soleee
L’edilizia ha la possibilita’ di voltare pagina per sempre, tornare a crescere e dare lavoro senza inquinare, rispettando l’ambiente e sfruttando l’innovazione tecnologica .
SBskin, Smart Building Skin , spinoff dell’Università di Palermo, apre le porte ad un futuro in cui e’ facile immaginare edifici sempre piu’ autosostenibili capaci di produrre energia elettrica da fonti rinnovabili , con un virtuoso e drastico abbattimento di emissioni di CO2.
A partire dal 2009, anno del debutto, il progetto di smart building e smart energy si è concentrato nello sviluppo di pannelli in vetromattone, da installare sulle facciate e sulle coperture degli edifici, che da un lato forniscono isolamento termico, dall’altro grazie a celle solari di terza generazione (DSC) generano energia a bassissimo impatto ambientale.
In futuro la startup siciliana , guidata daRossella Corrao, Marco Morini e Luisa Pastore, svilupperà prototipi di piattaformaInternet delle Coseper far dialogare tra loro dispostivi e sistemi, nonche’ per l’utilizzo del vetro mattone fotovoltaico per realizzare panchine, pensiline dell’autobus e rivestimenti pubblici a disposizione della popolazione, magari per la ricarica di smartphone e veicoli elettrici.

Nel frattempo i giovani imprenditori isolani, dopo aver trionfato nei recenti Smart City Innovation Awards di Milano , sono stati convocati negli Stati Uniti per partecipare all’EmTech 2015 presso il MIT Media Lab di Cambridge in  Massachusetts.

Fonte:http://www.key4biz.it/fotovoltaico-nel-mattone-il-green-building-made-in-italy-vola-al-mit/127273/

Foto
notizie Emporio Ravioli e Casa Ravioli: a San Paolo una cucina italiana di ricordi Nella città con più italiani al mondo Roberto Ravioli ha conquistato emigrati, oriundi e non solo. Grazie ai grandi piatti della nostra tradizione, preparati con rigore e semplicità
Foto
notizie Ristorante Su Misura: un’oasi di eleganza e relax all’ombra della Torre Eiffel All'ombra della Torre Eiffel a Parigi vi è il ristorante italiano Su Misura, un’”oasi di eleganza e relax” in cui poter pranzare o cenare a qualsiasi ora della giornata. Questo è il luogo perfetto per poter gustare la vera cucina italiana nel pieno rispetto della tradizione regionale che la nostra nazione con le sue innumerevoli sfaccettature offre. Lo chef italiano, ben noto ai parigini, Ciro Polge, nel suo ristorante ha voluto diffondere una cucina genuina e di qualità a prezzi vantaggiosi. Molto richiesti e apprezzati dalla clientela del ristorante Su Misura sono i suoi risotti cremosi considerati una vera e propria “poesia per il palato”. Amati i secondi di carne e pesce come il filetto di branzino, il vitello tonnato e la scaloppa alla romana.  Al cibo prelibato si può abbinare una vasta gamma di vini italiani selezionati con professionalità e passione.
Foto
notizie Il Giramondo: cibarsi quotidianamente di innovazione, sperimentazione e creatività A Parigi, in rue De Grenelle, vi è un posto speciale chiamato “Il Giramondo” in cui l’arte culinaria italiana è diventata un’istituzione. Da circa, venticinque anni il signor Giuseppe Termini, di origini siciliane, lavora nell’ambito della ristorazione con amore e professionalità. Il Giramondo è nato dall’incontro con la giapponese Seiko con la quale Giuseppe crea quotidianamente nuove ricette, gustose e innovative. Il Giramondo è un ristorante e traiteur in cui Giuseppe e Seiko dal 2008 fondono insieme le loro culture creando piatti inimitabili. Ala base di essi vi è l’attenta selezione di prodotti genuini e di qualità e una creatività inedita che intriga letteralmente il cliente. Presso il Giramondo si respira un’aria familiare e artistica. Il ristorante caldo e accogliente sembra una capanna al mare elegante. La combinazione di legno bianco e pareti in pietra, su cui sono esposte le foto in bianco e nero, dona luminosità all’ambiente. I tavoli in legno grezzo, i lampadari in ottone e le decorazioni regalano un autentico e apprezzato tocco di modernità.