Il trasporto merci esce dal tunnel della crisi. Dopo quasi un biennio di indicatori negativi, i dati di traffico dell’intero 2010 confermano, infatti, la ripresa economica mondiale gia’ registrata nel primo semestre dell’anno, seppure a ritmi piu’ contenuti. Riparte lentamente il trasporto su gomma (piu’ spedito l’internazionale e il collettame), in significativa ripresa il trasporto marittimo, decisamente sostenuta la crescita del traffico aereo.

Continua, invece, a calare il trasporto su ferro, evidentemente per motivi non piu’ legati alla crisi economica. E’ questo il quadro che emerge dalla nota congiunturale sul trasporto merci del Centro Studi di Confetra. I dati del fatturato mostrano un andamento piu’ elastico di quelli del traffico: il fatturato unitario continua a calare nel trasporto su strada, resta sostanzialmente stazionario in quello su ferro, mentre cresce in quello marittimo e nel traffico aereo.

Se da un lato il trasporto aereo ha fatto registrare un aumento di quasi 140.000 tonnellate di merci rispetto al 2009, dall’altro la ripresa del trasporto marittimo trova conferma nelle stime dell’istituto specializzato sulla navigazione delle portacontainer Alphaliner: a livello mondiale, mentre a dicembre 2009 erano circa 500 le navi all’ancora, con una capacita’ inutilizzata di oltre 1,5 milioni di teu, lo stesso istituto ha stimato, per l’intero 2010, una stiva inutilizzata di circa un milione di teu, ben lontana dai valori di una decisa ripresa, ma comunque ridotta del 33% rispetto al 2009. Anche il transito dei mezzi pesanti attraverso i principali valichi transfrontalieri si stima possa far registrare a fine 2010 un incremento medio intorno al 10 per cento rispetto al 2009.

Fonte: Adnkronos

Foto
notizie Ristorante Le Pinocchio, cucina italiana di alto livello a Monaco Raffinatezza e sapori italiani conquistano i palati del Principato
Foto
notizie Pizza Uno a Chênée: dalla Sicilia con amore Nel distretto di Liegi, Domenico Ammavuta tiene alta la bandiera delle grandi tradizioni italiane. Pizza e pasta di prima qualità realizzate rigorosamente “a conduzione familiare”
Foto
notizie Ristorante Da Vito: la fedeltà del Made in Italy dello chef Vito Signorello Nella zona tedesca della suggestiva Lipsia, lo chef Vito Signorello ha fondato da più di ventiquattro anni il suo ristorante italiano all’estero, il Ristorante Da Vito. In un ampio e luminoso locale dai colori tenui e rilassanti, è possibile gustare le vere ricette tradizionali della cucina regionale italiana. Le ricette dello chef Vito sono autentiche, tramandate di generazione in generazione. Molto richiesti sono i primi di pasta fresca come i tortelloni, le tagliatelle, i ravioli e le lasagne offerte in tutte le varietà e con ingredienti freschi e di qualità come funghi porcini, spinaci, salmone, parmigiano. Apprezzato è anche il pesce di come la gustosa sogliola alla griglia e il prelibato filetto di salmone al vino.
Foto
notizie Bella Napoli Italian Food &Tastes: la Professionalità, la Passione e la Genuinità del Made in Italy A Punta Cana nella regione della Repubblica Dominicana più nota per i suoi 32 km di spiagge cristalline e meta di turisti provenienti da tutto il mondo, è possibile gustare la cucina tradizionale italiana presso Bella Napoli Italian Food & Tastes del signor Giuseppe Stammegna.