Ecco una mappa dei negozi aperti il Primo Maggio nelle principali città

ROMA : i commercianti possono tenere aperti i negozi. Una facolta’ che pero’ vale solo per il centro storico e le zone adiacenti le basiliche di San Pietro, San Paolo e San Giovanni. Vietata poi ogni forma di commercio ambulante nei municipi coinvolti da cerimonie e manifestazioni legate alla beatificazione e alla festa dei lavoratori.

MILANO : i negozi potranno restare aperti dopo che il comune ha concesso una deroga alla chiusura festiva dei negozi. Ma e’ scontro con i sindacati.
FIRENZE : i negozi aperti nel centro storico. Chiusi, invece, per la festa del Lavoro i musei statali, mentre l’apertura di quelli comunali potrebbe essere messa in forse dallo stop dell’Unione sindacale di base.
TORINO : i commercianti che lo vorranno potranno tenere aperti i negozi: cosi’ e’ stato deciso da una delibera comunale nell’ambito delle celebrazioni per i 150 anni.
NAPOLI : il rischio che i commercianti decidano di non aprire i negozi e’ alto per l’emergenza dei rifiuti. L’invito dell’Ascom e’ per l’apertura. Piu’ cautela da parte della Confesercenti.
POTENZA : i negozi resteranno chiusi secondo quanto prevede una delibera dell’amministrazione comunale; sara’ invece aperto al pubblico il nuovo centro commerciale ‘Polo Lucania’, nella zona industriale di Tito (Potenza). L’apertura degli esercizi commerciali sara’ facoltativa a Matera.
CAGLIARI : apertura facoltativa dei negozi al dettaglio, mentre vi sara’ la chiusura delle grandi strutture di vendita, quali lecitta’ mercato.
PERUGIA : i negozi resteranno chiusi. La questione era stata definita con un’ordinanza del sindaco del novembre scorso.
GENOVA : apertura degli esercizi pubblici facoltativa. I negozi di vicinato, invece, per restare aperti dovranno chiedere una deroga al Comune BARI : negozi rigorosamente chiusi domenica prossima. Qualche polemica si registra invece nel Salento e in particolarea Lecce, complice il fatto che nell’ultimo weekend il ‘taccod’Italia’ e’ stato preso d’assalto dai turisti e che qualche commerciante che aveva deciso di tenere aperto e’ stato multato.

Fonte: ANSA

Foto
ristorazione Cibo Divino: la tradizione abruzzese diventa gourmet in Romania Da Pescara ad Alba Iulia, Enrico Della Matrice ha esportato i sapori della sua terra rivisitando gli antichi sapori per i palati più fini
Foto
notizie Ristorante Trattoria Da Pippo: “sentirsi a casa” gustando la qualità del Made in Italy Nella città tedesca di Turkenfeld, dopo anni di gavetta nel settore della ristorazione, Daniele Di Giacomo, originario dal Sud Italia, ha creato il suo ristorante italiano chiamato Ristorante Trattoria Da Pippo. La sua missione quotidiana è promuovere una cucina mediterranea che ha alla base prodotti freschi, genuini, capaci di esaltare il sapore delle ricette della sua famiglia italiana. Presso il suo ristorante il cliente si sente coccolato dalla sua loquace umanità, dalla sua professionalità e competenza nel soddisfare qualsiasi tipo di palato.
Foto
notizie “Trattoria degli amici”, il profumo di mare inebria le vallate piemontesi Non solo un luogo di ristoro, ma il racconto di una passione per la buona cucina unita al piacere dell'accoglienza
Foto
food&wine El Panzerocho: il panzerotto Made in Italy dalla Puglia alla Spagna El Panzerocho è una pizzeria italiana situata nel quartiere universitario e più giovanile di Siviglia in cui è possibile gustare pizze prelibate dai nomi particolari e divertenti come la Brasciola, la Berlusoni, la Pasquale, la Colosseo, la Firenze che richiamano la nostra italianità , molto apprezzata dal popolo spagnolo.