cinema_africa
Hanno macinato in 5 anni ben 90mila chilometri sulle strade, spesso impervie e sconnesse, di Africa, Europa e Asia a bordo del loro camion camperizzato munito di energia fotovoltaica.
E’ la storia avventurosa di Davide e Francesca, due giovani italiani che mossi da spirito di generosa creativita’ hanno compreso che per cambiare il mondo non si puo’ delegare comodamente ad altri, e hanno di conseguenza deciso di rivoluzionare le proprie vite intraprendendo un tour mondiale per portare nei luoghi più disparati il loro progetto di cinema itinerante “Cinema del Deserto” .
Un regalo destinato sia agli abitanti delle nostre metropoli occidentali, sia alle comunita’ di villaggi rurali dove, al contrario, nulla viene mai dato per scontato, nemmeno l’emozione di una proiezione.

cinemadudesert
“Questa macchina con cui viaggiamo e’ il nostro cinema, la nostra casa, il nostro ufficio…” – racconta la giovane coppia di pionieri – “Un ragazzo una volta ci ha detto:Grazie a voi ho potuto vedere cose che non conoscevo: il mare, le grandi citta’…”.
I film proiettati recano sempre un messaggio che arricchisca le coscienze e stimoli la riflessione , temi principe sono quindi il rapporto uomo-natura o lo sfruttamento delle risorse.

spettatrici
Non mancano, naturalmente, i cartoni animati per i bambini.
Dal 2009 l’iniziativa ha calamitato in tre continenti, dal Burkina Faso alla Siberia , oltre 27 mila spettatori con una media di 40-50 film proiettati all’anno.

Se voleste offrire un contributo a questa splendida iniziativa mediante crowdfounding vi rimandiamo al loro sito www.cinemadudesert.org

 

Foto
notizie E...ccetera, specialità e vini calabresi a Bruxelles  Lo chef Aurelio Giglio pone l'accento su sapori calabresi e musica dal vivo
Foto
notizie La fiorentina bio è griffata “Fulceri” La storica macelleria livornese oggi si reinventa: dalla braceria ai clienti sugli yacht
Foto
notizie Un buon risotto? A Copenaghen il migliore è italiano
Foto
notizie La buona Italia in tavola, al "Ciao Ciao" il lavoro di squadra è primo requisito Fra le vie di Rotterdam, un angolo a misura di relax dove respirare l’amore per le creazioni della cucina siciliana