Impregilo si e’ aggiudicata un nuovo lotto di lavori per la realizzazione di un tunnel idraulico di circa 40 chilometri ad Abu Dhabi. Lo comunica il general contractor in una nota. Il valore del nuovo contratto e’ di circa 200 milioni di dollari.

In pratica, la società si è aggiudicata la gara internazionale promossa dalla Abu Dhabi Sewerage Services Company per la realizzazione del terzo e ultimo dei tre lotti del Programma Step (Strategic Tunnel Enhancement Programme) che prevede la costruzione ad Abu Dhabi di un tunnel idraulico della lunghezza complessiva di circa 40 chilometri che avrà la funzione di raccogliere per gravità le acque reflue e di convogliarle ad una stazione di trattamento situata nella località di Al Wathba.

Il nuovo contratto ha un valore di circa 200 milioni di dollari e prevede la realizzazione di ulteriori 10 chilometri del tunnel idraulico, con diametro di scavo di circa sette metri, di cui Impregilo sta già realizzando i primi 15 chilometri dopo essersi aggiudicata a settembre 2009 la precedente gara per un valore di circa 243 milioni di dollari. Oltre al tunnel vero e proprio, è prevista la costruzione di quattro pozzi di accesso con profondità dai 60 agli 80 metri nonché i collegamenti dei pozzi al tunnel principale. I lavori saranno completati in poco più di tre anni.
Diversamente dal titolo Impregilo in Borsa scendono Astaldi (-2,59%) e le azioni del cemento come Buzzi Unicem (-0,56%) e Italcementi (-1,86%). Oggi Ubs ha confermato il rating neutral sul settore dei materiali da costruzione. Mentre i volumi nei mercati emergenti sono stati complessivamente robusti quest’anno, per Ubs il trend di questo mercato maturo è stato molto negativo.
Fonte: Milano&Finanza

Foto
notizie Villa Le Prata, l’esclusivo wine resort in cui il culto del vino si fonde con l’amore per l’arte   Villa Le Prata è una dimora storica di Montalcino risalente al 1860. E’ circondata da campi di vigneti toscani dai quali si ricava il Rosso di Montalcino, il Brunello di Montalcino e il Brunello di Montalcino Riserva “Massimo”. Per valorizzare al massimo la sua location suggestiva, i coniugi Maria Vittoria e Bernando Losappio hanno ristrutturato la villa storica per creare un esclusivo wine resort. La sua struttura si contraddistingue per il suo ambiente artistico. La compongono otto camere ben curate nel design e nei particolari che ricreano l’atmosfera suggestiva che nel 1800 contraddistingueva le ville senesi. All’interno del wine resort si possono degustare le specialità tipiche della zona. La cucina della struttura è aperta tutto il giorno con proposte per ogni momento della giornata. Tutti i piatti sono preparati con ingredienti ben selezionati, di origine biologica e a km 0. È questo il luogo in cui il culto del vino si fonde a pieno con l’arte. Ci si può rilassare o divertirsi svolgendo divertenti attività all’aperto come escursioni in e-bike, passeggiate a cavallo, lezioni di yoga in mezzo alla natura. Presto saranno attivati delle attività culturali per tutti gli amanti dell’arte. Della storia di Villa Le Prata e della grande passione della famiglia Losappio per l’arte e il vino ci parla in questa esclusiva intervista la signora Anna Vittoria.
Foto
notizie Macarronada Italiana: un ristorante che ha una storia da film Dalle spaghettate tra amici all’eccellenza: la comfort cuisine di Ezio Giannino Librizzi, a Florianopolis, ha conquistato il Brasile
Foto
notizie Eatalia: una cucina aperta sulla tradizione A Wavre, in Belgio, dall’incontro tra due “fedelissimi” della gastronomia italiana è nato un ristorante che fa della qualità e della convivialità le sue armi vincenti
Foto
notizie Ristorante Doma na Babe, la tradizionale e tanto amata cucina italiana in Slovacchia   Presso il Doma na Babe... po Taliansky del signor Emanuele Fortini è possibile mangiare la tradizionale cucina italiana tramandata di generazione in generazione, in Slovacchia, nella località di montagna di Pezinok che in inverno diventa la meta privilegiata degli amanti degli sci. In un ambiente familiare che trasuda la nostra tanto apprezzata italianità, potrete avventurarvi in un menù ricco di piatti italiani come venivano preparati con passione e amore dalle nostre nonne. Si spazia dalla carbonara ai piatti tipici umbri di cui Emanuele va tanto orgoglioso perché rappresentano le sue origini e l’arte culinaria della sua famiglia il luogo in cui la sua passione per la cucina è nata. Alla base dei suoi piatti vi sono i veri e autentici prodotti Made in Italy che gli consentono di preparare ricette semplici e genuine. La pizza che gusterete presso il Doma Na Babe ha un impasto leggero, lievitato per tante ore per essere facilmente digeribile e condita con prodotti prelibati e selezionati con tanta professionalità e competenza da Emanuele. Lo stesso vale per la ricca carta dei vini che consente al cliente di intraprendere un vero e proprio viaggio nel culto del vino italiano dal Trentino alla Sicilia. Della sua esperienza di ristoratore italiano in Slovacchia e della “italianità” come “fattore di successo”, ci parla Emanuele Fortini in questa esclusiva intervista nella quale riserva tanti consigli a chi come lui vuole mettersi in gioco in Slovacchia nel suo stesso settore.