L’Autorità delle Comunicazioni ha approvato i criteri di svolgimento della gara per l’assegnazione delle frequenze per il digitale terrestre, il testo dovrebbe essere pubblicato entro il 14 dicembre. Il regolatore sceglierà i soggetti in funzione della qualità e della serietà della loro offerta (beauty contest).

Agcom ha preso atto del fallimento della tecnologia DVBH (televisione sui cellulari) e ha di conseguenza stabilito che il pacchetto di frequenze destinato a questo servizio sarà assegnato ai partecipanti all’asta per il digitale terrestre. I criteri approvati dall’Autorità confermano l’impianto originario dell’asta.

Tre lotti vengono riservati a nuovi entranti, di cui uno a Sky, gli altri due sono a disposizione degli operatori dominanti, ovvero Rai e Mediaset, la sesta, eventualmente disponibile, potrebbe andare a Telecom Italia Media. Banca Leonardo ritiene che le frequenze potrebbero essere assegnate gratuitamente a Telecom Italia Media, si tratta di asset che per il broker potrebbero valere circa 150 milioni di euro.
Così il titolo a piazza Affari avanza contro corrente del 2,19% a quota 0,2422 euro, viceversa Mediaset cede l’1,28% a 4,4275 euro. La gara, che si svolgerà attraverso una procedura di beauty contest, prevede l’assegnazione delle frequenze liberatesi con il passaggio al digitale terrestre, tecnologia che consente l’utilizzo di un maggior numero di canali.
Sky potrà trasmettere su digitale terrestre e concorrere alla gara per le frequenze, ma le trasmissioni potranno essere solo in chiaro, poiché la Tv di Murdoch ha una posizione di leadership nella Tv a pagamento.

EccellenzeItaliane.com

Foto
ristorazione Le Due Isole Feinkost: un’inedita fusione della tradizione siciliana e sarda Se siete in Germania, nella cittadina di Ingolstadt, la sesta città più grande della Baviera e avete voglia di assaggiare la vera cucina siciliana e sarda vi consigliamo Le due Isole Feinkost Pizzeria.
Foto
notizie Ristorante Artimino: l’autentica “osteria toscana” in Australia Gabriele Gori è un ristoratore che ha maturato tanta gavetta in Italia nella sua amata Toscana, la sua regione d’origine. Nel 2008 giunto in Australia nella città di Brisbane, ha voluto diffondere con vero amore l’autentico Made in Italy aprendo il ristorante Artimino. Il ristorante prende il nome dal piccolo paese toscano in cui Gabriele e sua moglie Carly si sono sposati. In un ambiente accogliente, vivace e familiare in cui sembra di essere in una vera e propria osteria toscana a Firenze, è possibile gustare una cucina tipicamente fiorentina ricca di primi di pasta fresca di qualità e secondi a base di carne e verdure accuratamente selezionate. Come non lasciarsi ammaliare da un gustoso e prelibato piatto di ravioloni farciti di spinaci e ricotta di bufala o da un secondo a base di bistecca alla fiorentina?!
Foto
notizie Vi presento Ciro Quando l'Italia divenne il cuore della paleontologia mondiale
Foto
notizie Caffè Concerto a Parigi: un’inedita musicalità e armonia di sapori italiani Il Made in Italy, diffuso con successo e passione dal Caffè Concerto di Parigi, si basa sul concetto di “musicalità” e “armonia” dei sapori veri e autentici che contraddistinguono la nostra arte culinaria. Dopo anni di gavetta, in giro per il mondo. Beniamino, originario della Campania e Michele, proveniente dalla Puglia, hanno fuso insieme la loro professionalità e creatività nel mondo della ristorazione per fondare il loro regno culinario in Francia. Il Caffè Concerto offre alla sua variegata clientela un menù studiato ad arte nel pieno rispetto delle tradizioni delle regioni italiane. In un ambiente conviviale e familiare si possono gustare i piatti tradizionali italiani e una pizza di qualità con un impasto a lunga lievitazione nel pieno rispetto della tradizione napoletana.