accessories
L’artigianato artistico fiorentino di qualità si prepara a volare in Cina alla volta di Shangai per essere ammirato in una vetrina d’elite in concomitanza dell’inaugurazione del nuovissimo designer outlet “Florentia Village” , che con la sua estensione di 60.000 mq popolata da 200 negozi dibrand italiani ed internazionali, è destinato ad affermarsi come meta d’obbligo per chi sceglie l’eleganza senza dover rinunciare alla convenienza.

Un pregevole allestimento di 180 mq, progettato per rievocare nelle sue suggestioni le linee dell’architettura classica italiana, ospiteràla creme de la cremedell’ingegno manifatturiero che ha saputo eleggere Firenze come indiscusso sinonimo di arte, qualità di vita e prodotti d’eccellenza.

shanghaiLuci notturne della tecnologica Shangai

Sotto l’egida del gruppo R.D.M, l’ambasciata cittadina è stata selezionata dall’ Osservatorio dei Mestieri d’arte di Firenze (OmA), attingendo dal proprio circuito di esperti del manifatturieroquattro icone storicheche dal 22 al 25 gennaio saranno protagoniste con i loro pezzi unici narrando agli intenditori asiatici il proprio indissolubile legame col territorio.
Conosciamo meglio questi big.

Paolo Penko
E’ Maestro d’arte orafa, designer e scultore nonché appassionato conoscitore del Rinascimento, da cui trae ispirazione per la realizzazione di molti suoi monili.
La sua bottega sorge a due passi dal Duomo e sforna pezzi unici rigorosamente handmade in ossequio alle antiche tecniche dell’arte orafa fiorentina: traforo, il cesoro, l’incisione a bulino e il niello.
A Firenze alcune delle sue opere più significative sono entrate a far parte della collezione del Museo Nazionale del Bargello e del Museo degli Argenti di Palazzo Pitti.
www.penkofirenze.it

Ranfagni Gioielli – I Gioielli Ranfagni sono dal 1948 l’espressione di una vita dedicata al mestiere orafo.
Le incisioni, gli smalti, le pietre risplendono in creazioni sublimate dai bulini e dai ceselli e che prendono forma in delfini, pesci, rami in fiore, così come la natura ce li propone.
Con uno sguardo attento alle nuove tendenze di mercato, Ranfagni dal 2003 è presente nelle migliori catene di negozi di lusso/moda in Giappone e nelle nuove stanze della sezione oreficeria contemporanea nel Museo degli Argenti di Palazzo Pitti a Firenze.
www.ranfagnigioiellifirenze.it

La Scuola del Cuoio ® – La Scuola del Cuoio ha debuttato nell’immediato dopoguerra grazie alla collaborazione tra Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e i membri della famiglia Gori, pellettieri fiorentini fin dal 1930.
La famiglia porta tuttora avanti la creazione di manufatti in pelle elaborati seguendo precisi criteri di alto artigianato, lontani anni luce dalla produzione di massa.
Parallalelamente alla tradizionale pelletteria artistica, decorata a mano con foglia d’oro 22 kt, viene sviluppata la produzione di borse.
Questa rara combinazione fra insegnamento, produzione e vendita attira clienti e studenti da tutto il mondo.
www.scuoladelcuoio.com

Stefano Bemer ® – La sua storia inizia nella natia Greve in Chianti, dove aprì la prima bottega di riparazione di scarpe prima di arrivare a Firenze e perfezionarsi, arrivando a realizzare modelli interamente fatti a mano, amati da grandi nomi del jet set e da numerose nobili famiglie italiane e d’Oltralpe.
Oggi l’azienda prosegue in questo solco ed è divenuta un riferimento qualitativo a livello mondiale nel settore delle calzature da uomo.
www.stefanobemer.com

 

Foto
notizie La Porchetta di Ivan Danesi, la tradizione culinaria abruzzese approda in Spagna   Da più di 50 anni, la famiglia Danesi produce porchetta rispettando l’autentica tradizione abruzzese. Questa attività di successo è nata da un’idea di Ivan Danesi, entusiasta e motivato nell’esportare a Barcellona questa tradizione culinaria, altamente gustosa. Grazie alla Porchetta di Ivan Danesi potrete gustare una porchetta che ha alla base una carne selezionata con professionalità e minuzia per offrire alla propria clientela un gusto inimitabile. La carne utilizzata è di maiale bianco incrociato con il Duroc (razza autoctona della zona iberica). Ciò garantisce una giusta proporzione tra la parte grassa e la parte magra del maiale. Si ottiene così una porchetta dal gusto equilibrato senza aggiunta di conservanti e additivi. Ad arricchire il suo gusto ci pensa un mix di spezie provenienti direttamente dall’Abruzzo. La Porchetta di Ivan Danesi distribuisce questo prodotto culinario a ristoranti e negozi in tutta Spagna. Nota è la partecipazione ad importanti eventi, catering e festival di street food. Del successo di questo prodotto culinario italiano e delle peculiarità di una gustosa porchetta in grado di fare la differenza, ci parla in questa intervista Joan, amante dell’autentico Made in Italy, a cui Ivan Danesi ha da pochi anni ceduto la sua attività, molto affermata in tutta la Spagna.
Foto
notizie Marcello's a Cork: il richiamo del gusto italiano Lo chef romano Marcello Liotta ha aperto un ristorante che coniuga la tradizione della nostra cucina con un’offerta gastronomica vegan friendly