Roma, 11 mag. (TMNews) – La pasta italiana è diventata nel mondo il piatto della crisi con le esportazioni che crescono del 27% in quantità e fanno registrare nel 2013 il record storico all’estero dove non sono mai stati consumati cosi tanti spaghetti, penne, tagliatelle, tortellini e rigatoni Made in Italy. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti sui settori che resistono alla crisi e trainano la ripresa dell’economia nazionale, sulla base dei dati Istat relativi al mese di gennaio 2013.
Due terzi della pasta esportata – sottolinea la Coldiretti – sono finiti sulle tavole dei consumatori dell’Unione Europea dove si è registrato un incremento medio del 16%, con valori che variano dal +22% in Germania al + 19% n Inghilterra, ma gli aumenti sono sensibili anche nel paese più in difficoltà dell’Eurozona come la Grecia (+21%).
Un vero e proprio boom pero’ – continua la Coldiretti – si registra sul mercato statunitense, dove gli arrivi sono cresciuti del 61%, e su quello canadese, con un incremento del 47%. Ma, se si guarda all’intero continente, America Latina compresa, si arriva ad un +78%. Export a gonfie vele anche in Asia, con un aumento complessivo del 38%. Se il Giappone resta il principale acquirente (+36%), la pasta Made in Italy spopola anche in Cinai con un +36%, e in India (+86%), due mercati dalle enormi potenzialità. Ma penne e spaghetti – precisa la Coldiretti – piacciono sempre più pure in Africa, dove le esportazioni sono aumentate del 140% ed in Russia dove sono piu’ che raddoppiate (+127%).
L’aumento del consumo di pasta all’estero è trainato dai valori positivi che trasmette l’italianità dei prodotti, dai contenuti salutistici che vengono attribuiti ai piatti base della dieta mediterranea, dall’elevato valore nutritivo rispetto al costo ma anche dalla capacità di innovazione delle imprese con l’arrivo delle paste garantite dalla presenza del 100 per 100 di grano italiano, di piu’ elevata qualità e sicurezza, che sta conquistando i mercati esteri. Non è un caso che nella maggiore catena di farmacie americane, la Walgreens, con 8000 punti vendita in tutti gli Stati federali, sia addirittura arrivata la pasta biologica a marchio Delish, prodotta dall’italianissima pasta Ghigi.
La pasta – sottolinea la Coldiretti – è presente tutti i giorni sulle tavole di dieci milioni di italiani che ne hanno consumato circa 1,5 milioni di tonnellate nel 2012 per un controvalore di 2,8 miliardi di euro. Anche se l’Italia mantiene il primato mondiale del consumo con un quantitativo stimato in 28 chili all’anno per persona, al secondo posto – continua la Coldiretti – si posiziona il Venezuela con 12,7 chili, seguito dalla Tunisia che con 11,7 chili è il primo paese africano, dalla Svizzera con 10,1 chili e dagli Stati Uniti che con 9 chili a testa all’anno sono il forte crescita.
La distintività, il legame con il territorio, la nostra tradizione, e in generale l’italianità delle produzioni, rappresentano una leva competitiva straordinaria per affermare i nostri prodotti sui mercati e far tornare a crescere l’economia”, spiega in una nota, il presidente della Coldiretti Sergio Marini nel sottolineare che “l’Italia costruirà il proprio futuro tornando a fare l’Italia, ovvero valorizzando al meglio quello che ha già di unico e di esclusivo, a cominciare dal cibo”.
Fonte:Tmnews

Foto
notizie Emporio Ravioli e Casa Ravioli: a San Paolo una cucina italiana di ricordi Nella città con più italiani al mondo Roberto Ravioli ha conquistato emigrati, oriundi e non solo. Grazie ai grandi piatti della nostra tradizione, preparati con rigore e semplicità
Foto
notizie Insieme Cafè- Weinbar- Risto: una miscela di sapori e odori Made in Italy in Germania La caffetteria Risto Bar “Insieme” offre una cucina mediterranea e tradizionale dal gusto autentico. Insieme Cafè si trova nella Jörg-Ratgeb-Straße a Sedanplatz nel centro sud-occidentale di Pforzheim in Germania da circa undici anni. Il signor Nico  D’antuono, originario della Puglia, dopo anni di esperienza nella vendita all’estero di prodotti Made in Italy, ha voluto creare l’Insieme Cafè per dedicarsi alla sua clientela affezionata offrendo il meglio delle ricette tradizionali della sua terra.
Foto
notizie Ristorante Pizzeria Piazza Italia: il sapore dell’autentico Made in Italy in Germania In Germania, nella piccola cittadina del Brandeburgo chiamata Neuruppin, è possibile gustare il sapore autentico della cucina italiana e della vera pizza nel Ristorante Pizzeria Piazza Italia. Ogni prelibatezza è preparata con prodotti autentici, genuini e freschi provenienti direttamente dall’ amata Italia, Dopi anni di esperienza nel campo della ristorazione, Egidio Fiore ha voluto realizzare un suo sogno, quello di aprire nel 2002 Piazza Italia a Neuruppin. Il suo obiettivo quotidiano è non stravolgere le originali ricette tradizionali. Ogni anno punta all’evoluzione del suoi ristorante facendogli acquisire un tocco di modernità. Molto attento e sensibile nei confronti del suo staff e del lavoro di squadra. Dal carattere loquace e con tanta passione ed entusiasmo per il suo mestiere di ristoratore Egidio racconta la storia del Ristorante Pizzeria Piazza Italia in questa interessante intervista.