cipolla-cannara
In Umbria è un tradizionale appuntamento annuale che calamita migliaia di appassionati gourmand.
Tutti pronti per la 35esima edizione della Festa della Cipolla di Cannara (dal 2 al 6 settembre e dall’8 al 13 settembre) dove la regina dell’orto e mille sue elaborazioni creative verranno distribuite da stand gastronomici e punti di ristoro.
In questa vivace località dislocata a due passi da Assisi la produzione e commercializzazione di quest’ eccellenza ha origini antiche che partono dal Trecento, grazie a un territorio che beneficia di una composizione argillosa con discreta presenza di potassio , elemento fondamentale per uno sviluppo sano del bulbo.

cannara
I cosiddetti “cipollari”, raccoltisi in un Consorzio di tutela, sono ancora oggi i saggi custodi di una tradizione familiare tramandata da generazioni.
Presidio Slow Food dal 2007, la cipolla di Cannara e’ anche P.A.T., prodotto agroalimentare tradizionale riconosciuto dal Ministero alle Politiche Agricole.
Se ne producono diverse qualita’ (bianca piatta, rossa, dorata) di cui la rossa ramata e’ quella maggiormente premiata per la sua delicata dolcezza.

L’Auditorium San Sebastiano ospiterà gli show cooking ; in particolare il 10 settembre alle 18.30 gli astanti potranno vedere all’opera ai fornelli, in qualità di ambasciatore, l’oste più famoso e estroso d’Italia, Giorgione , uno tra i volti più amati di Gambero Rosso Channel.

giorgionechef

 

Foto
notizie «La Veranda» dalla Calabria al Lussemburgo, un viaggio lungo e lontano nel tempo «Sono letteralmente cresciuto nella ristorazione. Il mio interesse, le mie forze ed i miei obiettivi sono da sempre rivolti a questo mondo»
Foto
notizie A Casa del Padrino: la tradizione e la semplicità della cucina italiana che suscita emozioni A Casa del Padrino è un ristorante italiano situato nella gettonata Palma di Maiorca, meta turistica di molti italiani negli ultimi anni. Nato come gelateria si è poi ingrandito diventando una trattoria in cui poter gustare prelibati piatti italiani e pizza .
Foto
ristorazione La Dolce Vita Annecy: quando l’Italia conquista i francesi a tavola Julien Kaim, francese “folgorato” dalla tradizione italiana, ha lasciato Gordon Ramsay per realizzare il suo sogno. Avere un ristorante 100% italiano nella sua città: Annecy, gioiello dell’Alvernia
Foto
notizie La Bussola: innovare la tradizione italiana all’estero   La Bussola si trova a Gent, in Belgio e racconta un astoria tutta italiana fatta di innovazione e tradizione italiana con prodotti di altissima qualità e proveniente direttamente dall’Italia. Con un menù’ a base di piatti della tradizione locale siciliana e pugliese, lo chef propone un’ampia varietà di specialità che portano il cliente in un viaggio alla scoperta di profumi e nuovi sapori tipici italiani. La ricerca di prodotti ossessiona il suo proprietario, Sergio, che per assicurarsi i prodotti migliori e sempre freschi ha imbastito una logistica che gli permette di ricevere tutti i prodotti freschi in 24 ore. Il menù della Bussola prova a rinfrescare le ricette tradizionali italiane dando un tocco innovativo grazie a tecniche diverse di preparazione. Sergio ci racconta la propria idea di cucina in questa esclusiva intervista.