Questa attività non fa parte del network EccellenzeItaliane
Sei il proprietario? Richiedi l'ID anticontraffazione!
Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
  SERAFINO VIA DEI CILIEGI 49
10071 BORGARO TORINESE (TO)
0114704949
Recommend an Excellence Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Report
Foto
roasting plants Caffe' Belardo

Nel cuore del territorio atellano, luogo storico della cultura campana, grazie alla magica sinergia tra passione e idee, si realizza il sogno del Sig. Alfonso Belardo di portare nelle case degli italiani un caffè eccellente. 


Foto
butchers Etrusco Carni
Foto
pasta factories Pastificio Donna Elisa

La Storia del Pastificio Artigianale

Siamo ristoratori e viviamo in Romagna, la terra di Pellegrino Artusi, il padre della cucina moderna.
Potrebbe bastare solo questo per sintetizzare la nostra storia.


Una storia che nasce …..anni fa da una grande passione: la cucina. E da un territorio, la Riviera Romagnola, che è la patria della pasta fatta in casa. Qui fare la pasta è tradizione, arte un vero e proprio modo di vivere.


La scelta delle farine, spesso prodotte da piccoli mulini che macinano a pietra utilizzando esclusivamente grani italiani selezionati, le uova provenienti da galline “terraiole” che pascolano libere per terra sono gli ingredienti della nostra produzione.


Poi c’è la lavorazione, artigianale secondo i canoni tramandati dalla tradizione.


Partendo dall’impasto, con ben 8 uova per ogni kg di farina fino alla trafilatura, per forgiare la pasta.


Per questa fase, fondamentale, usiamo unicamente trafile di bronzo, che rendono il processo più lento ma donano alla pasta una porosità ed una consistenza unica che esalta il condimento nella cottura.


Infine c’è la parte di produzione che ancora viene fatta “a mano” come una volta. Il lavoro lento e paziente delle pastaie, che seguono i canoni della tradizione contadina, fa si che ogni elemento sia diverso dagli altri esaltando così la natura “casereccia” del prodotto.

Foto
agribusiness Liquorificio Albimonte

Liquorificio Albimonte di Luigi Gennari è una piccola realtà produttiva artigianale individuale, con sede nel bellissimo borgo medievale di Saludecio, nata dalla mia grande passione per la ricostruzione storica, il recupero delle antiche tradizioni e la ricerca di aromi, profumi e sapori di un mondo lontano quasi perduto che non può essere però dimenticato. Ricerca storica e conoscenze scientifiche acquisite in anni di studio, sono quindi i fondamenti su cui si basa l'attività di questo piccolo liquorificio ispirato al modello degli antichi laboratori da speziale, ponendo però la massima attenzione nei confronti degli attuali standard di qualità, igiene e sicurezza alimentare. La produzione si articola su due tipologie di preparati: vini speziati e liquori aromatici, utilizzati in passato sia come gradevoli bevande da fine pasto che come rimedi medicamentosi.


Vini speziati

L'aggiunta di erbe aromatiche e spezie al vino era una pratica molto diffusa nell'antichità. Greci e Romani erano soliti modificare l'aroma e il sapore del vino utilizzando spezie pregiate provenienti dall'Oriente, profumate erbe aromatiche provenienti dal bacino del Mediterraneo e dolcificando con il miele, ottenendo così bevande dai molteplici gusti e profumi che accompagnavano feste, banchetti e rituali religiosi. Dioscoride, medico greco vissuto fra gli anni 60 e 78 d.C., scrisse un trattato sulle sostanze con effetti benefici per la salute dell'uomo, "De Materia Medica" dove descrive le proprietà di seicentosessanta piante, mentre Plinio il Vecchio (23-79 d.C.) nel suo trattato Naturalis Historia (nel libro “La medicina e le piante medicinali”) riporta l'impiego di piante nella preparazione di oli e profumi pregiati e anche come aroma e additivo dei vini, indicando in particolare i così detti vini stomachici, cioè dotati di proprietà favorevoli all’attività dello stomaco. Nel corso dei secoli quindi, i vini speziati assumono sempre di più il ruolo di veri e propri rimedi medicamentosi; nel Medioevo infatti, si credeva che le spezie possedessero molteplici prprietà curative che venivano associate all'intensa sensazione di calore percepita in seguito alla loro assunzione, facendo riferimento alla "teoria degli umori" del medico greco Ippocrate. Si comincia quindi a parlare di vini ippocratici, identificando una vasta famiglia di preparati a base di vino, erbe e spezie, impiegati come rimedio per vari disturbi, ma anche come gradevoli bevande da fine pasto quasi sempre presenti sulle tavole dei nobili. La produzione dei miei vini speziati, ottenuta mediante il sapiente dosaggio di pregiate spezie ed erbe aromatiche nel vino, si Basa quindi sulla ricerca e il recupero di queste antiche ricette.


Liquori

Il termine "liquore" che deriva dal latino "liquefacere" ossia "sciogliere o dissolvere" inriferimento ai metodi di insaporimento dell'alcool, attraverso un processo di macerazione, raggruppa oggi una vastissima gamma di prodotti diffusi in quasi tutte le parti del mondo, ed utilizzati come fine pasto o come ingredienti per vari preparati quali aperitivi, cocktail e preparazioni dolciarie. In realtà, l'arte della preparazione liquoristica, ha radici molto antiche e si basava sullapratica della distillazione già conosciuta al tempo degli Egizi, come testimoniano alcuni papiri risalenti al 1600 a.C.. Fu solo grazie agli Arabi però, che questa pratica si diffuse nel bacino del Mediterraneo tra il X e il XII secolo d.C. e successivamente, tramite la Scuola Medica Salernitana, vennero gettate le basi della moderna liquoristica. È attraverso la distillazione infatti, che si ottiene l'alcool, materia prima di base per tutti i liquori e conosciuto in passato come “aqua ardens” acqua che brucia in virtù delle sue caratteristiche di liquido limpido e cristallino (come l'acqua) che però brucia e nonimputridisce. All'alcool veniva quindi attribuito un potere ultraterreno e curativo al punto di essere considerato la quinta essenza della materia, lo spirito puro estratto dal vino, che già di per sé era considerato sostanza dalle importanti virtù medicamentose. Nel XIII secolo d.C. Arnaldo da Villanova, alchimista catalano e medico alla corte aragonese, fornì, nel libro “Trattato sugli spiriti”, un resoconto del procedimento relativo alla distillazione del vino in una “nuova acqua”, successivamente aromatizzata con erbe e spezie, in grado tra l'altro di guarire ferite aperte e piaghe. Più tardi, nel XV secolo, Michele Savonarola, medico presso la corte degli Este di Ferrara e nonno del ben più noto Girolamo, fornisce nel suo “Trattato dell'acqua ardente”, un quadro più preciso e completo riguardo l'arte della distillazione, descrivendo i metodi di produzione, le ricette e distinguendo l'acqua ardente in “semplice”, costituita cioè solo da alcool ottenuto mediante ripetute distillazioni del vino e “composta” cioè ottenuta dalla distillazione di erbe e spezie fatte preventivamente macerare nel vino o nell'alcool. Sulla base di questi antichi trattati e facendo riferimento a queste antiche ricette, ottengo quindi i miei liquori mediante l'attenta e sapiente distillazione, in alambicco tradizionale afuoco diretto in rame, di macerati alcolici di pregiate spezie ed erbe aromatiche ed officinali.

Foto
agribusiness La Camina'
L’antico metodo di lavorazione di mio padre rende questo vino semplice, ma di grande qualità e carattere.



Un metodo naturale, così come si faceva “una volta”.







Foto
farms Azienda Agricola Terre Del Veio

Situata all'interno dl Parco di Veio, la nostra azienda dispone di un terreno di circa 12 ettari coltivati a vigneto e dove ha la sede la nostra cantina.

Foto
agribusiness Galletti Di Galletti Aurelio & C Snc

La ditta Galletti vanta l'appellativo di ANTICO ACETIFICIO ARTIGIANO FIN DAL 1871 in quanto produce aceto di vino da 5 generazioni.

Il fondatore Galletti Francesco si era trasferito da Modena a San Daniele Po (Cremona), dove aveva acquistato un punto di sosta e ristoro per gli abitanti della piccola comunità e per coloro che transitavano con i barconi lungo il Po. Ai viaggiatori di passaggio venivano offerti prodotti tipici cremonesi in cambio di salumi parmensi e vini modenesi.

Accanto a questa attività il signor Galletti pensò di avviare la produzione di aceto. Nelle nostre terre infatti non si coltivavano uve pregiate e i vini erano di bassa gradazione facili quindi a svigorire e ad alterarsi ed adatti invece ad essere trasformati in aceto.

Fu così che nel 1871 nacque l' "Antica Fabbrica di Aceto Galletti".

Nel corso degli anni la ditta Galletti si è ampliata passando da uno a tre stabilimenti : due a San Daniele Po ed uno a Modena. I due situati a San Daniele Po (Cremona) sono dedicati alla produzione di: aceto di vino, aceti aromatizzati, aceto di mele, aceto di malto, aceto di riso, condimenti, estratti di malto e sciroppi di cereali.


Nella cantina di Modena si cura invece la produzione di aceto balsamico di Modena IGP. Pur essendo un'azienda artigiana a conduzione familiare, l'azienda Galletti è in grado di offrire il massimo delle garanzie al consumatore, perchè si avvale delle più moderne tecnologie di produzione e lavorazione del prodotto e garantisce un controllo costante della qualità dei vari lotti di produzione, grazie a Veridat, un attrezzato laboratorio interno ed alla consulenza di qualificati laboratori internazionali.


VERIDAT È UN LABORATORIO D'ANALISI AGROALIMENTARI.

Nasce come laboratorio di controllo e ricerca e sviluppo della Galletti snc , la quale ha investito in moderne attrezzature e personale qualificato. Il laboratorio dispone infatti di efficienti e moderne attrezzature in grado di offrire una vasta gamma di determinazioni con limiti di sensibilita' elevati e idonei anche ai prodotti destinati al baby food. Dal 2010 Veridat ha esteso i propri servizi anche all'esterno operando con continuità con Aziende dei comparti alimentari, conservieri e industriali e ottenendo l'accreditamento in conformità alla norma UNI CEI EN ISO / IEC 17025 rilasciato da Accredia con numero 1430 in data 13 febbraio 2014 .

IL NS. MOTTO E': TRADIZIONE – TECNOLOGIA E TRACCIABILITA'

Foto
farms Riso Goio 1929

La famiglia Goio ha iniziato la sua tradizione nel campo del riso grazie al fondatore Ernesto che nacque nel 1903. Nel 1929, dall’area di Novara si trasferì a Rovasenda dove diede vita all’attività affittando i terreni agricoli dei Conti di Rovasenda, nel cuore dell’area pedemontana detta Baraggia Vercellese, terreni argillosi che si prestano alla coltivazione del riso grazie a questa caratteristica naturale.


Nel corso degli anni, Ernesto, acquistò parte delle terre e nel 1964 grazie all’arrivo di Pietro in azienda è stato possibile incrementarne le superfici adibite a coltivazione. In seguito fu Emanuele che, da sempre convinto che il riso coltivato nel territorio della Baraggia avesse qualità superiori, aderì con entusiasmo alla valorizzazione della “Dop riso di Baraggia Biellese e Vercellese”, riconoscimento Europeo ottenuto nel 2007, l’ unico in grado di certificare la provenienza del prodotto !!!


In questi anni si è affinato un metodo di coltivazione che comporta un minor spreco d’ acqua e di prodotti chimici,  ritornando alla rotazione dei terreni,  tecnica già usata dal nonno: dopo 2 anni di produzione di riso da seme si semina per due anni la soia, potente azoto-fissatore. Alla fine del ciclo colturale, viene seminato a file interrate il Sant Andrea DOP, la varietà più tipica e antica della Baraggia. L’ intero ciclo avviene in asciutta, limitando l’ irrigazione dei campi a poche settimane.


Da pochi anni ci siamo affacciati sul mercato con marchio proprio per la vendita diretta.  I nostri migliori clienti risultano gli Chef di livello medio-alto,  sull’ intero territorio italiano e in parte d’ Europa.


Riso Goio Dop è l’ unico al mondo a raggruppare 4 caratteristiche: - E’ un riso Dop, unica Dop sul riso in Italia - Coltivato con rotazione colturale - Seminato in asciutta - Lavorazione extra (si portano i difetti vicino allo 0) Eccelle nella preparazione dei classici risotti per la sua elevata tenuta alla cottura e l’ abbondanza di amido che genera una mantecatura naturale. In fase di cottura sprigiona un aroma gradevole e particolare, dovuto alla semina in asciutta. Molto usato al centro e Sud Italia per la preparazione di Supplì e arancini, si dimostra un riso ottimo per la preparazione dei più svariati piatti.

Foto
agribusiness La Fonte Della Bonta'

La Fonte Della Bontà e' un negozio nel quale potrete trovare pasta fresca e molto altro, prodotto con materie prime Italiane, di qualità e senza glutine!

Foto
farms Azienda Agricola Monte Maria

L'azienda monte maria e basata in primo sulla produzione di olio di oliva canina poi su prodotti ortofrutticoli cona carciofi asparagi patate e meloni.

Foto
farms Cantina Vini Pregiati Mascarello Michele Snc

Tra morbide colline e castelli medioevali, dal 1927 e quattro generazioni la famiglia Mascarello produce vini a La Morra, porta delle Langhe e cuore della “zona del Barolo”.

Foto
pasta factories Pastificio Vadese
Foto
farms Arance & Diadema Di Sicilia L'Elisir Del Buon Gusto

L'azienda agricola di Franca Orlando nasce e si sviluppa nel territorio Riberese ove questo pregiato frutto acquisisce le proprietà ricche di benessere.

Foto
salami Alpi Srl - Cantoni Sergio Claudio
Tradizione, innovazione e amore per i prodotti artigianali, sono garanzia di qualità...