Questa attività non fa parte del network EccellenzeItaliane
Sei il proprietario? Richiedi l'ID anticontraffazione!
Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
  BRUNO GENNARO CORSO D' ITALIA 62
87100 COSENZA (CS)
0984413273
Recommend an Excellence Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Report
Foto
butchers Domitia Carni Di Caiazzo Salvatore
Macelleria e non solo!

Foto
pasta factories In Pasta Di Muscarella Giuseppe La Passione per la Tradizione
Foto
butchers Macelleria Belli
Foto
farms Dal 1860 Olio Novaro Imperia

Venendo da una tradizione famigliare che parte dal 1860, passando da una delle aziende che hanno fatto la storia nel campo oleario, la Olio Sasso, la famiglia Novaro ha sempre avuto come obiettivo primario LA QUALITÀ. 


Dal passato ha ereditato la passione per l’olio, la competenza per conoscerne le caratteristiche organolettiche, la capacità di sapere vagliare e scegliere i migliori prodotti e produttori, la volontà di condividere con gli altri le sue selezioni, le conoscenze per muoversi su un mercato estremamente variegato per qualità ed offerta.


Competenze, serietà e precisione sono alla base della scelta dei prodotti e della selezione dell’offerta.


Per celebrare i 155 anni di storia della Famiglia Novaro nell’esclusivo panorama oleario, la Olio Novaro presenta la sua nuova linea.


Nuovo look all’intera gamma di prodotti. Un look innovativo, giovane, accattivante, esclusivo e minimal.

Foto
pasta factories Pasta All'Uovo M E Pasta All'Uovo Giuliano e Orietta: il regno dei maestri della pasta all'uovo!
Foto
dairies Caseificio Dea Luna - Mozzarella Di Latte Di Bufala

La mozzarella di latte di bufala di Paestum “Dea Luna”, nasce dal nostro desiderio di offrire, al consumatore, un prodotto artigianale che, sebbene il contestuale utilizzo di tecniche antiche e moderne, conservi ancora il profumo ed il sapore di una volta.  


Dea Luna è ottenuta solo con l’utilizzo di latte fresco ed intero di bufala di razza mediterranea italiana ricavato mediante moderni macchinari per la mungitura ed antichi metodi e prodotti per l’alimentazione delle bufale.


Essa è prodotta e confezionata manualmente mediante un processo di acidificazione del latte a temperatura ambiente ottenuta mediante l’aggiunta di caglio di vitello. Tale processo porta il composto alla coagulazione  in circa trenta minuti ad una temperatura di 34- 36° C. La cagliata viene poi “rotta” fino ad ottenere dei granuli della grandezza di una noce. Questi vengono portati ad una successiva maturazione lasciandoli  nel siero per diverse ore per poi essere tagliati in fette sottili o macinati e messi a spurgare e a maturare per altri 30 minuti per poi passare alla filatura. Quest’ultimo procedimento è molto delicato perché le fette (od il macinato) vengono poste in un recipiente di legno e fatte fondere mediante l’aggiunta di acqua bollente. A questo punto la pasta fusa viene sollevata e tirata fino ad ottenere un impasto omogeneo e lucido dalla consistenza filiforme. Il casaro poi dà le forme più diverse che possono essere i bocconcini, le ciliegine, i nodini o le trecce. Dopo la realizzazione della forma si versano questi prodotti in acqua per pochi minuti, prima di trasferirli in apposite vasche per la salatura.


Come tutte le belle e buone cose fatte a mano, bisogna sapere come mangiarle e soprattutto come conservarle.


Dea Luna, nasce nella Piana di Paestum e, secondo la nostra tradizione casearia, la salatura della mozzarella avviene per osmosi per cui, per darle un gusto maggiormente salato, si consiglia di mangiarla dopo alcune ore dalla produzione, facendo attenzione al fatto che più è grande il formato e più tempo deve stabulare nella sua salamoia.  Infine, per apprezzare maggiormente il profumo e le caratteristiche organolettiche della nostra mozzarella, essa va consumata ad una temperatura intorno ai 16 gradi, riscaldandola o raffreddandola, mediante immersione della stessa, nella sua confezione, in una vaschetta colma d’acqua, calda o fredda, a seconda della stagione.


PERCHE’ DEA LUNA

Il termine Noctiluna (o Noctiluca) proviene probabilmente da “lux in nocte”, significa infatti “luce nella notte” e viene riferito alla luna. Gli antichi romani usavano questo termine per indicare i festeggiamenti in onore della Dea Luna, il 24 agosto.   La Dea Luna (chiamata anche “Luna Noctiluca”) viene rappresentata, come Selene, con una fiaccola in mano.   Essa era una divinità molto antica, era infatti già venerata dai Sabini e dagli Etruschi.  Ma è con i Romani, però, che vide il suo massimo splendore e le furono dedicati tre templi: uno sul Palatino, uno sul Campidoglio e un altro sull’Aventino (fondato da Servio Tullio). Durante i festeggiamenti, in cui si celebrava la femminilità, si chiedeva  fertilità e abbondanza per cui, questi santuari, erano illuminati con centinaia di torce e candele per tutta la notte.


La leggenda vuole che i romani, al fine di propiziare il raccolto, nelle notti di plenilunio, erano soliti spargere del latte di bufala, sui campi, in favore della Dea Luna.

Foto
agribusiness Pan' e Muzzarell'
“ Pan ‘ e Muzzarell’ “ coniuga la cultura gastronomica partenopea alla qualità dei prodotti regionali tipici . Inoltre , garantisce la sostanza della freschezza Giornaliera riguardante la vasta gamma di salumi e formaggi che vengono accuratamente le selezionati e proposti , Instaurando così un rapporto di fiducia tra chi è dietro al banco e chi vi è di fronte.

Prodotti genuini di alta qualità. Pan è Muzzarell' propone brand stellati,  premiati dai migliori organi di controllo alimentare.


O'Pan

Da noi troverete una vasta gamma di tipologie di pane e panini, fragranti e gustosi, prodotti con farine di qualità.
Quelli che più rappresentano la napoletaneità a tavola sono:

IL PANE CAFONE, (o casereccio) fatto con lievito naturale, in grosse pezzature, caratterizzate da abbondante mollica, molto profumata ed alveolata, crosta bruna e croccante. Ha la forma di una “mezza luna”. Il gusto inconfondibile è dato dal metodo di cottura:in forno a legna,alimentato con gusci di nocciola, conferendo aromi e gusto unico, al primo morso. E' un pane di antica tradizione e, per questo, catalogato tra i Prodotti Agroalimentari Tradizionali Italiani.

I FARCITI (ai friarielli, alle olive, alle noci ed ai peperoni) sono una chicca della nostra vetrina. Invitanti e dall'impasto ricco, appunto”farcito”, sono un' appetitosa alternativa per chi ricerca quel qualcosa in più al pane tradizionale. Ottimi da mangiare da soli, o in veste di MARENN'. Sono squisiti.

IL PANE DI MONTEVERGINE (Avellino): è un pane dalla lievitazione naturale a partire dal”criscito”, la pezzatura nei caratteristici ”palatino”, che superano abbondantemente il chilo, e si presentano alti, dalla crosta bruna, disomogenea, saporita. Grazie all'umidità della pasta, può durare di tre giorni. La mollica ha alveolatura abbondante e grosse bolle sotto la crosta, ed è di colore ecrù, in quanto la farina usata è molto grezza. E'un pane veramente gustoso.


A'Muzzarell'

Sappiamo tutti che la mozzarella è' un latticino con una base di formaggio fresco a pasta filata preparato, soprattutto in Campania, con il latte di bufala. Quella di qualità è bianca e lucente. La Mozzarella di bufala campana è l’unica in Italia a potersi fregiare del prestigioso marchio europeo Dop,  Denominazione di Origine Protetta. È un’eccellenza nazionale. E tra i tanti caseifici, noi di Pan' E Muzzarell', abbiamo attenzionato i migliori, da proporre ai nostri clienti:

BARLOTTI (Paestum-Salerno): diventato il simbolo della mozzarella, ed ha come clienti i più conosciuti chef, ed è sicuramente una delle migliori mozzarelle di bufale campane. E' delicata, leggermente dolce, con aroma di latte.

PONTE A MARE (Caserta): altra mozzarella eccellente. Si presenta perlacea e con una crosta sottilissima,che racchiude la pasta interna.
Vanta riconoscimenti da parte di GAMBERO ROSSO, principale guida dell'arte culinaria. La mozzarella di bufala Ponte a Mare ha un sapore unico, ed un retrogusto dolciastro dovuto alla filatura.

NONNA ROSA (Aversa): è uno dei principali caseifici di tutto l'agro aversano. L'azienda è da anni che lavora e che s'impegna a mentenere alto l'onore della mozzarella di bufala. E'delicata, leggera e piacevole.

Foto
dairies Caseificio Dea Luna - Mozzarella Di Latte Di Bufala

La mozzarella di latte di bufala di Paestum “Dea Luna”, nasce dal nostro desiderio di offrire, al consumatore, un prodotto artigianale che, sebbene il contestuale utilizzo di tecniche antiche e moderne, conservi ancora il profumo ed il sapore di una volta.  


Dea Luna è ottenuta solo con l’utilizzo di latte fresco ed intero di bufala di razza mediterranea italiana ricavato mediante moderni macchinari per la mungitura ed antichi metodi e prodotti per l’alimentazione delle bufale.


Essa è prodotta e confezionata manualmente mediante un processo di acidificazione del latte a temperatura ambiente ottenuta mediante l’aggiunta di caglio di vitello. Tale processo porta il composto alla coagulazione  in circa trenta minuti ad una temperatura di 34- 36° C. La cagliata viene poi “rotta” fino ad ottenere dei granuli della grandezza di una noce. Questi vengono portati ad una successiva maturazione lasciandoli  nel siero per diverse ore per poi essere tagliati in fette sottili o macinati e messi a spurgare e a maturare per altri 30 minuti per poi passare alla filatura. Quest’ultimo procedimento è molto delicato perché le fette (od il macinato) vengono poste in un recipiente di legno e fatte fondere mediante l’aggiunta di acqua bollente. A questo punto la pasta fusa viene sollevata e tirata fino ad ottenere un impasto omogeneo e lucido dalla consistenza filiforme. Il casaro poi dà le forme più diverse che possono essere i bocconcini, le ciliegine, i nodini o le trecce. Dopo la realizzazione della forma si versano questi prodotti in acqua per pochi minuti, prima di trasferirli in apposite vasche per la salatura.


Come tutte le belle e buone cose fatte a mano, bisogna sapere come mangiarle e soprattutto come conservarle.


Dea Luna, nasce nella Piana di Paestum e, secondo la nostra tradizione casearia, la salatura della mozzarella avviene per osmosi per cui, per darle un gusto maggiormente salato, si consiglia di mangiarla dopo alcune ore dalla produzione, facendo attenzione al fatto che più è grande il formato e più tempo deve stabulare nella sua salamoia.  Infine, per apprezzare maggiormente il profumo e le caratteristiche organolettiche della nostra mozzarella, essa va consumata ad una temperatura intorno ai 16 gradi, riscaldandola o raffreddandola, mediante immersione della stessa, nella sua confezione, in una vaschetta colma d’acqua, calda o fredda, a seconda della stagione.


PERCHE’ DEA LUNA

Il termine Noctiluna (o Noctiluca) proviene probabilmente da “lux in nocte”, significa infatti “luce nella notte” e viene riferito alla luna. Gli antichi romani usavano questo termine per indicare i festeggiamenti in onore della Dea Luna, il 24 agosto.   La Dea Luna (chiamata anche “Luna Noctiluca”) viene rappresentata, come Selene, con una fiaccola in mano.   Essa era una divinità molto antica, era infatti già venerata dai Sabini e dagli Etruschi.  Ma è con i Romani, però, che vide il suo massimo splendore e le furono dedicati tre templi: uno sul Palatino, uno sul Campidoglio e un altro sull’Aventino (fondato da Servio Tullio). Durante i festeggiamenti, in cui si celebrava la femminilità, si chiedeva  fertilità e abbondanza per cui, questi santuari, erano illuminati con centinaia di torce e candele per tutta la notte.


La leggenda vuole che i romani, al fine di propiziare il raccolto, nelle notti di plenilunio, erano soliti spargere del latte di bufala, sui campi, in favore della Dea Luna.

Foto
farms Azienda Agricola Il Mirtillo Valle Del Bitto

Salute e piacere in una sola bottiglia


Informazioni sulla nostra azienda
La nostra azienda produce mirtilli di quattro varietà (Brigitta, Barcklyn, Blue Crope e Duke) senza sottoporli a trattamenti con prodotti chimici di alcun genere, né concimanti, né antiparassitari, anche per non recare danno al contesto ambientale, naturale e biologico dove l’azienda è collocata.

Utilizziamo esclusivamente falciatrici elettriche per salvaguardare l'ambiente con un tasso di inquinamento praticamente nullo.


Il Mirtillo
L’azienda copre una superficie totale di 2,5 ettari e consta di due piantagioni separate: una in località Dossa (situata a 600 m s.l.m.) , di 0.7 ettari di estensione, e l’altra sita in Cosio Valtellino nella zona dei prati del Bitto, estesa 1,8 ettari.

La suddetta località, come la prima, è un ambiente naturale incontaminato da attività industriali, una vera e propria oasi riservata dalle autorità ad attività di esclusiva pertinenza agricola. In totale l’azienda consta di 7000 piante, benché non tutte in fase produttiva.


Foto
farms Oleificio Checchia

Olio Checchia... 100% italiano...estratto in Italia da olive coltivate in Italia...

Foto
agribusiness Azienda Vitivinicola Umberto Baccichetto Vìn di Latisane
Foto
agribusiness Acetaia Valeri Di Giacobazzi Valerio “E’ vero che un balsamico invecchiato potrebbe essere denso ma non è detto che un balsamico denso sia invecchiato”
Foto
agribusiness Oleificio Lupi Igino Solo olive nostrane, di primissima qualità, raccolte direttamente dalla pianta, al giusto grado di maturazione, e poi semplicemente spremute a freddo dalle macine del nostro frantoio.


Questi sono i nostri piccoli segreti per produrre un olio extravergine di primissima qualità, dalla bassa acidità e dal gusto dolce e delicato, e ricco di preziose sostanze naturali antiossidanti e antinvecchiamento!
Foto
dairies Caseificio Sociale Ponte Di Barbarano Tutto il sapore della tradizione!