imgres

Era il 1872 quando i food truck facevano la loro apparizione per la prima volta; oggi Milano li celebra per la prima volta, con un festival tutto dedicato ai profeti indiscussi del cibo da strada.Milano in collaborazione con Expo organizza il primo festival del cibo da strada che nel frattempo è diventato “Gourmet” mantenendo la prerogativa della velocità a basso costo.Il fenomeno food truck sta diventando una moda su scala mondiale e se prima li hanno celebrati New York, Los Angeles e Tokyo è ora il turno di Milano in cui già da tempo spopolano gli ApeCar allestiti con piccole cucine.

A Milano apre i battenti Streeat ed è in programma dal 30 maggio all’ 1 giugno  ( www.facebook.com/StreeatFoodTruck ).

Per tre giorni, la Fabbrica del Vapore si trasforma in un’enorme food court a cielo aperto (e ingresso gratuito), dove sostano una ventina di food truck, scelti per la capacità di abbinare cucina di qualità e design.Un’occasione unica per assaggiare i migliori street food realizzati da artisti-artigiani provenienti da tutta Italia: dalle lasagne alle olive all’ascolana, dalla pizza napoletana alla focaccia con mortadella, dalle granite siciliane agli hamburger di cinta senese.Ma non solo. Gli organizzatori hanno arricchito il menu con musica, dj set, artisti di strada, writers e con tanti laboratori per tutti, dai giovani alle famiglie. Sono inoltre previsti workshop e tavole rotonde organizzate in collaborazione con SlowFood e ActionAid, nonché eventi con volti noti come Chef Rubio e Don Pasta.

Nell’intenzione degli organizzatori di Barley Arts, Streeat nasce per diventare l’evento-simbolo del buon cibo di strada su ruote e per spronare i Food Truck italiani a fare rete in vista soprattutto dell’Expo 2015 (che ha dato il suo patrocinio all’evento), allineando Milano alle altre metropoli europee dove questo tipo di festival è già un’esperienza rodata e di successo.

Concetta Brunetti

Redazione Eccellenze Italiane

(fonte: IlSole24Ore)

Foto
notizie “Acqua e farina”, il sapore intenso della semplicità A Nizza la cucina italiana autentica che parla napoletano
Foto
notizie Il Raviolo: i prodotti italiani che hanno conquistato i mercati di Barcellona   Al Raviolo Pasta Fresca, potrete trovare un'ampia varietà di pasta secca e fresca fatta a mano prodotta con le migliori materie prime tutte di origine italiana. Troverete così una pasta di eccellente qualità tutta Made in Italy. Oltre alla pasta potrete trovare anche dei piatti da asporto per tutti i gusti. I piatti sono quelli tipici della cucina italiana come per esempio le melanzane alla parmigiana e le lasagne alla Bolognese. Il Raviolo non è presente solo in un mercato ma in ben tre mercati all’interno della meravigliosa città di Barcellona. Questo dà prova di come i piatti italiani siano sempre più richiesti ed apprezzati dalla clientela spagnola. Scoprire questo piccolo pezzo d’Italia all’interno dei mercati di Barcellona!  
Foto
ristorazione Il Ristorante Cavalieri: dalla Basilicata la tradizione italiana ad Anversa Il Ristorante Cavalieri è sito in un castello storico ad Anversa. È una dimora molto suggestiva che offre dalla sua spaziosa terrazza la vista della meravigliosa e più importante cittadina delle Fiandre. In questa location da sogno che rimane impressa nei ricordi dei suoi clienti, il signor Riccardo Brando direttamente dalla calda e variegata Maratea, in Basilicata, da due anni, gestisce il Ristorante Cavalieri diffondendo il Made in Italy in una nazione che è stata sempre molto attenta e motivata nel gustare i sapori e gli odori tipici della tradizione italiana.  
Foto
notizie Sicilian Delights: qualità e cura per il cliente a Cork La passione per il cibo e l'incessante desiderio di perfezione culinaria sono alla base del “Sicilian Delights”, locale situato a Cork seconda città per grandezza dell’Irlanda. Il locale offre servizi che vanno dalla caffetteria e pasticceria passando per prodotti preparati in casa come lasagne, paste e altri prodotti tipici della cucina italiana. Le materie prime sono per la maggior parte importate dall’Italia e grazie alla loro qualità il locale è riuscito ad integrarsi nella quotidianità degli irlandesi riuscendo a diffondere la cultura culinaria italiana e non farla percepire come pura esperienza estemporanea. Inoltre, la cura del cliente è un’altra loro priorità con cui hanno conquistato la fiducia della loro clientela e con cui sperano di conquistare anche altre città dell’Irlanda. Vediamo di cosa si tratta in questa intervista.