La Basilicata e’ la prima regione italiana che si presenta all’interno del Padiglione Italia all’Expo 2010 a Shangai. Filo conduttore della partecipazione lucana e’ la ”Regione Parco”, cioe’ parco naturale per le sue bellezze e i paesaggi incontaminati ma anche parco tecnologico per l’attenzione alla ricerca e allo sviluppo che caratterizza la Basilicata.

E’ questo il contributo che la Regione Basilicata ha inteso dare al tema del ”Better City, Better Life” (citta’ migliore, vita migliore), scelto dall’Italia per offrire al vasto mercato cinese il meglio del made in Italy. Realizzato con progettazione, materiali e tecnologie interamente italiani, l’ampio spazio espositivo interpreta la modernita’ e il passato della Basilicata.Intanto si sono registrati più di 70.000 visitatori al Padiglione Italia, con una media di oltre 30.000 al giorno, a tre giorni dall’apertura dell’Expo di Shanghai, evento che si e’ gia’ guadagnato la reputazione di “Expo dei record”. E inoltre in visita ospiti illustri, tra cui Liu Yongqing, moglie del presidente cinese Hu Jintao, che ha visitato il Padiglione in anteprima, tre primi ministri stranieri e il noto compositore, trombettista e produttore discografico Quincy Jones, conosciuto al grande pubblico per aver prodotto l’album piu’ venduto della storia, “Thriller” di Michael Jackson.

 

Foto
notizie Serate d'eccellenza al Ristorante da Pino Serate enogastronomiche con prodotti di pregio in un gioco di gusto e raffinatezza offerto con simpatia
Foto
notizie Osteria Piemonte In una vecchia fabbrica per la produzione di macchine agricole, sapori e piatti tipici del cuneese
Foto
ristorazione A Casa di Papi dove si degusta l’amore per la buona cucina. Il ristorante è aperto dal 1978 ed orami un luogo simbolo per molti abitanti di Haarlem.
Foto
notizie Esperienza, tradizione e intuito gastronomico: il tris vincente della famiglia Martone Da Vitulano, in provincia di Benevento, a Edimburgo: due fratelli campani hanno fatto breccia nel cuore dei residenti e degli Italiani di Scozia, grazie all’unione di due grandi classici delle rispettive cucine