Questa attività non fa parte del network EccellenzeItaliane
Sei il proprietario? Richiedi l'ID anticontraffazione!
Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
  BOTTINI VALERIANO VIALE DELLA REPUBBLICA 64
65029 TORRE DE' PASSERI (PE)
0858884819
Recommend an Excellence Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Report
Foto
restaurants Ristorante Inferno&Paradiso

Aperto:

Pranzo: sabato e domenica dalle 12:30 alle 14:30
Cena: da lunedì a domenica dalle 20:00 alle 23:00 (eccetto mercoledì)

Foto
restaurants Ristorante Il Turcotto Dal 1816

Il ristorante al Turcotto è il locale più antico di Anzio, aperto dal 1816, non ha mai cambiato gestione, sempre tramandata di padre in figlio. Nel 2010 è stato premiato come locale storico e riconosciuto tra i 350 dʼItalia dallʼAccademia della Cucina Italiana.


Location

Il ristorante al Turcotto è situtato nell’angolo più bello di Anzio, con il suo belvedere a picco sul mare tra i resti del vecchio porto romano e la residenza estiva dell’imperatore Nerone. A questo panorama mozzafiato si è aggiunta da qualche anno, nei giardini sottostanti, la statua di Nerone – che ha avuto i natali proprio ad Anzio – la prima al mondo dedicata al controverso imperatore.


Ambiente

In estate si mangia sulla terrazza panoramica dalla quale si possono godere splendidi tramonti e serate incantevoli. L’ambiente interno, completamente a vetri, affaccia direttamente sul mare.


La nostra storia

Il Ristorante al Turcotto vanta una tradizione culinaria di quasi duecento anni. Il locale, aperto nel lontano 1816, è il più antico di Anzio e dintorni e nel corso di due secoli di storia non ha mai cambiato gestione, sempre tramandata di padre in figlio.

Gaetano Garzia proveniente da Toledo approda ad Anzio nel 1816 dove decide di aprire una piccola trattoria: “IL TURCOTTO” lungo il porto di Anzio che sarà trasferita più tardi nel centro del paese.

Per la sua carnagione scura e l’abitudine di portare una specie di fez rosso sul capo i suoi compaesani, come era allora usanza, gli conferiscono il soprannome di Turco e da lì Turcotto.


Negli stessi anni anche i fratelli di Achille aprono due nuovi ristoranti: il “Garda” con Giovanni Garzia, e il “Caprera” con Renato ed Enrico Garzia. La famiglia Garzia inizia così la grande tradizione della cucina portodanzese.

Con la II Guerra Mondiale i progetti per la costruzione del nuovo ristorante subiscono un rallentamento e la famiglia Garzia, come gran parte della popolazione, si rifugia a Roma. Un aneddoto, prima della partenza nonno Achille nasconde sotto le cantine, antichi magazzini del porto di Nerone pertinenti al ristorante, tutte le stoviglie, argenterie e attrezzature di sala e cucina sperando di salvarli dai tumulti dell’invasione dei nazisti e dai bombardamenti. E cosi è stato, perchè al rientro ad Anzio, dopo lo sbarco degli Alleati il 22 gennaio 1944, Achille trovò intatto tutto ciò che era riuscito a nascondere. Il lavoro che li attende a quel punto è duro e faticoso, ma il fervore e la voglia di ricominciare degli anziati e quindi anche dei Garzia è tanta e nel giro di poco tempo, grazie anche all’instancabile lavoro di Achille e dei suoi figli Oreste e Rodolfo, il ristorante Turcotto rifiorisce. Nei primi anni ’60 Achille lascia in eredità il ristorante al primogenito Oreste che nel 1965 muore tragicamente. La moglie Ermelinda, con i suoi tre figli ancora piccoli, Achille, Enrico ed Evangelista prende le redini dell’azienda portandola avanti con grande tenacia e capacità organizzative. Gestione che passerà agli inizi degli anni Settanta nelle mani dell’allora giovanissimo Enrico Garzia coadiuvato dalla sorella Evangelista, settima generazione della famiglia. Oggi il ristorante Turcotto tiene alto il prestigio acquisito nel corso di quasi due secoli, grazie al lavoro di Enrico, della moglie Patrizia e delle figlie Ermelinda e Maria, continuando a essere un fiore all’occhiello della tradizione gastronomica anziate.

Foto
Food & Wine Bar Miramonti di Paola Ferrante

BAR - PIZZERIA

Foto
restaurants Poldo 2 Cucina e Tradizione

Alla base di ogni azienda deve esserci estrema capacità di sapersi evolvere, mutare secondo i tempi, sapersi trasformare quando il tempo e le situazioni cambiano.


Cecilia Salvato cominciò la propria attività di ristorazione nel 1968 a Mondello, col Chioso Paradiso.

In realtà non si trattava di vera e propria ristorazione. Il chiosco vendeva panini e con una scelta non vastissima: cartoccio o panino con wurstel.


Oggi il cartoccio a Palermo è tradizione. Ma, non tutti sanno, la prima panineria che inventò quella prelibatezza fu proprio quella di nonna Cecilia.


Situato in piazza, a pochi metri dal mare e dalle baracche dei polpari, il Chiosco Paradiso non vendeva bibite. Accanto alla famiglia Salvato, infatti, c’era ’hi vendeva acqua e lattine varie… a quei tempi si preferiva evitare la concorrenza.


Passarono dieci anni di intenso lavoro ma anche di buoni guadagni, quando il Comune decise di privare Piazza Mondello dei chioschi e delle baracche che ostacolavano, con le loro strutture, la vista del mare. Bisognava trovare una soluzione. I soldi racimolati erano sufficienti a comprare un locale. Nacque così, nel 1987, la Panineria Poldo.


Il nome scelto, come gli amanti dei fumetti potranno intuire, fu quello dell’amico di Braccio di Ferro, famelico divoratore di panini. A gestire il nuovo locale i figli di nonna Cecilia, Cilia e Nunzio.


Altri dieci anni a gonfie vele per la famiglia Salvato che, con la bontà dei propri panini, arricchiti da una scelta più vasta, deliziò i palati dei giovani adolescenti degli anni ‘80 e ‘90. Le famiglie crescevano, le occasioni per allargarsi fervevano e Cilia decise di aprire un secondo locale.

Nacque finalmente Poldo 2, gestito dalla giovane Cilia Salvato e il marito Mimmo Bonito.

Foto
pizzerias Via Veneto Pizza

Qualità e cordialità al servizio del cliente, ViaVeneto Pizza dal 2012 allieta i palati dell' area vestina con gustosissime pizzette tonde.


Aperto tutta la settimana a Penne è possibile prenotare le pizzette al seguente numero: 3280736738


Mentre per la pizzeria a Loreto il giorno di chiusura è previsto Martedì, ed è possibile prenotare le pizze al seguente numero: 3388031738

Foto
restaurants Ristorante Alla Cucina delle Langhe

Dopo ben 56 anni di attività storica, continuiamo a proporre la tradizione piemontese e lombarda, con qualche chicca di altre regioni italiane, perché la cucina italiana è tutta bella e non finisce mai di stupire.


La nostra carta dei vini segue altrettanto questa scia, con una notevole presenza dei vini langaroli e piemontesi, senza dimenticare le eccellenze di altre regioni. Infine la presenza estera è rappresentata dai soli champagne.


Foto
pizzerias Nino U' Ballerino

La Milza è una Questione di Cuore...


All'interno del sito potrai raccogliere informazioni riguardanti Nino u' Ballerino e la sua attività che ormai è diventato un'icona del "cibo di strada" a Palermo.
Scopri la sua STORIA, guarda le FOTO e tieniti sempre aggiornato su EVENTI organizzati dal "Ballerino".
Scopri i LUOGHI più belli di Palermo consigliati da Nino u' Ballerino.

Pane con la milza
U pani c'a meusa, italianizzato in "il pane con la milza", è un esempio di tradizione gastronomica palermitana nel campo del cosiddetto "cibo da strada". La pronuncia corretta in palermitano sarebbe "pani c'a miévusa" con un allungamento della sillaba "ie".

Questa pietanza, tradizione esclusiva di Palermo, consiste in una pagnotta morbida (vastella), superiormente spolverata di sesamo, che viene imbottita da pezzetti di milza e polmone di vitello.

Pane e panelle
La panella, è una frittella di farina di ceci, è una delle specialità gastronomiche "da strada" della cucina palermitana.

Le panelle solitamente si mangiano in mezzo a panini con semi di sesamo, rotondi e morbidi (chiamati in siciliano mafalde), spesso accompagnate con crocchè di patate al prezzemolo (chiamate "cazzilli") o con altre specialità fritte in pastella, e condite a piacere con sale e limone.

Pane e crocchè
Le crocchè sono un piatto tipico della cucina siciliana a base di patate e latte, che vengono fritte dopo essere impanate in pan grattato.

Per rendere più corposo l'impasto, la tradizione siciliana vuole che le patate vengano schiacciate con una forchetta.
Si tratta di una specialità diffusa a Palermo, città in cui all'impasto si aggiunge il prezzemolo. A Palermo vengono chiamate anche "cazzilli".

Arancine
L'arancina (in siciliano arancìnu) è una specialità della cucina siciliana. Si tratta di una palla di riso fritta, del diametro di 8-10 cm, farcita tradizionalmente con ragù, mozzarella e piselli. Il nome deriva dalla forma e dal colore tipici, che ricordano un'arancia. Nella parte orientale dell'isola gli arancini possono anche avere una forma conica.

Foto
restaurants Ristorante Galarin

All'interno dell' Antico Castello di Candia nasce il Ristorante Galarin.

Specialità di mare accompagnate da elegante vista panoramica sul Lago.

Foto
restaurants La Locanda dei Sognatori

Accade così, non sai neache come sia successo, ti fermi un secondo e ti accorgi che stai sognando ad occhi aperti. Il bello di questi sogni è che li puoi pilotare verso le tue inclinazioni, è molto bello, sembrano film americani, dove tutto finisce bene, dove tutti vissero felici e contenti, dove i cattivi subiscono la loro pena...


L'esperienza insegna che per far sì che un sogno si avveri, innanzitutto si deve scegliere accuratamente il sogno. Perché ci sono due tipologie di sogni: quelli che si possono realizzare e quelli che non si possono neache prendere in considerazione.


Il patron, che la sa lunga, ha fatto una scelta molto accurata tra i sogni che teneva nel cassetto, e come un mago che dal suo cilindro fa apparire conigli e colombe, è riuscito a realizzare La Locanda dei Sognatori. Anche se il tutto non è avvenuto con la stessa facilità del mago, bisogna ammettere che il risultato non è niente male.


Alla locanda non si pecca di presunzione, sarebbe bello farvi sognare di rivivere un momento particolarmente bello della vostra vita con i sapori.


La Locanda cercherà di emozionarvi coinvolgendo i sensi, e se sarò all'altezza vi scalderà il cuore.

Foto
Food & Wine Mon Amour Paninoteca

La nostra storia potrebbe intitolarsi “Quando la passione si trasforma in un lavoro”.


Il cibo infatti, la buona cucina, il gusto per le cose buone sono una vera passione per noi! La nascita del  “Mon Amour” ha segnato per noi la trasformazione di una passione in un’attività lavorativa.


Tutto è cominciato un po’ per gioco, quando abbiamo cominciato a cucinare per i nostri amici durante le cene del sabato sera. Il loro apprezzamento è stato decisivo nella nostra scelta di allargare il nostro raggio di azione, di mettere la nostra esperienza al servizio di un numero sempre maggiore di persone.


In cucina abbiamo creato, sperimentato, realizzato idee che tenevamo chiuse nel cassetto e vedere negli occhi e nei sorrisi delle persone la soddisfazione e la gioia di chi ha vissuto una bella esperienza è stato lo stimolo principale a intraprendere questa strada. Il buon mangiare infatti da sempre è il luogo della socialità e dello scambio, crea una situazione di benessere che unisce, è condivisione e per noi è divenuto presto lo strumento per esprimere la nostra creatività. Una creatività al servizio dei nostri clienti.


La nostra bella Maremma, fra le colline e il mare, così naturalmente dotata di sapori, odori, prodotti meravigliosi, ha offerto la materia prima per la realizzazione di questo sogno. Abbiamo selezionato le tipicità produttive locali e ci siamo impegnati a farle conoscere attraverso i nostri piatti. Abbiamo compreso che “fare da mangiare” non bastava, era necessario che questo mangiare fosse di qualità e quindi che ognuno dei nostri piatti fosse strutturato con solide radici nella nostra terra. Ci siamo impegnati così a usare principalmente prodotti a km 0 e a creare delle relazioni con i produttori che fossero di vicendevole scambio, di dialogo, stringendo un legame forte con la nostra terra e con la sua immensa ricchezza.


Il “Mon Amour” nasce quindi come un il luogo in cui abbiamo realizzato questo nostro sogno, un luogo di incontro non troppo diverso dalle nostre case, le stesse in cui abbiamo cucinato per i nostri amici.


Ogni cliente è un amico che accoglieremo con l’attenzione che si riserva alle persone speciali.


Pietro ed Elisa


Foto
restaurants Ristorante C'è Posto Per Te

“Da bambino mi capitava spesso di correre con i miei amici lungo la strada di casa per arrivare ad un campetto dove poter giocare a pallone.


A metà di essa c’era un orticello sempre ben curato da un vecchietto, che tutti, affettuosamente, chiamavamo zio Pasquale. Chi avrebbe mai immaginato che un tale posto dove mi fermavo attaccato alla rete di recinzione, per ammirare il tramonto e assaporare il dolce profumo del mare portato dalla brezza pomeridiana, avrebbe trasformato in realtà il mio sogno nel cassetto?


Diventare un ristoratore.


Mio padre, conosciuto da tutti come uno dei migliori macellai di Castellammare di Stabia, avrebbe voluto che avessi continuato sulla sua strada, ma la mia caparbietà ha fatto sì che prevalesse su tutto, quello che serbavo nel cuore fin da piccolo, rendere quel fazzoletto di terra un luogo di spensieratezza e di piacere per il gusto.”


Pasquale Esposito


“La prerogativa principale dei piatti proposti nel mio ristorante è la qualità delle materie prime locali, selezionate con scrupolosità e competenza.


La costante ricerca di nuovi traguardi mi ha spinto ad acquisire nuove competenze in campo enogastronomico.


La selezione delle carni e i piatti con esse valorizzati, fatta con professionalità, esperienza, passione, è il nostro fiore all’occhiello e il nostro punto di forza.


I miei menù devono mantenere l’amore e il rispetto della tradizione della cucina napoletana, proponendo i sapori e i profumi di un tempo, i sapori di ” famiglia ” tramandati dalle nostre mamme e dalle nostre nonne.


Mi adopero affinchè ciò avvenga ma per i “palati” più raffinati cerco di apportare delle novità ai sapori e alle tecniche tradizionali. Per questo frequento la scuola di cucina e pasticceria “Dolce e Salato”, una vera e propria università della gastronomia, centro di formazione riconosciuto e accreditato dalla regione Campania, per completare e perfezionare la mia preparazione e per essere sempre aggiornata e al passo con le nuove tendenze enogastronomiche.


I due docenti stellati del corso : Giuseppe Daddio, di cucina, e Aniello Di Caprio, di pasticceria, hanno ulteriormente accresciuto in me la passione per l’arte culinaria perchè vedo realizzare, con grande maestria, tutto ciò che ho sempre desiderato fare. I miei ospiti devono poter gustare “il meglio” e devono essere accolti con la massima cordialità e professionalità dal personale di sala.


Questo per ringraziarli per averci scelto.


Angela Esposito

Foto
dining Coccole di Grano Fraschetta N 1

LABORATORIO di PASTA FRESCA


Su ordinazione, consegna a domicilio e catering


Foto
dining Caffè Masulli 1927

..Caffè Masulli dal 1927...

Foto
street food Chiosco Delle Streghe

Piadina come la vuoi tu! Corri che ti aspettiamo!!!


ORARI:


dal 1 Ottobre al 15 Aprile aperti tutti i giorni dalle 11.00 alle 20.00


dal 15 Aprile fino alla fine di Settembre siamo aperti fino alle 23.00


Chiusi il mese di Novembre.


Apertura per il giorno dell' Immacolata 8 Dicembre.


il 1 Gennaio 2020 festeggiamo 20 anni di attività!!!

Foto
restaurants Picus Ristorante Pizzeria

Picus ristorante pizzeria a piane di morro di Folignano......


By CARPE DIEM DI PICCHI ASYA!


�RISTORANTE
�PIZZERIA (ANCHE DA ASPORTO)
�PICCOLE CERIMONIE
�LUNEDÌ CHIUSO
�3886283740
�#nazzarenopicchisuperpizzaiolo
�#nazzarenopicchipizzaiolo

Foto
dining Zena Zuena

Il nostro valore, la nostra tradizione


Non siamo solo una focacceria ma un autentico GastroPoint. Abbiamo esportato il modello dell'antica sciamadda genovese dal centro storico alla parte più moderna della città, senza tralasciare le tradizioni, presenti nell'arredamento e nel menu.

Siamo aperti a colazione, pranzo, aperitivo e cena per accontentare i nostri clienti con le proposte più autentiche della tradizione gastronomica nostrana.

I piatti, interamente di nostra produzione, sono realizzati con le migliori materie prime. Nell’elaborazione di ogni ricetta mettiamo tutto il nostro cuore, genovese al 100%.

Sforniamo ogni giorno focaccia al formaggio, farinata e pizza condite con ingredienti di prima scelta, utilizziamo solo farina macinata pietra; abbiamo anche un menu gluten free.

La nostra “Osteria” propone primi piatti tipici liguri con pasta fresca, fritti, torte di verdura, e non solo...

Vi abbiamo fatto venire l’acquolina?
Venite a trovarci!