padiglione_vinoexpo

A 276 giorni dall’inaugurazione, oggi alle 12.30 a Roma nello Spazio Open Colonna – Palazzo delle Esposizioni, si terrà la conferenza stampa di presentazione del Padiglione del Vino Italiano che sorgerà nel cuore di Expo 2015; lo spazio sarà curato da Veronafiere , proprietaria e organizzatrice di Vinitaly , la fiera europea del settore che si svolge in aprile e richiama migliaia di buyer.
A livello progettuale il Padiglione del Vino è di tipo monoplanare, si estende per 2mila mq e sorgerà accanto al Padiglione Italia.

E’ ripartito in 9 differenti aree tematiche (dal welcome to wine al wine shop e gift ideas agli abbinamenti vino e cibo), in un percorso che accompagna un pubblico in vero e proprio labirinto di profumi alla scoperta delle tradizioni e del territorio del vino e dell’olio, non mancherà naturalmente uno spazio dedicato alle degustazioni con l’ausilio di sommelier professionisti.
I visitatori del Padiglione salendo al piano superiore troveranno una sorta di Biblioteca del vino , un’enoteca con le migliori bottiglie provenienti da tutta Italia.

Sarà presente inoltre una Cantina Web dedicata agli acquisti e, infine, uno spazio sulla terrazza per gli eventi e i corsi di approfondimento per raccontare la grande bellezza della viticoltura italiana, dai piccoli vignaioli di montagna ai produttori dei vini prestigiosi esportati in tutto il mondo: Barolo, Barbaresco, Brunello di Montalcino, Amarone della Valpolicella.
“Un grande gioco di scoperte”, lo definisce il progettista, l’architetto Italo Rota .

Molto suggestivo difatti l’allestimento tecnologico: a fare da sfondo vi saranno giganteschi chicchi d’uva parlanti che proietteranno immagini e filmati sui territori dell’eccellenza, sulle vendemmie, sulla vita nelle cantine e sul vino a tavola, creando quindi una grotta interattiva multimediale popolata da viti e grappoli.

Nella gestione dello spazio Vinitalycoinvolgerà l’intera filiera vitivinicola italiana : dalle associazioni ai grandi gruppi di produttori, dai comitati alla distribuzione, fino ai soggetti che ne divulgano capillarmente la cultura.

Fonte dell’immagine: Corriere della Sera

Foto
notizie Via Nova: un negozio gourmet di autentici prodotti Made in Italy in Honduras C’è un posto speciale sull’isola di Honduras, in cui potete reperire prodotti italiani freschi e genuini in cui il rapporto qualità- prezzo è garantito. Vi stiamo parlando di Via Nova srl che è presente sul territorio di Honduras con due sedi: una sede nella capitale di Tegucigalpa, aperta dal 2010 in cui nei weekend è possibile degustare piatti preparati con prodotti Made in Italy eccellenti e l’altra presente nella cittadina di San Pedro Sula, attiva già dal 2004. Quest’ultima sede è un vero e proprio negozio gourmet con un vasto assortimento di prodotti e vini provenienti da tutte le regioni italiane, dal Nord al Sud.  
Foto
notizie Chromel, il liquore sublime la cui storia affonda le radici nel 1745 Dalla ricetta sapientemente elaborata da un monaco cenobita, un liquore dalle straordinarie proprietà digestive
Foto
notizie Ristorante Strega: come rimanere ammaliati dall’autentico Made in Italy nel Connecticut Nato dalla passione per l’autentico Made in Italy del ristoratore e sommelier Danilo Mongillo fusa all’amore per la cucina italiana dello chef Marco Giugliano, il ristorante Strega è il luogo ideale per gustare la vera cucina italiana nello stato americano del Connecticut. Il Ristorante Strega si trova precisamente nella città di Branford. Il suo nome richiama il noto liquore prodotto nella città campana di Benevento. Mangiare presso il Ristorante Strega significa avventurarsi tra i sapori autentici e genuini di una cucina raffinata ed elaborata capace di soddisfare qualsiasi esigenza e palato. Alla base di essa vi è un’attenta ricerca e selezione di prodotti autentici e di qualità e la professionalità di chef qualificati che hanno lavorato fianco a fianco con celebrità italiane dell’arte culinaria.