Questa attività non fa parte del network EccellenzeItaliane
Sei il proprietario? Richiedi l'ID anticontraffazione!
Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
  VIDAL PIAZZA GALUPPI 672
30012 BURANO (VE)
041730021
Recommend an Excellence Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Report
Foto
Accommodation & Tourism Tenuta Villa Rosa

Una nuova gestione, un’antica tradizione!

Foto
restaurants Ristorante I Ronchi

Il ristorante di Arquà Petrarca, “I Ronchi” è nato alla fine degli anni ’80 e propone la ristorazione tipica dei Colli Euganei.

Situato nel cuore dei Colli, il ristorante dispone di 130 coperti e ampio giardino per ricevimenti e banchetti.

Lo stesso propone menù alla carta che varia in base alla stagione e menù specifici che possono essere variati in base alle richieste del cliente. Il ristorante inoltre, possiede un’ottima e varia carta dei vini consultabile anche online.

“I Ronchi” grazie al suo aspetto rustico, al panorama particolarmente suggestivo e all’ampio giardino esterno, è il luogo ideale per matrimoni, cresime, comunioni, battesimi ed eventi di particolare importanza.


La cucina

La cucina del Ristorante “I Ronchi” è quella tipica padovana, la quale vanta origini agresti, da cui deriva il largo impiego di prodotti tipici che il territorio offre sia da allevamenti e colture, che dalla crescita spontanea di piante erbacee, come i carletti, il raponzolo, rucola selvatica etc.. , tipiche delle nelle nostre zone collinari.

Nel nostro ristorante si possono trovare pietanze a base di carni di cavallo, manzo, maiale, per lasciare poi spazio alla selvaggina con lepri, fagiani e cinghiali cucinati rigorosamente con metodi tradizionali.

Da non dimenticare infine i nostri primi piatti preparati con grande semplicità: i caratteristici bigoli, spaghetti fatti in casa con l’apposito strumento detto “bigolaro”; le fettuccine le pappardelle e i gnocchi di patate, tutto condito con sughi a basi di verdure, ragù di carni e di selvaggina.

Foto
restaurants Vecchio Mulino Beach

Vecchio Mulino Beach è un posto unico sul lago di Garda, sulle spiagge di Peschiera, Verona, aperto dalle 9:00 a Mezzanotte ogni giorno!

Foto
restaurants Ristorante Le Pinocchio Monaco Une véritable cuisine italienne exclusivement fait maison...
Foto
dining Il Portico Bar Trattoria Tabcchi Casa Vacanze

Il Portico è bar, trattoria, tabacchi e casa vacanze.

Si trova a Grangesises, stupenda frazione a 3 km da Sestriere.


Il Portico è un locale tipico nel Borgo Grange Sises a Sauze di Cesana dove è possibile gustare i piatti e i vini tipici della cucina piemontese in un ambiente accogliente e famigliare, accompagnati nella scelta da personale cordiale e disponibile. Il locale organizza molte feste, dal pranzo di Natale al veglione di Capodanno, dalle grigliate in compagnia alle feste private, proponendo sempre piatti gustosi e legati alla tradizione locale. Il Portico inoltre dispone si alcune camere ammobiliare per soggiorni di lavoro o vacanza. Dalla mattina fino a tarda notte è aperto anche il bar per colazioni, aperitivi e ottimi spuntini.


Chiusura settimanale: Mercoledi (non in alta stagione).

Foto
restaurants Ristorante Italiano La Nonna Bella

True Authentic Italian Cuisine

Foto
restaurants Ristorante Corallo
Foto
restaurants Ristorante La Trota

I sapori di sempre, in una nuova ed accogliente atmosfera. Cucina tipica regionale, con un'attenzione particolare alle materie prime ed alle ricette tradizionali di una volta!

Foto
dining Grand Hotel Ortigia Grand Hotel Ortigia





...un servizio accurato e professionale
Foto
restaurants Trattoria Da Ginone

Firenze - Antica Trattoria “da Ginone” dal 1949


In questo angolo della Firenze d’Oltrarno, vecchio cuore pulsante di Firenze, una storica trattoria fondata nel 1949 dal grande “Ginone”, personaggio storico del quartiere di S.Spirito, è oggi guidata dalla famiglia Civale.

“da Ginone”, ambiente accogliente, rilassante, familiare, e piatti preparati con materie prime sempre fresche, assolutamente stagionali e a km 0, valorizzando i prodotti eccellenti della Toscana, come i tartufi di S.Miniato, i funghi porcini del Casentino e tanti altri.


Il menù in tutte le portate, antipasti, primi e secondi, oltre ai dolci – rigorosamente fatti in casa – è improntato alla tradizione toscana: dalla pasta fresca (Pici, Tagliolini, Tortelli ripieni, ecc.) al “Peposo alla Fornacina”, tagliata e "Bistecca alla Fiorentina" di manzo Mugellano e nel fine settimana alcune proposte di pesce rigorosamente fresco e che variano in base alla disponibilità del pescato (Primi piatti per tutti i gusti, Baccalà fritto o alla Livornese e in inverno col freddo “Il Cacciucco”).


Da sempre a conduzione familiare, dispone di uno staff, che oltre alla cortesia, dimostra sempre competenza e professionalità e che vi accompagnerà in un viaggio alla scoperta dell’atmosfera e delle tradizioni toscane: dall’accoglienza di Beppe (Sommelier con trentennale esperienza nel mondo del vino) agli Chef, la mamma Giusy (cuoca e pasticcera) ed il figlio Cristian (Chef emergente della Federazione cuochi italiana) , che curano con attenzione ogni piatto servito, apportando un tocco rivisitato alle consolidate ricette tradizionali che hanno contraddistinto la trattoria negli ultimi 70 anni.


Da non sottovalutare la Carta dei vini, con la selezione dei migliori vini italiani, soprattutto toscani e alcune interessanti proposte estere, valutate dall’esperto Beppe.


Piatto da non perdere: Peposo alla Fornacina


Ricetta:

“Peposo alla Fornacina” di Civale Cristian Chef e Patron dell’Antica Trattoria da Ginone


Ingredienti per 4 persone:

600g di Muscolo di manzo, pepe nero in grani ed in polvere, sale fino, olio EVO, 3 spicchi d’aglio, vino Chianti Classico.

Questo era il piatto “della festa” dei Fornaciai dell’Impruneta, infatti storicamente veniva preparato fra la notte del Sabato e la mattina della Domenica.

La carne conservata con sale ed il pepe (come è uso comune in toscana) veniva poi messa in un tegame di coccio e completamente ricoperta di vino sangiovese prodotto nella zona (oggi denominato Chianti Classico) e lasciata a cuocere col calore residuo delle fornaci (nelle quali preparavano le tegole e gli orci in terracotta) per tutta la notte, per poi essere servita al pranzo del giorno dopo.


Preparazione:

Tagliare la carne in pezzi non troppo grossi, eliminando le parti iniziali dei tendini.

Marinare per almeno 8-10 ore la carne con sale, pepe nero (grani e polvere), olio Evo e aglio.

Rosolare la carne pochi minuti in un tegame ben caldo e poi ricoprire con abbondante vino rosso.

Finire la cottura in forno a 160° per almeno 3-4 ore.


Presentazione del piatto:

Servire in un piccolo tegame di coccio accompagnato da 2 fette di pane abbrustolito oppure con della polenta fritta.

Chiuso: Domenica (aperto per eventi prenotati), Lunedi pranzo

Ferie: 2 settimane centrali Febbraio,

ultime 2 settimane Agosto

Coperti: 56

Prezzo medio: 25 - 35

Foto
dining Hotel Delle Rose Hotel delle Rose, relax e comfort nella terra dei Santi!
Foto
pizzerias Easi Pizzeria

PIZZERIA D ASPORTO CON POSSIBILITÀ DI APPOGGIARSI ALL INTERNO PER MANGIARE LA PIZZA ....MA NON SI  EFFETTUA IL SERVIZIO HAI TAVOLI.


Ermanno Ruggieri, ambasciatore della pizza artistica

Viene da Itri l’apprezzato creatore delle pizze artistiche, un genere che sta prendendo piede in questi ultimi tempi e che sta raccogliendo in tutta Italia una serie di proseliti. “Quando l’arte si esprime con il cibo -esordisce Ermanno Ruggieri, il creatore di pizze che conquistano, con la gola, anche gli occhi e che ieri aveva raggiunto oltre 28.000 <mi piace> sul suo post- trascina schiere sempre più numerose di appassionati. Io, avendo la passione per i fornelli, da tempo ho cercato  di imparare sempre di piu’ ma non mi accontentavo della crescita impostata sulle vecchie tecniche culinarie”.

“Per questo ho maturato l’idea che al cliente dobbiamo offrire un prodotto che sappia solleticare le sensazioni organolettiche e sensoriali che intercettiamo con la vista, l’olfatto, il gusto, il tatto e l’udito, per avere la conferma della qualità o meno del prodotto e del suo livello qualitativo. Appassionato di lievito madre e condividendo l’alta digeribilita’ di un buona pizza, ho seguito un corso di Specializzazione di Istruttore Pizzaiolo con il Tecnologo Luigi Ricchezza presso Grandi Molini Italiani di Venezia. Faccio anche parte della Pizza News School con cui ho fatto vari corsi di specializzazione (Pizza classica, Pizza napoletana, Pizza in pala, Pizza in teglia) con il Maestro Luigi Ricchezza e Pizza Artistica con il Maestro Tony Lanzellotto, mentre gli aggiornamenti – conclude il pizzaiolo che usa l’impasto come una tavolozza – sono all’ordine del giorno”.