Se si potesse tralasciare il difficile momento finanziario di questi ultimi tempi non sarebbe una notizia eccezionale quella che vede l’Ikea, colosso svedese dell’arredamento, comprare in Italia più di quanto venda. D’altra parte la storia del desin vede la nostra penisola come una fucina ricca di stili e forme diffusi ormai in tutto il mondo.

La vera notizia dunque è un’altra: il mercato del mobile italiano viene preferito a quello cinese anche per il prezzo. “ Recentemente” ha detto Lars Petersson, a.d. del gruppo in Italia “abbiamo individuato nuovi partner italiani che hanno preso il posto di fornitori asiatici, grazie alla loro competenza, al loro impegno e alla capacità di produrre articoli caratterizzati da una qualità migliore e a prezzi più bassi dei loro concorrenti asiatici”.

Colpo duro per il mercato cinese, che possiede nei suoi prezzi competitivi l’arma vincente. L’8% degli acquisti del colosso svedese viene fatto in Italia e soltanto il 7% è il volume delle vendite: l’Italia risulta essere dunque un punto nevralgico del mercato dell’Ikea che “ è alla ricerca continua di possibili sviluppi degli acquisti in Italia che punta ad incrementare”.La zona di produzione più redditizia è il settentrione: Lombardia, Piemonte, Veneto e Friuli. Particolarmente famoso è il territorio Brianzolo, comprendente Cantù e paesi limitrofi. L’affidabilità, la qualità del prodotto e la competenza fanno dei mobili italiani un’eccellenza esportata nel mondo: dallo stile Cantù a quello Veneziano. Ma il cavallo di battaglia del mercato italiano è un settore particolare dell’arredamento: la cucina. Una su tre venduta in tutto il mondo è stata prodotta in Italia.

Giangiacomo Morozzo

Foto
notizie L’energia rinnovabile? Tutto merito delle mucche Biolectric installa piccoli impianti biogas che trasformano i liquami in energia elettrica e termica
Foto
notizie Pellicceria Ciro Zaccone, la storia di un uomo che ha creato il suo “impero” da zero   La Pellicceria Zaccone a Napoli è nata nel pieno degli anni Sessanta grazie al talento e al coraggio dell’imprenditore Ciro Zaccone che dopo tanti anni di esperienza nel settore delle pellicce ha deciso di realizzare il suo sogno di creare una sua azienda in questo settore molto in voga. Le pellicce dell’azienda Zaccone erano amate da tutte le famiglie altolocate di Napoli e provincia che non potevano rinunciare a sfoggiare un capo di così grande qualità, creatività e originalità. Il signor Ciro Zaccone era un uomo molto creativo e minuzioso. Amava selezionare personalmente le pelli dei suoi capi che creava grazie al suo talento innato per il lavoro artigianale di qualità. La sua azienda ha riscosso un grande successo e ottenuto innumerevoli riconoscimenti nel corso degli anni sino al 2010 circa, anno di chiusura definitiva dell’attività. Il signor Ciro è sempre riuscito a stare al passo con le mode e le esigenze della sua vasta e rinomata clientela. Del suo sogno, del suo coraggio e soprattutto del suo spirito imprenditoriale che lo hanno reso un uomo di successo e da esempio per chi vuole affermarsi in questo settore, ci parla con tanto orgoglio ed emozione il nipote Francesco Contiello a pochi mesi dalla scomparsa, in questa esclusiva ed ispiratoria intervista.
Foto
notizie Salumi Emmedue: gusto, tradizione, genuinità   «Non dobbiamo mai dimenticare le nostre origini, né lasciare da parte l'artigianalità. Sono ciò che ci definisce, il nostro punto di forza, e ne siamo particolarmente fieri».  
Foto
notizie La Lotta Pizza, il regno della pizza di alta qualità in Olanda   La Lotta Pizza a Utrecht nasce dall’amore per l’alta qualità del nostro Made in Italy di Luca che poco più che ventenne si è trasferito in Olanda per immergersi a pieno nell’ambito della ristorazione italiana all’estero. Dopo aver accumulato tante esperienze nel settore e aver appreso innumerevoli dinamiche e conoscenze ha deciso di aprire il suo locale in cui è possibile gustare una pizza di alta qualità, frutto di tanto studio e analisi di ingredienti che fanno davvero alla differenza. Alla base della pizza che gusterete in questo locale vi è un impasto fatto con vero lievito madre e una combinazione di farine biologiche che lo rendono leggero e altamente digeribile. La farcitura è fatta da ingredienti selezionati con minuzia e importati direttamente dall’Italia e che rispettano la stagionalità. Difatti per ogni stagione il menù de La Lotta Pizza è in grado di offrire una varietà di pizze innovative che consentono ai clienti di esplorare a pieno la combinazione di sapori inediti che richiamano alla mente ricordi ed emozioni in cui il vero Made in Italy regna sovrano. Della sua esperienza di giovane ristoratore italiano all’estero e di quanto la gavetta sia emblematica per dedicarsi a questo tipo di lavoro ci parla con tanto entusiasmo Luca in questa esclusiva intervista.