Michelle Obama official portrait headshot
Michelle Obama è considerata una first lady decisamente atipica, fuori dagli schemi, verace, carismatica alla pari del consorte, e si distingue anche per il buongusto e la sobria eleganza che caratterizza il suo guardaroba.
Di conseguenza il Made in Italy non poteva che trovarsi in cima alla lista dei desideri.
Lo sa molto bene la storica azienda a conduzione familiare “Agostini shoes” di Vigonovo nel cuore della Riviera del Brenta (Venezia) , che ha confezionato il nuovo esclusivo paio di scarpe – un modello da sera munito di tacchi e punta a spillo, in pelle pregiata e laminate color oro – che la signora Obama sfoggerà nelle prossime settimane in occasione di un importante ricevimento.

E non è la prima volta che tra l’attuale inquilina della Casa Bianca e il “Made in Italy” scocca la scintilla: già la scorsa estate Michelle aveva commissionato alla Agostini Shoes un paio di scarpe fatte a mano, con tacco importante e decorato da 200 perle colorate a comporre un suggestivo disegno artistico.

L’industria della Riviera del Brenta, che produce scarpe e borse di altissima qualità fin dal 1962 e conta attualmente quindici dipendenti, si è distinta in passato promuovendo efficacemente l’interscambio internazionale, e ciò le è valso per ben due volte il riconoscimento “Marco Polo” indetto dalla Regione Veneto.

Agostini Shoes, forte del proprio legame con alcune delle più grandigriffeitaliane ed estere, rappresenta un ottimo esempio di PMI a carattere artigianale che, un passo dopo l’altro e mantendosi costantemente fedele ai propri standard qualitativi, si è guadagnata una solida nicchia di mercato nel panorama dello shopping di lusso internazionale.

 

Foto
notizie “Acqua e farina”, il sapore intenso della semplicità A Nizza la cucina italiana autentica che parla napoletano
Foto
notizie Ristorante Il Pescatore: il sapore autentico del mare dalla Calabria alla Germania   Se amate la cucina di pesce dai sapori ricercati e con alla base le ricette autentiche che si tramandavano in famiglia un tempo e vi trovate in Germania, non potete non conoscere il Ristorante Il Pescatore situato nella cittadina di Winterbach. Il signor Giovanni Curia, originario calabrese e proveniente da una famiglia di pescatori, ha voluto ricreare presso Il Pescatore un’atmosfera marinara autentica e indimenticabile. In un ambiente familiare e accogliente potete ammirare alle pareti foto d’epoca raffiguranti pescatori appartenenti alla famiglia di Giovanni. L’amore per il mare e il pesce di qualità traspare dal menù ricco di pietanze speciali, gustose e creative. Questo permette di differenziare Il Pescatore rispetto ad altri ristoranti italiani della zona.
Foto
notizie Ristorante italiano Antica Mola: un tributo all’arte culinaria pugliese in Germania Lo chef Nicola Panarosa, originario della Puglia, dopo anni di gavetta nel settore della ristorazione e della gastronomia, nel 2007 ha coronato il suo grande sogno. Aprire un suo ristorante italiano in Germania, nella città di Regensburg chiamato Ristorante Antica Mola è stata la sua svolta. Il Ristorante Antica Mola è un tributo alla sua città d’origine, Mola di Bari, una cittadina che si affaccia sul Mare Adriatico, a circa venti km dal capoluogo pugliese. Nel suo ristorante Nicola ha voluto diffondere, insieme a sua moglie Dada, le ricette tradizionali della cucina pugliese. Oltre ad un menù tradizionale in cui regnano sovrane le orecchiette alle cime di rape, egli offre un menù speciale in cui propone piatti sempre nuovi, nati dalla sua fervida fantasia e creatività. Per lo chef Nicola ogni piatto è frutto di una ricerca di sapori autentici. Il merito del loro successo va all’ attenta selezione di prodotti genuini, freschi e di qualità che egli effettua con dedizione ogni giorno.
Foto
notizie «La Veranda» dalla Calabria al Lussemburgo, un viaggio lungo e lontano nel tempo «Sono letteralmente cresciuto nella ristorazione. Il mio interesse, le mie forze ed i miei obiettivi sono da sempre rivolti a questo mondo»