pastasciutta_pomodoro
La Cabina di regia per l’efficace promozione e la valorizzazione della pasta italiana è infine diventata realtà.
L’intervento, invocato ormai da tempo dalla categoria dei pastai nostrani, è stato sancito con decreto interministeriale firmato congiuntamente dal ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina e dal ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi .

L’azione è stata pianificata per andare incontro alle esigenze di un settore principe del made in Italy : va infatti ricordato che il nostro paese si staglia come leader mondiale vantando una produzione annua da 3,4 milioni di tonnellate, un fatturato di più di 4,6 miliardi di euro con una forza lavoro che ammonta ad oltre 7.500 addetti.
Nell’ultimo decennio il trend delle esportazioni ha registrato tassi di crescita consistenti, toccando quota 2 miliardi di euro.

Ecco in sintesi gli obiettivi tracciati nel programma della Cabina di regia:
promozione e sostegno della competitività dell’intera filiera, dalla produzione primaria del frumento fino alla trasformazione industriale della pasta attraverso l’incentivazione, lo stimolo e il supporto ad accordi di filiera tra coltivatori di grano e produttori di pasta;
individuazione dei percorsi di valorizzazione e di incentivazione di frumento duro di qualità ;
elaborazione di strategie di attrazione dei fondi comunitari rivolti al settore nella programmazione 2014-2020 e di ulteriori fondi nazionali e europei per iniziative promozionali a supporto di produzione ed esportazione;
incentivazione degli investimenti in innovazione e ricerca nell’intera filiera produttiva.

La Cabina di Regia sulla Pasta, formata da rappresentanti delMipaafe delMise, riserva inoltre un’attenzione focalizzata al tema dell’ Esposizione universale di Milano , dove verrà metterà in atto la promozione culturale della filiera grano-pasta come direttrice di successo del modello agroalimentare italiano.

ministro_martinaMaurizio Martina, ministro del Mipaaf

L’organo sarà coadiuvato, per l’espletamento delle sue funzioni e il conseguimento delle linee programmatiche prestabilite, anche da gruppi di lavoro tematici composti da rappresentanti delle principali associazioni industriali di settore e delle organizzazioni professionali e delle cooperative.

“Non possiamo che esprimere soddisfazione nei confronti di questo Decreto istitutivo di un Tavolo di lavoro tra le parti e ringraziamo i ministri Guidi e Martina per aver dato ascolto alle ragioni di un settore così rilevante per l’economia italiana” ha esternato Riccardo Felicetti , presidente dei Pastai italiani e neo presidente dell’International Pasta Organization, nell’auspicio di interventi mirati che permettano di far riprendere quota al settore anche all’interno dei confini nazionali.

 

Foto
notizie L’Entrepot del Tartufo: l’originale cucina meridionale di Nicolino Salvatore Il ristorante Entrepot del Tartufo si trova in un vecchio magazzino nel cuore della cittadina belga di Hasselt, precisamente nell'accogliente strada paradisiaca, a pochi metri dal vivace Zuivelmarkt.In un'atmosfera rilassata puoi goderti l’autentica cucina italiana gustando piatti prelibati e sorseggiando un vino di qualità. L’Entrepot del Tartufo è presente nel territorio belga già da 26 anni. Grazie in parte agli ex proprietari Theo e Carine, l’Entrepot è diventato un locale di culto nella città del gusto di Hasselt.
Foto
notizie Costa Smeralda Gentofte, la vera pizza italiana approda in Danimarca   Nella cittadina danese di Gentofte vi è un locale in cui potrete acquistare una pizza di alta qualità, preparata con tanto amore da chi da anni coltiva una passione autentica per il vero Made in Italy che fa la differenza nell’ambito della ristorazione italiana all’estero. Vi sto parlando di Costa Smeralda Gentofte dove il signor Antonio, con creatività e passione ogni giorno crea nuove specialità di pizza grazie alle quali intraprendere un vero e proprio viaggio di esplorazione dei sapori autentici italiani. La pizza che acquisterete presso Costa Smeralda Gentofte ha alla base un impasto fatto con farine italiane di qualità e ben lievitato. Risulterà croccante e facilmente digeribile. A fare la differenza contribuiscono gli innumerevoli ingredienti con i quali potrete combinare una farcitura che sarà in grado di soddisfare qualsiasi esigenza di palato. Il signor Antonio ci tiene ad offrire alla sua vasta clientela la qualità che ha appreso grazie all’esperienza sul campo di cui ne va tanto fiero. Ce ne parla in questa esclusiva intervista.
Foto
notizie Accademia del Gusto   A Zurigo c’è un posto speciale chiamato Accademia del Gusto in cui dal 2008 Stefano Piscopo e sua moglie Mariana, originari della Puglia diffondono il meglio della cucina mediterranea con specialità prelibate. Il successo di quest’ultime risiedono nella scelta di prodotti genuini e di qualità provenienti direttamente dall’Italia e che Stefano seleziona con tanta professionalità e dedizione. È inevitabile lasciarsi tentare dal gusto prelibato e indimenticabile di un risotto al limone o di un piatto di ravioli ripieni di carne. La particolarità dell’Accademia del gusto è che la pasta che mangerete è preparata quotidianamente dal signor Stefano che ha appreso questa tradizione da sua mamma all’età di soli otto anni e da allora non ha mai spesso di farlo. Immersi in un ambiente elegante e caloroso sarete coccolati da uno staff tutto italiano che vi guiderà verso il meglio della cucina italiana. Per Stefano che da venti anni si occupa del campo della ristorazione, questo non è un lavoro ma, una vera e propria missione di vita da perseguire ogni giorno con tanto amore e passione. Ce lo racconta con tanta umiltà ed entusiasmo in questa esclusiva intervista.