giappone-radioattivita
Un’ invenzione che porta fieramente il vessillo del Made in Italy regala nuova speranza al Giappone , dove le fonti idriche circostanti l’area di Fukushima sono state gravemente contaminate da sostanze radioattive a seguito dell’incidente occorso nella centrale nucleare colpita dal disastroso maremoto del marzo 2011.

Il macchinario, i cui dettagli costitutivi sono ancora tutelati dal più stretto riserbo, è stato costruito dall’Ingegnere padovano Aldo Marin , che, dopo aver fatto sperimentare il proprio sistema nei laboratori Arpav di Padova, dall’Università di Pavia e dal Cnr , lo ha voluto contraddistinguere assegnandogli il nome, assai evocativo, di Wow (Wonderful Water) .

Sinteticamente descritto come un “separatore di molecole a unico stadio“, il dispositivo non utilizza il ben noto meccanismo dell’osmosi inversa e non ha affatto bisogno di filtri; dalle anticipazioni emerse si prospetta essere in grado di purificare l’acqua non solo dagli elementi radioattivi, ma anche da qualsiasi altra impurità trasportata.

Fukushima: fuga 300 tonnellate acqua altamente radioattiva

Il ventaglio delle possibilità d’impiego che si apre è a questo punto ampio, comprendendo la depurazione delle acque di fognatura, nonché dei reflui di matrice industriale .

In attesa di conoscere maggiori informazioni, si sa che il primo test su ampia scala verrà portato a termine nel mese di dicembre presso Saluggia, in provincia di Vercelli, dove staziona il deposito di scorie nucleari Avogadro.

In una già avvenuta simulazione, in cui è stata utilizzata come campione un’acqua affetta da contaminazione seimila volte peggiore di quella che ha raffreddato i reattori di Fukushima, l’invenzione ha dato prova delle sue notevolissime capacità, garantendo un abbattimento della concentrazione di Cesio di 7.500 volte nei liquidi trattati.

L’ing. Marin è stato già prontamente convocato a Tokyo per mostrare dal vivo agli scienziati nipponici il funzionamento di Wow.

incidente-fukushimaFukushima. Un’immagine che rievoca lo spaventoso incidente nucleare del 2011

Foto
notizie Armi dei Fratelli Piotti, una tradizione familiare intramontabile   Nell’ officina dei Fratelli Piotti a Gardone Val Trompia, nel bresciano, vive una tradizione familiare intramontabile che si tramanda di generazione in generazione. La storia di questa armeria prestigiosa affonda le sue radici negli anni 70 quando i fondatori Araldo e Faustino Piotti produssero la prima serie di fucili omonimi. Da allora questa passione si è trasformata in un vero e proprio lavoro. Oggi l’azienda è gestita da Fabio, Rudy e Sergio Piotti.
Foto
notizie Ristorante La Cucina, un pezzo di Sardegna in Belgio   Dalla tradizione culinaria familiare di Mario Sotgiu nasce nel 2004 il ristorante La Cucina nella piccola città di Kontich alle porte di Anversa in Belgio. La passione per la cucina tradizionale italiana nasce fin dalla giovane età grazie ai genitori che hanno gestito per più di 45 anni un ristorante ad Alghero, splendida città situata sulla costa nord-occidentale della Sardegna. All’interno del menù di Mario si possono trovare piatti tipici della tradizione italiana portata ai giorni nostri attraverso tecniche innovative con prodotti direttamente importati dall’Italia, in particolare dalla sua Sardegna. Possiamo infatti trovare delle materie prime di qualità elevatissima a partire dal pregiato olio evo “Corax” di produzione della stessa famiglia di Mario in Sardegna. Il ristorante "La Cucina" è il posto giusto per passare una piacevole serata se amate la cucina italiana.  
Foto
notizie Ristorante “La Viola” - Und Feinkost, qualità e semplicità per una tradizione culinaria quarantennale   Il Ristorante “La Viola” - Und Feinkost a Mittenwald, in Germania, è nato circa quaranta due anni fa grazie all’amore e alla passione di Franco Viola per l’autentica arte culinaria italiana e per il culto del vino. Giunto in Germania da giovanissimo, dopo anni di esperienza nel settore della ristorazione, ha concretizzato il suo sogno di aprire un suo ristorante in cui diffondere l’autentico Made in Italy, fatto di piatti e specialità semplici e gustose. Il menù del Ristorante La Viola è tutto da esplorare. Difatti è in continuo mutamento perché rispetta la stagionalità degli ingredienti selezionati con minuzia e professionalità dal signor Franco in persona che per i suoi clienti vuole offrire solo “il meglio”. Il merito del successo nel corso degli anni di questo ristorante italiano risiede proprio nel rispetto della tradizione e dell’autenticità che Franco persegue e tutela ogni giorno. È con passione e amore che si dedica a questo lavoro. Per questo viene tanto stimato dalla sua vasta clientela che adora trascorrere nel suo accogliente ristorante momenti di inedita e memorabile convivialità. Ce lo racconta con tanto entusiasmo in questa esclusiva intervista.
Foto
notizie Ristorante Pizzeria Piazza Italia: il sapore dell’autentico Made in Italy in Germania In Germania, nella piccola cittadina del Brandeburgo chiamata Neuruppin, è possibile gustare il sapore autentico della cucina italiana e della vera pizza nel Ristorante Pizzeria Piazza Italia. Ogni prelibatezza è preparata con prodotti autentici, genuini e freschi provenienti direttamente dall’ amata Italia, Dopi anni di esperienza nel campo della ristorazione, Egidio Fiore ha voluto realizzare un suo sogno, quello di aprire nel 2002 Piazza Italia a Neuruppin. Il suo obiettivo quotidiano è non stravolgere le originali ricette tradizionali. Ogni anno punta all’evoluzione del suoi ristorante facendogli acquisire un tocco di modernità. Molto attento e sensibile nei confronti del suo staff e del lavoro di squadra. Dal carattere loquace e con tanta passione ed entusiasmo per il suo mestiere di ristoratore Egidio racconta la storia del Ristorante Pizzeria Piazza Italia in questa interessante intervista.