web_marketing
Assisi – Nella giornata di ieri lunedì 1 settembre, presso la la Sala Fiume di Palazzo Donini, si è svolta la conferenza stampa indetta dagli organizzatori per presentare la quinta edizione di WTE, World Tourism Expo, Unesco Eccellenze dell’Umbria , programmato dal 16 fino al 18 settembre e coordinato in una successione di eventi a cavallo tra Assisi e Perugia.

La kermesse costituirà un’occasione ottimale per conferire ampia visibilità alle eccellenze germogliate dal suolo umbro, siano esse turistiche, culturali ed enogastronomiche , in un momento d’incontro con ben 115 tour operator provenienti da tutto il mondo.

Marco Citerbo, AD della società CML Consulting, ha rimarcato l’intenzione degli organizzatori e delle istituzioni, Regione dell’Umbria e Comune di Assisi , di porre nuovamente l’Umbria come location dell’evento, che infatti proprio in seno a questa regione, cinque anni fa, ha avuto i natali da un’idea di Claudio Ricci , allora anche Presidente dell’Associazione Italiana Beni Patrimonio Unesco.

Claudio-RicciIl Sindaco di Assisi Claudio Ricci di fronte alla Basilica Superiore di San Francesco

Va altresì ricordato che l’Italia è la nazione che ospita il maggior numero di siti Unesco al mondo, ben 50 su un totale di 1.007, piazzandosi prima della Cina (che ne ha 47), Spagna (44), Francia e Germania (39).

Di conseguenza la comunicazione turistica da promuovere attraverso i più recenti e diffusi media gioca un ruolo fondamentale, come ha asserito il sindaco Ricci, da sempre appassionato diweb technology.
“Il fatturato turistico on line – ha voluto sottolineare – è pari al 39% del fatturato totale, il che conferma l’importanza dell’essere presenti sul web nel modo giusto.”

Nel calendario della manifestazione Eccellenze dell’Umbria è per l’appunto previsto ad Assisi – giovedì 18 settembre alle ore 10.00 presso la Sala della conciliazione – un incontro incentrato su questo tema: “Comunicare e commercializzare le Eccellenze dell’Umbria attraverso il Web: Web Reputation e utilizzo dei social”, che anticipa l’imminente pubblicazione del nuovo portale regionale il quale, oltre a espletare un fondamentale ruolo formativo, costituirà un mezzo importante di convergenza con i tour operator stranieri.

Foto
notizie Osteria Angelino 1899 Malaga: l’italian style in tutte le sue sfaccettature da Roma a Malaga Se siete nella città spagnola di Malaga e volete immergervi nell’autentica atmosfera di un’osteria tipica italiana, non esitate a fare tappa presso l’Osteria Angelino 1899 Malaga. Sarete immersi in un ambiente elegante, confortevole, familiare nel pieno rispetto del ricercato “italian style” tanto amato all’estero. Lo rintraccerete in tutti i dettagli. È nell’arredamento, nella musica di sottofondo e soprattutto nelle prelibatezze che mangerete e che non dimenticherete mai per i loro sapori autentici.
Foto
notizie La Bufalina, quando la pizza diventa fonte di benessere e divertimento   Se siete ad Ibiza e avete voglia di mangiare una pizza gustosa preparata con ingredienti genuini e provenienti direttamente dall’Italia, non potete fare a meno di recarci presso La Bufalina. Immersi in un’atmosfera gioviale e conviviale potrete mangiare diverse tipologie di pizza farcite con tanta creatività che saranno in grado di soddisfare qualsiasi vostra esigenza. In dieci anni La Bufalina ha riscosso tanto successo non solo tra gli italiani che si trovano sull’isola ma anche e soprattutto tra agli spagnoli che amano l’autentico Made in Italy offerto a prezzi modici. Il merito va a Carmen che non si stanca mai di scegliere la qualità dei prodotti provenienti dalla sua terra d’origine. Di fatti ci tiene ad offrire il meglio alla sua vasta clientela che apprezza tanto il suo spiccato carisma contagioso che fa “sentire a casa” chiunque si reca in questa pizzeria creata con tanta passione ed entusiasmo. Della sua storia e di come la pizza sia fonte di benessere psicologico e convivialità conversiamo piacevolmente con Carmen in questa esclusiva intervista.
Foto
notizie Una passione senza tempo chiamata BIRRA Nel birrificio "La Tresca" si controlla ed interviene direttamente su tutta la filiera di produzione, dalla macinazione dei malti all'imbottigliamento.