L’Autorità delle Comunicazioni ha approvato i criteri di svolgimento della gara per l’assegnazione delle frequenze per il digitale terrestre, il testo dovrebbe essere pubblicato entro il 14 dicembre. Il regolatore sceglierà i soggetti in funzione della qualità e della serietà della loro offerta (beauty contest).

Agcom ha preso atto del fallimento della tecnologia DVBH (televisione sui cellulari) e ha di conseguenza stabilito che il pacchetto di frequenze destinato a questo servizio sarà assegnato ai partecipanti all’asta per il digitale terrestre. I criteri approvati dall’Autorità confermano l’impianto originario dell’asta.

Tre lotti vengono riservati a nuovi entranti, di cui uno a Sky, gli altri due sono a disposizione degli operatori dominanti, ovvero Rai e Mediaset, la sesta, eventualmente disponibile, potrebbe andare a Telecom Italia Media. Banca Leonardo ritiene che le frequenze potrebbero essere assegnate gratuitamente a Telecom Italia Media, si tratta di asset che per il broker potrebbero valere circa 150 milioni di euro.
Così il titolo a piazza Affari avanza contro corrente del 2,19% a quota 0,2422 euro, viceversa Mediaset cede l’1,28% a 4,4275 euro. La gara, che si svolgerà attraverso una procedura di beauty contest, prevede l’assegnazione delle frequenze liberatesi con il passaggio al digitale terrestre, tecnologia che consente l’utilizzo di un maggior numero di canali.
Sky potrà trasmettere su digitale terrestre e concorrere alla gara per le frequenze, ma le trasmissioni potranno essere solo in chiaro, poiché la Tv di Murdoch ha una posizione di leadership nella Tv a pagamento.

EccellenzeItaliane.com

Foto
notizie L’incredibile gelato di Giovanni Santin A Wernigerode, in Germania, c’è un friulano “tostissimo” che ha aperto due gelaterie di successo. Prodotti IGP, materie prime di qualità e una storia da film sono i segreti di questo vulcanico imprenditore
Foto
notizie Pasta Y Pizza Grossi: gli “specialisti” degli autentici sapori Made in Italy a Bilbao Pasta Y Pizza Grossi è il negozio ideale in Spagna per fare il pieno di prodotti Made in Italy e specialità gastronomiche, frutto di ricette tradizionali tramandate di generazione in generazione negli anni. Fausto Grossi e Victoria Lasheras titolari di Pasta y Pizza Grossi perseguono l’obiettivo ambizioso di diffondere l’autentico Made in Italy nella città di Bilbao riscuotendo molto successo e fama. I suoi prodotti si caratterizzano per la genuinità, la freschezza e la qualità. Le specialità che si possono acquistare da Pasta Y Pizza Grossi spaziano dall’olio extravergine d’oliva, alle varietà di salse, formaggi, salumi tipici della nostra amata nazione. I vini, sia rossi che bianchi, sono selezionati con competenza e professionalità dalla famiglia Gorssi che periodicamente ritorna in Italia per ricercare il meglio per la sua vasta clientela.
Foto
notizie Ristorante Pizzeria Osare: sperimentazione e professionalità targata Made in Italy In Andalusia, nella città di Cadiz, dal 2011 è nato un ristorante in cui gustare l’autentico Made in Italy, frutto di sperimentazione, professionalità e serietà da parte del suo titolare, il signor Mario Pennino. Ogni giorno egli persegue la missione ambiziosa di promuovere un’alimentazione sana grazie all’utilizzo di prodotti genuini di qualità con i quali preparare le sue pizze e i suoi piatti a base di tartufo e pesce che in Andalusia sono tanto apprezzati. Per Mario il segreto della bravura di uno chef sta nel preparare piatti gustosi con pochi ingredienti ma buoni e freschi. È solo così che si testa la reale fantasia e il talento di un cuoco al giorno d’oggi. Si dichiara contrario agli estremismi che la televisione diffonde al giorno d’oggi.