E-commerce? Sì, grazie. Agli italiani piace sempre più lo shopping online che nei primi tre mesi dell’anno è cresciuto del 16 per cento, toccando quota 1,425 miliardi. E per il 2010 si stima un giro d’affari di oltre 6,5 miliardi. In aumento tutti i comparti, dall’abbigliamento (+51 per cento), all’informatica ed elettronica (+23 per cento), al turismo (+23 per cento), all’editoria, musica e audiovisivi (+19 per cento), alle assicurazioni (+18 per cento).

La ricerca, basata su oltre 200 casi di studio, è stata realizzata dall’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm – School of Management del Politecnico di Milano, in occasione dell’e-Commerce Forum 2010. L’eCommerce B2c, inteso come il totale delle vendite realizzate da siti italiani, nel 2009 ha chiuso a oltre 5,6 miliardi, -2 per cento sul totale 2008. Sempre a dicembre dello scorso anno si è registrata una forte crescita per la vendita online di abbigliamento (+39 per cento), editoria, musica e audiovisivi (+24 per cento), mentre è diminuita quella del turismo (-7 per cento), che rappresenta il 51 per cento del valore dell’eCommerce in Italia. Ridotto il valore dello scontrino medio, da 240 a 215 euro, soprattutto per il calo nel Turismo e rimane comunque prevalente in Italia la vendita di servizi (66 per cento) rispetto alla vendita di prodotti (34 per cento), in controtendenza rispetto ai mercati esteri.

«Nel primo trimestre del 2010 – ha dichiarato Alessandro Perego, responsabile scientifico dell’Osservatorio eCommerce B2c di Netcomm e School of Management del Politecnico di Milano – l’e-commerce B2c ha ripreso il percorso di crescita che si era temporaneamente arrestato nel 2009, facendo registrare un aumento del 16 per cento rispetto al primo trimestre dello scorso anno. Se nel 2009 poco più del 60 per cento delle aziende analizzate dichiarava di crescere, nel 2010 la quota di aziende in crescita sfiorerà il 90 per cento e, di queste, il 35 per cento dovrebbe essere in crescita di oltre il 30 per cento e il 31 per cento tra il 10 e il 30 per cento. Ad oggi stimiamo un incremento, anche se in misura diversa, in quasi tutti i principali comparti merceologici sia nell’ambito dei servizi che dei prodotti. Bene anche l’export che per il 2010 dovrebbe finalmente superare il miliardo di euro, grazie agli ottimi risultati di abbigliamento e turismo».
Per quanto riguarda le previsioni per il 2010, le vendite di prodotti B2c – informatica ed elettronica di consumo, libri, abbigliamento, alimentari – aumenteranno del 21 per cento, superando 1,4 miliardi, mentre le vendite dei principali servizi – biglietti, viaggi, assicurazioni – raggiungeranno 3,9 miliardi, in crescita del 19 per cento. Lieve calo, dell’1 per cento, solo per l’aggregato «altro», che comprende made in Italy, ricariche telefoniche, ticketing. Positivo, sia per i prodotti sia per i servizi, sarà l’andamento del numero di ordini evasi che crescerà rispettivamente del 21 per cento e del 6 per cento. Rimarrà stabile lo scontrino medio nei prodotti (183 euro) e aumenterà del 12 per cento nei servizi (253 euro). Se si analizza nel dettaglio l’andamento delle vendite all’interno dei principali comparti merceologici, quello con il tasso di crescita più elevato sarà l’abbigliamento con un +45 per cento rispetto al 2009.
(Il Vellino)

Foto
notizie Trattoria Il Giardino: l’arte culinaria italiana come “missione di vita” La signora Isabella Lepore ha fatto dell’arte culinaria italiana la sua “missione di vita”. Dopo un prezioso periodo di formazione e lavoro nel campo della gastronomia in Italia, ha voluto portare con sé il suo bagaglio esperenziale in Germania. Nella cittadina tedesca di Nastatten. ha aperto la Trattoria Il Giardino, il suo regno culinario. In esso ogni giorno prepara pranzi e cene basati sulle ricette tradizionali apprese in Italia.
Foto
notizie Bali, la bottega dei ricordi Un concept italianissimo che conquista avventori dai quattro angoli del globo
Foto
notizie Restorant Peshkatari Specialitet Peshk : il pesce di qualità dal mare direttamente a tavola Il ristorante Peshkatari Specialitet Peshk nasce dalla passione per la pesca e la cucina italiana di Ervin Pone e la sua famiglia. Dopo anni trascorsi in Calabria Ervin ha aperto da circa dieci anni questo ristorante nella città albanese di Fier a circa cento km dalla capitale, realizzando il suo sogno ambizioso. Presso il ristorante Peshkatari Specialitet Peshk è possibile gustare pesce pescato in giornata o conservato secondo tecniche di conservazione diligentemente apprese in Calabria. Il menù cambia in base alla stagionalità del pesce che viene proposto. È impossibile non farsi tentare da un’insalata di pesce crudo o un primo piatto di pasta fatta in casa.
Foto
notizie Una passione senza tempo chiamata BIRRA Nel birrificio "La Tresca" si controlla ed interviene direttamente su tutta la filiera di produzione, dalla macinazione dei malti all'imbottigliamento.