Roma capitale europea dei gourmet, Londra perfetta per mettersi a dieta. Carciofi alla giudia, pasta alla carbonara e coda alla vaccinara. Queste e altre prelibatezza hanno conquistato i palati sopraffini dei buongustai europei, che in fatto di preferenze culinarie non hanno dubbi: Roma e’ la vera regina della buona tavola per il 18% degli intervistati.

Non lasciano pero’ indifferenti nemmeno le delicatessen della capitale francese, votata dal 15% degli opinionisti di TripAdvisor e seguita a breve distanza da Barcellona (9%). Meno brillante il piazzamento delle citta’ del Regno Unito in tema di buona cucina: Londra e’ stata votata dal 19% degli intervistati come la citta’ europea con la cucina peggiore, male anche Liverpool e Birmingham i cui piatti sono poco apprezzati dal 5% dei rispondenti.

E’ quanto emerge da un sondaggio di TripAdvisor, il sito di recensioni di viaggio piu’ grande al mondo e la piu’ rinomata community di viaggiatori, condotto su quasi 3mila opinionisti europei, 700 dei quali italiani. Taxi lenti e costosi, automobilisti spericolati e poco attenti ai pedoni che rischiano di turbare la quiete delle lunghe passeggiate a piedi nel centro storico: non c’e’ da stupirsi che la Citta’ Eterna sia stata votata dal 10% dei viaggiatori intervistati come la citta’ europea in assoluto piu’ difficile da visitare.
Ed e’ ancora una punta di diamante del Belpaese a svettare al secondo posto della Top 5 delle metropoli del vecchio continente logisticamente meno adatte ai turisti: e’ Venezia, con i ritmi lenti delle sue calli e dei suoi vaporetti, costosi e poco adatti a spostamenti veloci, votata dall’8% dei rispondenti. A seguire la caotica Atene e la coloratissima Istanbul, a pari merito con il 5% dei voti, e a sorpresa, l’insospettabile Parigi (4%) e da Barcellona (3%).

Foto
notizie E...ccetera, specialità e vini calabresi a Bruxelles  Lo chef Aurelio Giglio pone l'accento su sapori calabresi e musica dal vivo
Foto
notizie Dai Paesani a Tokyo: la ventricina abruzzese alla conquista del Giappone Grinta, determinazione e nostalgia di casa: così Giuseppe Sabatino ha ritrovato i sapori dell’Abruzzo e li ha fatti conoscere ai gourmet del Sol Levante nella sua trattoria
Foto
notizie “Acqua e farina”, il sapore intenso della semplicità A Nizza la cucina italiana autentica che parla napoletano