Questa attività non fa parte del network EccellenzeItaliane
Sei il proprietario? Richiedi l'ID anticontraffazione!
Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
  D'ANTONIS LUCA VIA MATTEO DA LEONESSA 14
67100 L'AQUILA (AQ)
0862412825
Recommend an Excellence Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Report
Foto
restaurants Nido Del Falco

Il ristorante si presenta come una maestosa struttura in una collina del comune di Pellezzano (SA) circondata dal verde.


La struttura ospita anche feste private, possiede due sale una interna, una esterna panoramica, e un ampio giardino dove l’estate si possono gustare delle ottime pietanze con un clima piacevole immerso pienamente nel verde.


La cucina presenta  prodotti artigianali, come anche i salumi che vengono prodotti a km/0, avendo esperienze nel settore delle carni dal 1970.



Foto
pizzerias Saba Pizza & C.

Saba Pizzaaaaaa

Ogni giorno a pranzo e a cena, in Via Giovanni Pascoli n. 38 a Scandicci, con tanti tipi di pizza a metro, tonde ed a tranci con farciture sia classiche che speciali: Marinara, Margherita, con salamino piccante, con salsiccia, Napoli, con melanzane, con patate e salsiccia, con wurstel, Vegetariana, Capricciosa, Calabrese, Sfiziosa, Emiliana, Vegana e altre varianti tradizionali o più golose e innovative.



Foto
pizzerias Pizzeria Paprika

Tutta la passione e l’esperienza per rendere la nostra pizza unica nel suo genere, l’impasto è pensato per accontentare i palati più esigenti e l’armonia e la fantasia degli ingredienti ti danno la possibilità di scegliere tra tantissimi gusti.


Per un pranzo leggero e veloce ma senza rinunciare al gusto delle nostre specialità


Non ti va la pizza? Nessun problema! Possiamo deliziarti con tantissime altre specialità preparante secondo le nostre ricette migliori

Foto
pizzerias Pizzeria Certe Notti di Orazio Maisto

PRODOTTI A MARCHIO DOP DOCG DOC IGT IGP 100% ITALIANI.IMPASTI ALTAMENTE DIGERIBILI ANCHE CON LIEVITO MADRE


DA SETTEMBRE SERATE A NUMERO CHIUSO PIZZA&WINE


Servizio di consegne a domicilio

Per ordini contattare il numero 0522632454

orario di consegna 11:00-14:00 / 18:00-22:00

Foto
restaurants Ristorante da Emiliano

Il nostro ristorante si trova a Castiglione della Pescaia, nel cuore della Maremma.


Proponiamo specialità di macchia e di mare, tipiche della cucina toscana e, in particolare, della tradizione maremmana.

Foto
pizzerias Pizzeria Quattro Spicchi di Luigi Bovo

Aperto tutti i giorni, impasto a lunga lievitazione, su richiesta pizza e fritti senza glutine e servizio a domicilio!
Veniteci a trovare!!

Foto
restaurants Osteria Casa Mia - Davide Zigrino

Osteria Casamia si trova nei pressi della stazione ferroviaria di Fasano, a pochi km da Savelletri, Torre Canne, Ostuni, Monopoli, Polignano a mare, Alberobello, Locorotondo. Immersa tra ulivi e masserie centenarie, l’ osteria nasce da un’ idea di Davide Zigrino, giovane chef, nonchè proprietario che, dopo il suo percorso fatto di esperienze, decide di aprire il suo ristorante da dove era partito.


Osteria Casamia propone piatti tradizionali legati al territorio, attraverso un’ accurata e continua ricerca di prodotti locali e di stagione: la sua è una cucina mediterranea fatta di ingredienti genuini.
Dal menù è possibile gustare piatti che comprendono ortaggi, verdure, carni del territorio e pescato del Mar Adriatico.


La struttura è aperta tutto l’ anno. L’estate viene allestita la veranda sia per il pranzo che per la cena, accogliendo un massimo di venti commensali in modo da poter godere del massimo relax e privacy.

Foto
dining Cantina Di Quistello

I vini dell'azienda risultano essere rappresentativi dell'eccellenza produttiva della regione Lombardia!

Foto
restaurants Ristorante Al Tinello

Il tinello, nelle case signorili di un tempo, era una piccola stanza, solitamente attigua alla cucina, che fungeva da sala da pranzo o soggiorno.


Lo stesso arredamento della sala era chiamato tinello, ma poteva anche significare, la parola, piccolo tino.

Il ristorante Al Tinello si chiama così perchè, all'atto del battesimo, ha trovato in Chenia Bortolin una madrina accorta, che ha saputo fondere i vari significati.


Si tenga inoltre presente che il locale sorge a Brugnera, terra di mobili: perchè dunque non associare il concetto di ospitalità, propria del tinello (con i suoi piccoli rituali conviviali e i suoi tè distensivi) a quello di una produzione legata al meglio dell'arredamento per la casa? Quanto all'idea di tino, in un buon ristorante non manca una buona cantina.


Chiarito il nome, molte sarebbero le altre cose da segnalare. Intanto l'ubicazione: il ristorante sorge sull'antica via Ungaresca, che qualcuno vorrebbe percorsa (tanti secoli fa) dai ferocissimi ungari.

Poi l'aspetto del locale: è un complesso moderno, armonioso, arredato in modo essenziale.

Un luogo, il ristorante Al Tinello, dove ci si sente davvero a proprio agio.


I ristoranti dell'Alto Livenza:un'idea nata per esaltare le diverse e originali professionalità di tanti modi di intendere l'arte "cucinaria" sotto le comuni insegne della semplicità e ospitalità che sontraddistinguono da sempre le genti dell'Alto Livenza.

Foto
restaurants Ristorante La Baracchina

Per gustare i sapori di una serata unica


La Baracchina è un ristorante situato direttamente sul mare, in una zona residenziale di San Vincenzo (LI).

Foto
restaurants Bar Ristorante Dejavu

Bar -  Caffetteria - Ristorante

Foto
pizzerias Pizzeria 2+2

Pizzeria 2+2 nuova gestione


Orari di apertura:

Lunedì:

17:00 - 23:00
Martedì:
Chiuso
Mercoledì:
17:00 - 23:00
Giovedì:
17:00 - 23:00
Venerdì:
17:00 - 23:00
Sabato:
17:00 - 23:00
Domenica:
17:00 - 23:00

Foto
restaurants Osteria Al Municipio

Tipica Osteria veneta..
La nostra cucina riassapora in ogni particolare le tradizioni locali di un tempo, utilizzando prodotti di qualità il più possibile a km zero.


I piatti nella loro semplicità, accompagnati dai vini del nostro territorio e non, provano a regalare  serenità tra stomaco, testa e cuore.


L’atmosfera che si respira è quella di cordialità ed allegria e potreste anche imbattervi in una cantata in compagnia... Anche dell’Oste.

Foto
restaurants L'Antica Roma Ristorante Italiano

Cuisine Méditerranée, Pâtes, Fraiches, Pizzas, Viande et Poissons
Restaurant Fondé en 1991.
Le 1° Juillet 2005 le restaurant change de gestion;
Il est Repris par M.Buonopane Costantino et son Epouse jusqu’a ce jour.
Dans une ambiance Familiale nous vous proposons un vaste choix des plats et pizzas, servie avec générosité et Fraîcheur, avec des produit sélectionner soigneusement par le Patron.
   

Foto
pizzerias Pizzeria Da Checcuzzo

Esperienza, arte del gusto e amore tutto in una pizza.

Foto
restaurants Disìo Ristorante Siciliano

Fare il couscous per noi è un rito.


Ci riporta indietro nel tempo, quando eravamo bambini la domenica ci si alzava presto e, con i nonni o le mamme, andavamo al porticciolo per prendere i pesci per fare la zuppa direttamente dalle barche. Incocciavamo la semola nella mafaradda (un contenitore basso di terracotta smaltata) nel frattempo che la lasciava riposare nella maidda (la madia) metteva a cuocere la zuppa di pesce. Poi prendevamo la semola incocciata, la condivamo con tutti gli aromi e le spezie necessari, la mettevamo nella couscussiera  (una sorta di colapasta in terracotta) per poi metterla su una pentola con acqua e gli stessi aromi che usava per condire la semola. Impastavamo la farina con un po’ di acqua e sigillavamo la couscussiera  sulla pentola in modo che il vapore fuoriuscisse solo da sopra permettendo la cottura della semola, l’ impasto in più lo usava per fare i cuccureddi, dalla forma simile ai  taralli, che mettevamo sulla semola e quando risultavano cotti era il segnale che il couscous era pronto.

Il couscous deve cuocere almeno 90 minuti dal momento in cui il vapore inizia a fuoriuscire dalla couscussiera.

Nel frattempo colavamo il brodo e quando era ultimata la cottura del couscous lo bagnavamo con il brodo bollente e lo lasciavamo riposare almeno un ora nel lemmo (una bacinella di terracotta smaltata) con una coperta sopra per mantenere il calore.

Ancora oggi quando prepariamo il couscous nel nostro ristorante ci sembra di rivivere quei momenti, l’odore inconfondibile del mix di aromi che si utilizzano per condire la semola, la zuppa che sobbolle.


Fare il couscous è un rito.


Giuseppe Alongi e Antonio Vultaggio