energy_flower
Nei tempi d’oggi, dovesocial network e filosofia web 2.0da fenomeni di costume si sono evoluti a stili di vita, “condivisione” è ormai diventata la parola d’ordine.
Dopo il boom delcar sharing, l’Italia segue la scia virtuosa anche nel campo dell’energia solare, grazie aSolar Share, un progetto 100% made in Italy che va incontro a quanti non hanno la possibilità di installare un impianto fotovoltaico sul proprio tetto.
Il servizio promosso da LifeGate , in collaborazione con ForGreen , consente di superare ogni limite geografico prevedendo la continua redistribuzione energetica fra le dimore che hanno deciso di convertirsi al sostenibile  attingendo al centro nevralgico costituito dall’impianto “ La Masseria del Sole” di Lecce (di potenza pari a 997,92 kWp), che eroga l’energia solare in seguito diramata alle 121 famiglie dislocate da un capo all’altro dello Stivale attualmente facenti parte della Cooperativa.

A guidare la fila delle 13 regioni “green”, figurano con il maggior numero di adesioni Veneto e Lombardia (rispettivamente 53 e 42), a seguire Piemonte (8), Emilia Romagna (4), Liguria (3), Trentino Alto Adige (2), Umbria (2), Toscana (2), Puglia (2), Lazio (1), Sardegna (1), Friuli Venezia Giulia (1), Abruzzo (1).

Per ridurre in maniera consistente il proprio impatto sull’ambiente , la cooperativaSolar Shareha oltretutto deciso di edificare il parco solare al di sopra di un’area dismessa, sede di una discarica giunta a fine vita e bonificata.

fotovoltaico
Aderire al circuito è un’operazione piuttosto semplice, basta infatti versare quote associative commisurate al proprio fabbisogno, in modo tale da ricevere elettricità pulita indipendentemente dall’ubicazione della propria abitazione rispetto all’impianto leccese senza dover ricorrere all’installazione di un impianto domestico autonomo.
Unica ovvia necessità è che ciascun nucleo familiare disponga di un contatore domestico.

Oltre ai vantaggi dati dal taglio dei costi in bolletta , sul versante incentivi l’acquisto di un numero di quote pari al numero di chilowatt (kW) di potenza del proprio contatore consente ai consumatori di godere di un interesse sul capitale investito pari al 7%, restituzione di parte del capitale per l’energia non consumata in un anno; qualora invece venisse consumata meno energia di quella preventivata verrà riconosciuto un conguaglio al termine di ogni anno solare.

Nel continente europeo d’altronde la cooperazione energetica non è affatto una novità: ad esempio in Belgio la CooperativaEcopowervanta oltre 45.000 soci, 26 MW di impianti installati e 95 milioni di chilowattora all’anno di energia verde erogata.
In Germania le famiglie che partecipano a cooperative per l’autoproduzione di energia rinnovabile superano quota 80.000.

 

Foto
notizie Ristorante Luce: dove la tradizione umbra sposa la modernità   Il Ristorante Luce è un progetto nato dall’idea di Francesco e Paolo Gori, due fratelli uniti dalla passione della cucina, del territorio, della tradizione e della modernità. Dopo anni di esperienza nel campo della ristorazione maturate nei più in prestigiosi ristoranti umbri, i due fratelli Gori hanno deciso di rimettersi in gioco ed evolvere. A Novembre 2018 hanno aperto a Perugia questo ristorante che sta riscuotendo tanto successo consentendo loro di concretizzare il loro sogno ambizioso.
Foto
ristorazione Fish & More: passione per il mare targata Made in Italy Se siete nella città svizzera di Basilea e avete voglia di gustare un piatto di delizie marinare a base di freschi crostacei, molluschi o filetti di pesce potete recarvi presso il ristorante Fish & More.Noto e apprezzato per la freschezza e l’attenta selezione dei suoi prodotti ittici, Fish &More è il luogo ideale per intraprendere un viaggio nei sapori e nelle delizie del Made in Italy.Oltre ai piatti misti di pesce è possibile gustare carpacci, linguine, insalata di polpo allo scoglio e tante altre prelibatezze capaci di soddisfare qualsiasi palato o esigenza.
Foto
notizie La Locanda da Antonio: essere perseveranti nel salvaguardare il vero Made in Italy all’estero Immersa in un ambiente elegante e rilassato La Locanda Da Antonio, in Austria, è il sogno avvenuto realtà del signor Antonio Sarracino, originario dalla Puglia. Ogni giorno con passione e professionalità il signor Antonio ci tiene a salvaguardare e tutelare l’eccellente Made in Italy all’estero. Il suo obiettivo ambizioso viene perseguito offrendo una vasta scelta di prodotti genuini e freschi che apportano un valore e un sapore ineguagliabili. Nella Locanda Da Antonio il cliente si sente coccolato e guidato. Antonio riserva molto spazio elle famiglie con bambini e cani. È molto vicino alle loro particolari esigenze perché egli crede nel valore del contatto umano.
Foto
notizie L’incredibile gelato di Giovanni Santin A Wernigerode, in Germania, c’è un friulano “tostissimo” che ha aperto due gelaterie di successo. Prodotti IGP, materie prime di qualità e una storia da film sono i segreti di questo vulcanico imprenditore