“Tuscany Walking Festival”, camminare alla scoperta di un turismo sostenibile e scoprire le eccellenze naturalistiche della Toscana. Un passo dopo l’altro per guadagnare tempo.  Nella natura protetta dei parchi, ilFestival del Camminare moltiplica sei Parchi Naturali per centinaia di eventi. L’evento coinvolge tutte le isole dell’Arcipelago Toscano, all’inizio della primavera, per poi proseguire negli altri parchi della costa toscana, concludendosi dopo l’estate in Maremma.

La realizzazione di eventi come il Walking Festival rappresenta una delle risposte migliori per creare occasioni innovative e attivare flussi turistici consapevoli e sostenibili. In una fase di difficoltà economica che sembra penalizzare la Costa toscana (il 2010 si chiude in leggero calo delle presenze, -2,8 per cento per il segmento mare dovuto alla contrazione del turismo interno, contro un dato regionale complessivo incoraggiante, +2,7 per cento grazie al ritorno degli stranieri) il consolidarsi di questo progetto rappresenta un modello di lavoro per la nuova strategia di promozione turistica.

Sono ormai tre anni che tutte le isole dell’Arcipelago Toscano, all’inizio della primavera, sono impegnate nell’organizzazione dell’evento. La Regione Toscana, la Provincia di Livorno, le aree protette (un parco nazionale, tre parchi regionali, tre parchi provinciali) hanno unito le loro forze per garantire il miglior svolgimento delle manifestazioni nei territori locali.
L’idea guida del progetto è di sviluppare l’ecoturismo attraverso il coinvolgimento di diversi soggetti pubblici e privati (dai parchi alle imprese) tanto da permettere la creazione di sinergie fra settori complementari, come quello ambientale, quello ricettivo e quello agroalimentare.
”Quello che preme particolarmente alla Regione – aggiunge l’assessore Scaletti – è l’integrazione del progetto con le attività di comunicazione svolte dal sito www.turismo.intoscana.it. Ma anche per la valorizzazione di contenuti come la sostenibilità, e quindi un uso della risorsa turistica rispettosa dei limiti imposti dall’ambiente, con l’obiettivo di crescita delle conoscenze individuali sulla base della percezione di esperienze e della condivisione delle stesse.
Inoltre il recupero del fattore ”tempo”: la riscoperta di un turismo lento, dove le esperienze si vivono utilizzando tutto il tempo necessario per sentire e comprendere. E infine la destagionalizzazione, cioè la possibilità di creare turismo in periodo di bassa stagione anche per prodotti (come può essere il balneare e la costa) ritenuti più difficili. L’occasione giusta per scoprire tutto l’Arcipelago Toscano e non solo i luoghi più conosciuti della regione”.
Il primo appuntamento è per il prossimo sabato, 16 aprile, all’isola di Capraia. Una passeggiata in compagnia del presidente del Parco dell’Arcipelago, Mario Tozzi, e del ”turista per caso” Patrizio Roversi per gustare gli aspetti più caratteristici e singolari dell’antico borgo e della natura selvaggia che lo circonda. Il programma completo, e la risposta ad ogni curiosità, sul sito www.tuscanywalkingfestival.it.
Eccellenzeitaliane.com

Foto
notizie Ristorante Trattoria Da Pippo: “sentirsi a casa” gustando la qualità del Made in Italy Nella città tedesca di Turkenfeld, dopo anni di gavetta nel settore della ristorazione, Daniele Di Giacomo, originario dal Sud Italia, ha creato il suo ristorante italiano chiamato Ristorante Trattoria Da Pippo. La sua missione quotidiana è promuovere una cucina mediterranea che ha alla base prodotti freschi, genuini, capaci di esaltare il sapore delle ricette della sua famiglia italiana. Presso il suo ristorante il cliente si sente coccolato dalla sua loquace umanità, dalla sua professionalità e competenza nel soddisfare qualsiasi tipo di palato.
Foto
notizie Pasticceria Giovanni Pina, un’arte pasticcera in cui la tradizione si fonde alla creatività   La pasticceria storica Giovanni Pina è nata nel cuore di Trescore Balneario (Bergamo) circa 100 anni fa. Di fatti l’arte pasticcera della famiglia Pina è intramontabile e si tramanda di generazione in generazione. La Pasticceria Pina è nota per essere il luogo ideale per concedersi un’emozione o un sogno gustando una vasta selezione di dolci che spaziano dalla pasticcera secca a quella fresca. Ad arricchire le specialità vi sono tante torte e semifreddi preziosi per ogni tipo di occasione. Alla base di queste specialità vi sono ingredienti di alta qualità selezionati personalmente da Giovanni Pina che è sempre molto attento ad offrire alla sua clientela solo qualità e genuinità. Le sue creazioni sono frutto del suo costante studio. La sua attività di ricerca dell’equilibrio di gusti, fragranze e cremosità rende le sue specialità qualcosa di unico e speciale.  Giovanni Pina infatti non smette mai di mettersi in gioco in questo settore che gli consente di esprimere al meglio la sua creatività e la sua verve artistica. In questi anni è stato autore di interessanti pubblicazioni di settore. È noto per essere il fondatore dell’Accademia Maestri Pasticceri italiani e non smette mai di dispensare consigli a chi vuole intraprendere il suo stesso lavoro. In questa intervista emerge la dedizione, l’entusiasmo e la passione con le quali ogni giorno svolge questo lavoro.
Foto
notizie DDp The Elves Factory Quando il talento e la passione diventano un mestiere
Foto
notizie Ristorante Pizzeria Casanova: una location suggestiva per il Made in Italy in Germania Il Ristorante Pizzeria Casanova è situato a Freiburg in una location suggestiva che ispira le atmosfere vissute dal Casanova durante i suoi numerosi viaggi in giro per l’Europa. Il signor Matera Corrado se ne è innamorato a prima vista tanto da acquistarlo per poter realizzare il progetto di aprire il suo ristorante italiano all’estero.