germania La Repubblica Federale di Germania ha messo in opera i lavori del proprio padiglione ad Expo Milano 2015 scavando le fondamenta dopo il primo simbolico via dato da Dietmar Schimtz, commissario generale del padiglione tedesco direttore per la politica fieristica e la partecipazione a Expo nel Ministero Federale per l’Economia e la Tecnologia (BMWi).

La Repubblica federale di Germania è stata la seconda nazione ad aver confermato la sua partecipazione all’Expo del 2015 ed è pronta con il suo grande padiglione a mostrare una nuova immagine del paese e tutto l’impegno profuso per la tutela ambientale attraverso scelte politiche, progetti di ricerca d’avanguardia, imprese innovative e uno straordinario contributo della società civile.Il termine dei lavori del grande padiglione tedesco è previsto per settembre.

Manca poco più di un anno all’inizio ufficiale dell’esposizione universale e il riscontro da parte dei 147 paesi partecipanti Ufficiali (Paesi e Organizzazioni Internazionali) che hanno aderito alla manifestazione che con i suoi 60 Padiglioni Self-Built (contro i 42 di Shanghai 2010) stabilisce un record di tutte le Esposizioni Universali. Risposta straordinaria anche per i 9 Cluster, l’innovativa formula di partecipazione introdotta da Expo Milano 2015 che supera il tradizionale raggruppamento dei Joint Pavillions e riunisce, sotto lo stesso progetto architettonico, Paesi accomunati da specifiche filiere alimentari (Caffè, Riso, Cacao, Spezie, Frutta e Legumi, Cereali e Tuberi) o interessati a sviluppare un tema condiviso e rappresentativo (Agricoltura e Nutrizione in Zone Aride, Mare e Isole, gli ecosistemi del Bio-Mediterraneo).

Foto
notizie La buona Italia in tavola, al "Ciao Ciao" il lavoro di squadra è primo requisito Fra le vie di Rotterdam, un angolo a misura di relax dove respirare l’amore per le creazioni della cucina siciliana
Foto
notizie Toscanella Apuana una cucina italiana che non va a compromessi. In Olanda Il Signor Marco Belluzzi e la Signora Sara Bertani, compagni sia nel lavoro che nella vita e originari della Toscana, hanno aperto il Toscanella Apuana in onore della loro terra d’origine.
Foto
ristorazione Piccola Toscana: nel cuore di Parigi un angolo d’Italia Materie prime di qualità, servizio gioviale, ma estremamente professionale. È la formula vincente con cui Giuseppe Caruso, ex ingegnere elettronico passato ai fornelli, ha vinto il derby Italia-Francia in cucina.