Lo squisito torrone di Bagnara Calabra
Il rinomato torrone confezionato a Bagnara Calabra ( RC ) è stato infine riconosciuto e ufficialmente approvato dalla Commissione UE , con il suo ingresso a pieno titolo nell’olimpo dei prodotti alimentari tutelati dall’ Indicazione Geografica Protetta .

Quest’importante avvenimento segna un nuovo brillante punto a favore della qualità Made in Italy , poiche’ in totale ammontano ora a ben 263 le DOP e IGP Italiane validate dall’Europa, dati che rendono leader indiscusso il nostro paese.

L’iter burocratico per il conseguimento del marchio era stato avviato nel 2004 con la costituzione dell’Associazione locale che raccordasse i produttori del torrone tipico.
Nel novembre del 2012, quindi, ha avuto luogo la pubblica audizione alla quale è seguita la tutela provvisoria del prodotto e la conclusione del percorso amministrativo per l’apposizione delbollino Igp.

Lucio Dattola , presidente della Camera di Commercio di Reggio ha commentato con orgoglio:
“Con l’attribuzione dell’IGP, il torrone di Bagnara –  primo in Italia ad aver conquistato il bollino dell’Ue – accresce definitivamente la propria riconoscibilità a livello nazionale ed internazionale.
Al tempo stesso il consumatore potrà contare sulla massima garanzia di qualità del prodotto che acquista.”

Bagnara Calabra

Il panorama incantevole che si gode da Bagnara Calabra

Il delizioso torrone, plasmato in forma di parallelepipedo rettangolare con gli spigoli smussati, viene lavorato nel rispetto del tradizionale processo di cottura a fuoco vivo che gli conferisce al palato quel tipico sentore di ‘bruciato‘ ed è commercializzato, a seconda della copertura, in due differenti versioni :
Martiniana (copertura di zucchero in grani che dona alla superficie un aspetto increspato) oppure Torrefatto glassato (copertura lucente, liscia e levigata con cacao amaro).

In attesa dell’arrivo delle prossime festivita’ natalizie, periodo in cui si concentra la vendita del prodotto dolciario, c’è quest’anno da attendersi per l’economia locale calabrese un ottimosprinta beneficio dei laboratori artigianali di pasticceria e delle piccole attività a carattere industriale , con la probabile apertura di nuovi promettenti segmenti di mercato esteri.

 

Foto
notizie Pecorino San Leonardo Azienda Agricola Canu, il rispetto del territorio per prodotti caseari di qualità   L’Azienda Agricola Canu è situata in collina vicino a Ittiri, in territorio sardo. Produce da anni un pecorino genuino e di qualità, il pecorino San Leonardo. È caratterizzato da una lavorazione tradizionale e manuale che ha alla base il vero e benefico latte crudo. Nel suo processo di lavorazione si utilizzano gli utensili in legno e rame che ricchi di microflora naturale conferiscono ai prodotti sapori e odori unici e particolari.
Foto
notizie La Locanda dei girasoli, un posto speciale in cui l’arte culinaria si sposa con l’imprenditoria sociale   La Locanda dei Girasoli a Roma è un ristorante- pizzeria in cui l’arte culinaria acquisisce un valore aggiunto. È quello di quattordici ragazzi con Sindrome di Down, sindrome di Williams e altre disabilità cognitive che ogni giorno trasmettono con motivazione ed entusiasmo il loro amore per la cucina di qualità preparando piatti prelibati e pizze gustose. È un luogo speciale dall’ ambiente raffinato e al tempo stesso confortevole. Ciò che rimane impresso de La Locanda dei Girasoli è la sua atmosfera conviviale e allegra dalla quale sarà facile lasciarsi contagiare. È il posto ideale per piccoli rinfreschi, cene di lavoro, serate con amici o di coppia. Offre ai suoi clienti menu stagionali preparati con grande attenzione, cura dell’aspetto qualitativo e raffinatezza nella presentazione. Gli ingredienti che sono alla base di ogni specialità che gusterete sono selezionati con competenza e minuzia. La Locanda dei Girasoli ci tiene infatti a valorizzare i prodotti del territorio laziale che si caratterizzano per qualità, genuinità e gusto. La Locanda dei Girasoli è l’esempio concreto di un’imprenditoria sociale vincente. Da 1999 ad oggi promuove l’inserimento lavorativo di persone con sindrome di Down, nobilitando e dando dignità alla persona attraverso un percorso individuale, di formazione e di inserimento lavorativo.  Ce ne parla in questa intervista il sign. Ugo che da circa quattordici anni segue i ragazzi nel loro percorso professionale. I suoi racconti trasudano tanta passione, umanità e amore per questo luogo speciale che rimane impresso nella memoria di chi lo visita.
Foto
notizie Un vero banchetto regale vi aspetta a “La Corte del Re” A Robecco sul Naviglio sorge un’azienda familiare affermatissima nel settore del catering