dan_7609

Ha preso il via sabato pomeriggio da Piazza Castello a Milano, la piazza antistante il Castello Sforzesco, il roadshow internazionale del “Popolo del Cibo” che nei prossimi mesi toccherà New York, Roma, Tokyo, Pechino, Mosca, Buenos Aires e Rio de Janeiro per far conoscere le sfide e le opportunità offerte da Expo Milano, in programma nel capoluogo lombardo dal 1° maggio al 31 ottobre 2015.
Il tour porterà in giro per il mondo le statue realizzate dallo scenografo italiano Dante Ferretti, vincitore di tre premi Oscar, alle quali è stato affidato il compito di presentare al pubblico internazionale il tema dell’Esposizione Universale “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita.
Si tratta di sette originali installazioni urbane alte 3,5 metri, ispirate all’artista milanese Arcimboldo e ai principali elementi dell’alimentazione presenti in tutte le culture del mondo, che secondo Ferretti rimandano in particolare alla tradizione italiana culinaria e artigiana. Alcune riproduzioni sono già esposte a Milano in Stazione Centrale, alla Triennale e in Largo Beltrami, e, a breve, anche in piazza San Babila e negli aeroporti di Malpensa e Linate.
Prima tappa del tour sarà New York dove due esemplari, Enolo e Fornaro, saranno esposti nei giardini del Museum of Modern Art, in occasione della mostra personale che il MoMA dedica a Dante Ferretti, e il 26 settembre riceveranno la visita del presidente del Consiglio dei Ministri Enrico Letta.

Foto
notizie Antico Borgo Le Macine: con amore e passione tutti possono mangiare gourmet A Novarello Roberto Arena destruttura, scompone, ricompone e riassembla le migliori materie prime. La sua missione è “coccolare” i clienti con una grande cucina a prezzi ragionevoli
Foto
notizie Pensione Ristorante Pizzeria Toscana: l’amore intramontabile per il Made in Italy Lotfi Aboudi, dopo aver maturato la propria esperienza di pizzaiolo e ristoratore in Italia, ha deciso di concretizzare il suo progetto ambizioso di diffondere il Made in Italy in Slovacchia precisamente nella città di Nitra. Quando giunse nel 93 in questa zona, il Made in Italy era del tutto sconosciuto. Lofti si è rimboccato le maniche e con coraggio e perseveranza ha creato un ristorante italiano con annessa una pensione suggestiva in cui i suoi clienti possono soggiornare in pieno relax lasciandosi coccolare dalla sua cucina Made in Italy e dalle attrattive del posto, la Pensione Ristorante Pizzeria Toscana. La Pensione Ristorante Pizzeria Toscana offre due camere triple, 5 camere doppie e un appartamento. Le camere sono dotate di aria condizionata, spaziose con la possibilità di un letto supplementare o di un letto per bambini. Sono moderne e arredate in modo confortevole con tutti gli accessori. Ogni camera ha il proprio bagno con doccia, TV, satellite, minibar. Tutte le camere sono dotate di connessione WIFI. Basta affacciarsi dalla finestra della pensione Toscana per godere di un paesaggio indimenticabile e naturale degno di essere immortalato.
Foto
notizie "Maccheroni d’Autore", emozioni e fornelli s'infiammano verso il rush finale Il contest dove ciò che conta è l’anima di chi cucina
Foto
notizie "Corte dei venti", il legame indissolubile tra terra e vino Il nome deriva dalla particolare confluenza dei venti che costantemente soffiano in questa zona