 20 Di Pastore Alessandro

Salumeria, enoteca, eventi e gastronomia.
Tutto il mondo enogastronomico in un posto esclusivo, l'esaltazione dei migliori prodotti locali e nazionali.

Foto
dining Braceria Sott'O' Portone

La vera cucina con prodotti tipici

Braceria Sott'ò Portone a Striano Napoli

Una passione per la brace da oltre mezzo secolo

La Braceria a Napoli non è un locale storico, ma ha comunque una storia tra le più invidiabili. Si tratta, infatti, della storia della passione della famiglia Cordella, che nel 1944 iniziò a dedicarsi al mondo della macelleria; in quell’anno nacque la passione per la carne, per i tagli di primissima qualità, per i salumi fatti a regola d’arte, per i formaggi ricchi di sapore autentico. 


Assieme a questa passione arriva anche quella per la cucina, perché di fronte a materie prime di qualità eccellente è facile essere dei cuochi provetti. Ricette tradizionali, con le quali il cibo riposa, amalgama il suo sapore con quello degli altri ingredienti fino ad ottenere un piatto squisito; la carne cuoce in modo lento sulla brace per lasciare al suo interno tutto il sapore. Non c’è fretta e non c’è approssimazione in questa cucina, soltanto grande cura e tanta dedizione. 


Passano le generazioni e nel 2012 la famiglia Cordella apre la Braceria a Napoli; non un semplice ristorante, ma il punto di arrivo di più di settanta anni di attività nel settore, nel quale confluiscono la sapienza, i sapori, i gusti le tecniche di diverse generazioni. All’interno di un elegante palazzo che risale all’Ottocento, oggi il ristorante cucina con le stesse ricette della tradizione, le stesse che utilizzavano le nonne, per creare piatti dal sapore vero. Ogni boccone è un’esperienza gustativa unica, da assaporare prendendosi il proprio tempo. Forti dell’esperienza ultra settantennale per quanto riguarda la selezione di prodotti genuini, tradizionali e di alta qualità, la Braceria a Napoli offre ogni giorno piatti dal fascino casereccio in grado di conquistare i palati più raffinati e gli chef più critici.


Un boccone di paccheri allo stoccafisso equivale a un viaggio nel passato, una forchettata di trofie con porcini e salsiccia ti farà sentire tutto il gusto delle terre partenopee, un morso alla tagliata entrecote con rucola e scaglie di grana dimostrerà tutta la passione per la brace e la preparazione della carne che da decenni permea la famiglia Cordella. 


Il ristorante non è soltanto un monumento alla tradizione, ma sposa anche la modernità. Antipasti, primi piatti, carni sono sì cucinati secondo le ricette di una volta, ma impiattati secondo il gusto moderno – perché anche l’occhio vuole la sua parte. La braceria è anche ben attenta alle esigenze alimentari dei suoi commensali: chi soffre di intolleranza al glutine può infatti gustare comunque tutto i primi piatti e i farinacei grazie all’utilizzo di farine gluten free, prive di questa sostanza. Il sapore, ovviamente, non è alterato in alcun modo: una possibilità in più per chi soffre di intolleranze alimentari ma non vuole rinunciare ai piaceri della buona tavola. 


La Braceria a Napoli offre non solo una cucina squisita, ma anche un’atmosfera conviviale, perché la buona tavola è tale se si gusta tutti insieme. Per prenotare un pranzo, una cena o un evento scrivi al personale del ristorante utilizzando il modulo della pagina “Contatti” e… buon appetito.