Come è ormai noto le PA italiane stanno entrando nell’era della digitalizzazione anche nel variegato mondo della burocrazia e delle amministrazioni locali. Con il prossimo passaggio al federalismo fiscale , si rende necessaria una revisione dei contenuti e dell’accessibilità dei portali regionali, in modo da poter offrire un servizio omogeneo su tutto il territorio nazionale.

Una ricerca commissionata dal Ministero dell’Innovazzione , condotta dall’Università del Salento, insieme ad Inforav ed Eustema, dimostra come ci siano molte diparità tra i siti istituzionali delle Regioni; ogni Regione ha un proprio sito e una struttura distinta, sia per accessibilità che per contenuti, il che evidenzia anche la propensione o meno verso il web 2.0 e tutto ciò che ne concerne.

Estrapolando i dati della ricerca si nota come ci sia un approccio differente fra Nord e  Sud del Paese: un Nord/Nord-Est che offre molti servizi avanzati, in linea con le nuove esigenze degli utenti, mentre un Sud che nella maggior parte dei casi presenta portali di tipo esclusivamente contenutistico, limitando l’interazione con i propri cittadini.

Tra le eccezzioni c’è da annoverare quella della Regione Basilicata: il sito del portale istituzionale lucano rientra nella speciale classifica dei migliori 10 siti nazionali, conquistando la nona posizione. Anche Puglia e Calabria si distinguono per una spiccata propensione alla pubblicità legale. Tutti i portali però sono in linea con i dettami della Legge Stanca del 2004, per favorire l’accesso dei soggetti diversamente abili agli strumenti informatici di ultima generazione.

L’indagine rientra in una più ampia strategia per garantire alla cittadinanza un servizio locale più efficente e con standard omogenei in tutto il Paese. Inoltre, l’elevato numero di utenti che si affaccia ai portali delle Regioni è un chiaro segnale di come l’informazione locale sia il futuro, considerando l’ormai prossimo federalismo fiscale. Infatti, l’attenzione degli utenti si sposterà dalla PA centrale a quelle dislocate nelle regioni di provenienza; questo potrebbe causare diversi disagi nell’accesso a servizi e informazioni.

Servirebbe perciò un’uniformità di servizi ed una regolamentazione nella progettazione dell’offerta Web da parte delle regioni, nel rispetto dello spirito di confronto e riutilizzabilità introdotto anche dalla riforma Brunetta. Le Linee guida per i siti web delle PA si collocano a pieno titolo nell’ambito delle iniziative di innovazione delle amministrazioni pubbliche promosse dal Ministro Brunetta per realizzare un rapporto aperto e trasparente con i propri utenti e avviano, per la prima volta in Italia, un processo di “miglioramento continuo” della qualità dei siti web pubblici.

Eccellenzeitaliane.com

Foto
notizie Perfetto Pizza Italiano, un angolo d’Italia in Romania   Nella città universitaria di Cluj-Napoca in Romania, da pochi mesi è possibile gustare l’autentica pizza italiana grazie alla pizzeria Perfetto Pizza Italiano. È considerata “un angolo d’Italia in Romania” perché è un posto che rimarrà impresso nella vostra memoria per quanta cordialità, giovialità e amore autentico per il Made in Italy si respira in esso. Il progetto di questa pizzeria è nato proprio dalla passione e l’amore per l’Italia, per i suoi inediti colori, gustosi sapori e inconfondibili odori che sono stati ricreati alla perfezione e con tanta professionalità da uno staff che lavora con passione, motivazione e competenza. Sarà facile lasciarsi contagiare da quest’atmosfera positiva e allegra mentre si gusta una pizza di qualità che ha alla base un impasto facilmente digeribile.
Foto
notizie Eiscafè Italia: tradizione e innovazione per un gelato artigianale al 100% italiano   In Germania è possibile gustare l’autentico gelato italiano grazie a Gianluca Esposito e la sua gelateria Eiscafè Italia. Qui si produce il gelato in modo tradizionale da oltre 50 anni. La qualità del gelato dell’Eiscafè Italia risiede nell’ utilizzo di prodotti freschi e naturali. Il gelato alla frutta, ad esempio, viene fatto esclusivamente con frutta vera.  La panna si fa con latte proveniente da Ravensburg.
Foto
notizie Stecca cucina Italiana: l’esperienza e la professionalità che differenziano il Made in Italy di qualità   Il signor Stefano Stecca ha voluto investire tutte le sue esperienze pregresse e di successo nel campo della ristorazione nel regno Unito, a Londra, aprendo il Ristorante Stecca Cucina Italaina. Egli ha infatti lavorato nei migliori ristoranti Michelin britannici come chef. Grazie alla sua esperienza e professionalità, in un ambiente caloroso e familiare e al tempo stesso elegante e raffinato, potrete gustare nella capitale britannica il meglio della cucina tradizionale italiana con alla base ricette autentiche e prodotti freschi e genuini al 100% Made in Italy.
Foto
notizie L'origine della Pizza Alla scoperta di un grande successo Made in Italy