Questa attività non fa parte del network EccellenzeItaliane
Sei il proprietario? Richiedi l'ID anticontraffazione!
Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
  BUCINO VIA DE TOMATI 18
13856 VIGLIANO BIELLESE (BI)
015513241
Recommend an Excellence Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Report
Foto
agribusiness Aurum Julii

Aurum Julii produce e commercializza nel mondo uno zafferano di qualità superiore, esclusivamente coltivato in Italia, in Friuli Venezia Giulia!


La missione di AurumJulii è quella di portare nel mondo lo zafferano migliore, di alta qualità (comprovato) dalla sua culla originale, l'Italia. Il nostro zafferano è coltivato in modo sostenibile nell'habitat storicamente naturale dello zafferano, la regione del Friuli Venezia Giulia, ponte e corridoio tra est e ovest. Lo zafferano ha molte qualità ed è noto come la spezia più costosa del mondo grazie alla sua crescita delicata e complessa, alla raccolta manuale e al processo manuale per rimuovere gli stimmi. Il nostro zafferano è venduto in forma di filo e integrato in prodotti come il miele di zafferano e altro ancora. Lo zafferano Aurum Julii ha la triplice qualità con alti livelli comprovati e chimicamente misurabili di Crocina (il vivace colore dorato), Picrocrocina (aroma amaro) e Safranale (l'odore). Aurum Julii si impegna a fornire lo zafferano più raffinato e di alta qualità alle persone, mantenendo al contempo una produzione tradizionale e sostenibile.


Aurum Julii is on a mission to bring to the world the best, highest quality (proven) Saffron from its original cradle, Italy. Our Saffron is growned in a sustainable way in the historically natural habitat of Saffron, the Friuli Venezia Giulia region, which has always served as the bridge or corridor between east and west. Saffron has many qualities and is known as the world's most expensive spice due to its delicate and complex growing, hand-picking and the manual process for removing the stigmas, or the threads. Our Saffron is sold online in stigmas (thread form) as well as integrated into products such as Saffron Honey and more. Aurum Julii Saffron has the trifecta of quality with proven and chemically measurable high levels of Crocin (the vibrant golden color), Picrocrocin (bitter aroma) and Safranal (the odor). We are committed to delivering the finest & highest quality Saffron to people, while maintaining traditional and sustainable production.

Foto
farms Il Frantolio Di D'Amico Pietro Gli oltre 80 anni di esperienza nella produzione di olio extravergine di oliva, ci hanno consentito di acquisire una competenza tecnica tale da garantire al consumatore un prodotto integro in tutte le sue preziose qualità organolettiche e salutari.
Foto
pasta factories Pastificio Vadese
Foto
butchers Macelleria Dartagnan - Carni Dell'Abruzzo

Da circa 50 anni, Macelleria Dartagnan lavora solo carni nostrane, fornendosi da contadini locali. Produciamo ogni tipo di insaccato senza conservanti.

Foto
salami Bartoloni Carni e salumi

immersa nel verde delle colline umbre a 15 km da Spoleto, sorge la nostra azienda dove produciamo salumi tipici umbri


La nostra azienda nasce nei primi anni 70, dal nostro fondatore Bartoloni Giovanni che con sacrifici, sudore e tenacia ha costruito pezzo dopo pezzo quello che oggi è la BARTOLONI CARNI, all’epoca era incentrato tutto sul commercio di carni fresche, per poi ottenere uno stabilimento adatto alla loro trasformazione. Nel 2010 con l’ingresso delle figlie si inizia a produrre salumi, con la voglia di far riscoprire i sapori di una volta.

Foto
farms Oro di Gaeta

La nostra azienda nasce a Gaeta nel 2015, coltiviamo in modo completamente naturale lo zafferano e la nostra produzione è in continua evoluzione.
Promuoviamo lo zafferano Oro di Gaeta attraverso eventi gastronomici, fiere e workshop.
Oltre al purissimo zafferano in stimmi negli anni abbiamo incrementato la linea dei nostri prodotti con Miele allo zafferano, confettura di frutta e zafferano, creme e condimenti di verdure e zafferano, cioccolato allo zafferano, biscotteria allo zafferano, Panettoni e colombe allo zafferano.


Coltivazione

Lo zafferano viene coltivato a 250 mt s.l.m nel comune di Gaeta utilizzando esclusivamente concimi di natura organica e tutte le attività, dalla raccolta alla manutenzione e contenimento  delle erbe infestanti sono svolte  RIGOROSAMENTE a mano in modo BIOLOGICO.

ORODIGAETA ha ottenuto la certificazione di ZAFFERANO di PRIMA QUALITA’ avendo raggiunto i massimi punteggi percentuali di CROCINA (colore) SAFRANALE (odore) PIROCROCINA (sapore)


LA PIANTA E LE SUE PROPRIETA’

La pianta dello zafferano è un IRIDACEA  appartenente al genere CROCUS in fase adulta è costituita da un BULBO-TUBERO di circa 5 cm .

Il BULBO contiene circa 20 GEMME ma quelle che danno origine ai Fiori sono 3 mentre le più piccole danno vita ai BULBI secondari. Durante lo sviluppo vegetativo del BULBO si sviluppano i GETTI , uno per ogni GEMMA, fuoriuscendo dal terreno avvolti da una cuticola protettiva.

Il GETTO contiene le foglie e i fiori quasi completamente sviluppati e consente sia  alle foglie che ai fiori di aprirsi completamente .

Il FIORE dello zafferano  è un PERIGONO formato da 6 petali di colore violetto intenso ed è composto da una parte maschile costituita da 3 ANTERE gialle su cui si appoggia il polline e la parte femminile formata da OVARIO, STILO e STIMMI . Dall’OVARIO ha origine un lungo STILO Giallo che percorrendo tutto il GETTO raggiunge il FIORE e si divide in 3 lunghi STIMMI di colore ROSSO INTENSO.

Il CROCUS SATIVUS è una pianta sterile TRIPLOIDE e la sua genetica lo rende incapace di generare semi fertili per questo la riproduzione è possibile solo attraverso la CLONAZIONE.

Secondo recenti studi lo zafferano, grazie alle sue proprietà vanta innumerevoli benefici per il nostro organismo , in particolar modo :

-sistema nervoso  portando dei benefici sull’umore

-sindrome premestruale

-cervello benefici sulla memoria e sulle capacità di apprendimento

-occhi indicato per combattere la degenerazione maculare

– vie respiratorie riduce le infiammazioni

-pelle riduzione dell’invecchiamento cellulare

-insonnia


Foto
butchers Macelleria Giulia Di Storti Giulia

Orari di apertura:


Lunedi a Venerdì 10:00 - 19:00
di sabato 10:00 -20:00

Foto
agribusiness Tenuta Fontana
Foto
farms Azienda Agricola De Conti di Conti Fabio

E' un impresa locale situata nei pressi di Trevi, che si dedica alla produzione di vino (Trebbiano Spoletino DOC) e di prodotti tipici biologici umbri.

Foto
agribusiness Liquorificio Albimonte

Liquorificio Albimonte di Luigi Gennari è una piccola realtà produttiva artigianale individuale, con sede nel bellissimo borgo medievale di Saludecio, nata dalla mia grande passione per la ricostruzione storica, il recupero delle antiche tradizioni e la ricerca di aromi, profumi e sapori di un mondo lontano quasi perduto che non può essere però dimenticato. Ricerca storica e conoscenze scientifiche acquisite in anni di studio, sono quindi i fondamenti su cui si basa l'attività di questo piccolo liquorificio ispirato al modello degli antichi laboratori da speziale, ponendo però la massima attenzione nei confronti degli attuali standard di qualità, igiene e sicurezza alimentare. La produzione si articola su due tipologie di preparati: vini speziati e liquori aromatici, utilizzati in passato sia come gradevoli bevande da fine pasto che come rimedi medicamentosi.


Vini speziati

L'aggiunta di erbe aromatiche e spezie al vino era una pratica molto diffusa nell'antichità. Greci e Romani erano soliti modificare l'aroma e il sapore del vino utilizzando spezie pregiate provenienti dall'Oriente, profumate erbe aromatiche provenienti dal bacino del Mediterraneo e dolcificando con il miele, ottenendo così bevande dai molteplici gusti e profumi che accompagnavano feste, banchetti e rituali religiosi. Dioscoride, medico greco vissuto fra gli anni 60 e 78 d.C., scrisse un trattato sulle sostanze con effetti benefici per la salute dell'uomo, "De Materia Medica" dove descrive le proprietà di seicentosessanta piante, mentre Plinio il Vecchio (23-79 d.C.) nel suo trattato Naturalis Historia (nel libro “La medicina e le piante medicinali”) riporta l'impiego di piante nella preparazione di oli e profumi pregiati e anche come aroma e additivo dei vini, indicando in particolare i così detti vini stomachici, cioè dotati di proprietà favorevoli all’attività dello stomaco. Nel corso dei secoli quindi, i vini speziati assumono sempre di più il ruolo di veri e propri rimedi medicamentosi; nel Medioevo infatti, si credeva che le spezie possedessero molteplici prprietà curative che venivano associate all'intensa sensazione di calore percepita in seguito alla loro assunzione, facendo riferimento alla "teoria degli umori" del medico greco Ippocrate. Si comincia quindi a parlare di vini ippocratici, identificando una vasta famiglia di preparati a base di vino, erbe e spezie, impiegati come rimedio per vari disturbi, ma anche come gradevoli bevande da fine pasto quasi sempre presenti sulle tavole dei nobili. La produzione dei miei vini speziati, ottenuta mediante il sapiente dosaggio di pregiate spezie ed erbe aromatiche nel vino, si Basa quindi sulla ricerca e il recupero di queste antiche ricette.


Liquori

Il termine "liquore" che deriva dal latino "liquefacere" ossia "sciogliere o dissolvere" inriferimento ai metodi di insaporimento dell'alcool, attraverso un processo di macerazione, raggruppa oggi una vastissima gamma di prodotti diffusi in quasi tutte le parti del mondo, ed utilizzati come fine pasto o come ingredienti per vari preparati quali aperitivi, cocktail e preparazioni dolciarie. In realtà, l'arte della preparazione liquoristica, ha radici molto antiche e si basava sullapratica della distillazione già conosciuta al tempo degli Egizi, come testimoniano alcuni papiri risalenti al 1600 a.C.. Fu solo grazie agli Arabi però, che questa pratica si diffuse nel bacino del Mediterraneo tra il X e il XII secolo d.C. e successivamente, tramite la Scuola Medica Salernitana, vennero gettate le basi della moderna liquoristica. È attraverso la distillazione infatti, che si ottiene l'alcool, materia prima di base per tutti i liquori e conosciuto in passato come “aqua ardens” acqua che brucia in virtù delle sue caratteristiche di liquido limpido e cristallino (come l'acqua) che però brucia e nonimputridisce. All'alcool veniva quindi attribuito un potere ultraterreno e curativo al punto di essere considerato la quinta essenza della materia, lo spirito puro estratto dal vino, che già di per sé era considerato sostanza dalle importanti virtù medicamentose. Nel XIII secolo d.C. Arnaldo da Villanova, alchimista catalano e medico alla corte aragonese, fornì, nel libro “Trattato sugli spiriti”, un resoconto del procedimento relativo alla distillazione del vino in una “nuova acqua”, successivamente aromatizzata con erbe e spezie, in grado tra l'altro di guarire ferite aperte e piaghe. Più tardi, nel XV secolo, Michele Savonarola, medico presso la corte degli Este di Ferrara e nonno del ben più noto Girolamo, fornisce nel suo “Trattato dell'acqua ardente”, un quadro più preciso e completo riguardo l'arte della distillazione, descrivendo i metodi di produzione, le ricette e distinguendo l'acqua ardente in “semplice”, costituita cioè solo da alcool ottenuto mediante ripetute distillazioni del vino e “composta” cioè ottenuta dalla distillazione di erbe e spezie fatte preventivamente macerare nel vino o nell'alcool. Sulla base di questi antichi trattati e facendo riferimento a queste antiche ricette, ottengo quindi i miei liquori mediante l'attenta e sapiente distillazione, in alambicco tradizionale afuoco diretto in rame, di macerati alcolici di pregiate spezie ed erbe aromatiche ed officinali.

Foto
butchers Porchetta D'Alterio Dal 1983

Vendita all'ingrosso e al dettaglio di Porchetta e Tranci di maiale.

Foto
butchers Salumi Guglielmo Dal 1972

Una tradizione di famiglia

La ditta Salumi Guglielmo  è il frutto di una pianta che ha visto per la prima volta la luce nel lontano 1970 ad opera  del vecchio Francesco. Visto l'avvenuto della meccanizzazione cessò l'attività  di asini e muli per rimanere nel campo degli animali ma cambiando specie fu cosi che cominciò a scommettere  sui suini. Dapprima con il  commerciare, dopo qualche anno ad allevare per noi arrivare nel 1984 alla chiusura del cerchio con la macellazione.

La trasfromazione e vendita diretta delle carni suine fresche e macellate. Con il passare del tempo l'idea si rivelò vincente cosi che è stato un susseguirsi di  ampliamenti sia di personale che di locali fino ad arrivare  ad oggi a conseguie il famoso bollo CEE per espandere il mercato da locale a nazionale e internazionale.

Foto
farms Risoinfiore Residuo Zero
L’azienda agricola RISOINFIORE di Paola Fiore, nasce nel cuore della Bassa Vercellese.

A conduzione famigliare, con il supporto pratico dell’azienda di Adolfo Barbonaglia (marito di Paola), presente da TRE generazioni nel mondo agricolo, esclusivamente a coltivazione riso. 

RISOINFIORE Negli ultimi anni si è dedicata non solo alla coltivazione, ma anche alla commercializzazione del proprio riso.

Riso a residuo ZERO, perchè le nostre priorità sono l'ambiente e le persone

Da sempre l’azienda utilizza le tecnologie più innovative: dispone di un impianto fotovoltaico, la cui produzione viene impiegata completamente per gli utilizzi aziendali, usa il sistema di guida GPS, ha la  mappatura delle produzioni, per meglio ottimizzare l’impiego di concimi e sementi, prestando particolare attenzione all’ottenimento di un prodotto finale sempre migliore.


Nell’ultimo anno il nostro costante impegno e l’attenzione che poniamo nell’ottenere un prodotto genuino e di qualità, ci hanno portato ad aderire ai progetti AGRICOLTURA SOSTENIBILE, AGRICOLTURA CONSERVATIVA ed ADERIRE ALLA Misura 10.1.2 del PSR Piemonte (scarica il registro operazioni colturali dall'area dowload).


La lavorazione dei terreni inizia dopo la raccolta, con la “minima lavorazione”, che consiste nello smuovere solo i primi 10/12 cm del terreno, interrando parzialmente i residui colturali, per poter seminare una coltura intercalare da sovescio riducendo al minimo la lisciviazione dei terreni (Agricoltura conservativa) e che nel periodo primaverile verrà interrata sempre tramite lavorazioni superficiali (ripuntatura o discatura), per aumentare l’apporto di sostanza organica nel terreno.


Sono stati fatti solchi sul perimetro delle camere di risaia, per poter mantenere costante al loro interno, la presenza di acqua, che favorisce lo sviluppo della fauna delle zone risicole (misura 10.1.2 del Psr P).
I prodotti fitosanitari vengono selezionati in base alla effettiva presenza di infestanti, utilizzando molecole dell’ultima generazione, sempre meno invasive sulla coltura e per l’ambiente.


Viene adottato il sistema di “barra a filo”, per eliminare direttamente gli infestanti senza contaminare la coltura in atto, riducendo la banca semi nel terreno e permettendo di evitare trattamenti diffusi a pieno campo.


E' stato inserito il compensatore  aeraulico per ridurre i consumi di gasolio ed energia elettrica durante i cicli di essiccazione.