web_marketing
Assisi – Nella giornata di ieri lunedì 1 settembre, presso la la Sala Fiume di Palazzo Donini, si è svolta la conferenza stampa indetta dagli organizzatori per presentare la quinta edizione di WTE, World Tourism Expo, Unesco Eccellenze dell’Umbria , programmato dal 16 fino al 18 settembre e coordinato in una successione di eventi a cavallo tra Assisi e Perugia.

La kermesse costituirà un’occasione ottimale per conferire ampia visibilità alle eccellenze germogliate dal suolo umbro, siano esse turistiche, culturali ed enogastronomiche , in un momento d’incontro con ben 115 tour operator provenienti da tutto il mondo.

Marco Citerbo, AD della società CML Consulting, ha rimarcato l’intenzione degli organizzatori e delle istituzioni, Regione dell’Umbria e Comune di Assisi , di porre nuovamente l’Umbria come location dell’evento, che infatti proprio in seno a questa regione, cinque anni fa, ha avuto i natali da un’idea di Claudio Ricci , allora anche Presidente dell’Associazione Italiana Beni Patrimonio Unesco.

Claudio-RicciIl Sindaco di Assisi Claudio Ricci di fronte alla Basilica Superiore di San Francesco

Va altresì ricordato che l’Italia è la nazione che ospita il maggior numero di siti Unesco al mondo, ben 50 su un totale di 1.007, piazzandosi prima della Cina (che ne ha 47), Spagna (44), Francia e Germania (39).

Di conseguenza la comunicazione turistica da promuovere attraverso i più recenti e diffusi media gioca un ruolo fondamentale, come ha asserito il sindaco Ricci, da sempre appassionato diweb technology.
“Il fatturato turistico on line – ha voluto sottolineare – è pari al 39% del fatturato totale, il che conferma l’importanza dell’essere presenti sul web nel modo giusto.”

Nel calendario della manifestazione Eccellenze dell’Umbria è per l’appunto previsto ad Assisi – giovedì 18 settembre alle ore 10.00 presso la Sala della conciliazione – un incontro incentrato su questo tema: “Comunicare e commercializzare le Eccellenze dell’Umbria attraverso il Web: Web Reputation e utilizzo dei social”, che anticipa l’imminente pubblicazione del nuovo portale regionale il quale, oltre a espletare un fondamentale ruolo formativo, costituirà un mezzo importante di convergenza con i tour operator stranieri.

Foto
notizie Chromel, il liquore sublime la cui storia affonda le radici nel 1745 Dalla ricetta sapientemente elaborata da un monaco cenobita, un liquore dalle straordinarie proprietà digestive
Foto
notizie Il Taormina, un ponte tra i sogni di ieri ed oggi Restyling in vista, verso un universo gourmet, per l’hotel ristorante dalle radici siciliane
Foto
notizie Il Ristorante La Giara: il meglio delle specialità siciliane sull’isola di Malta La Giara è un ristorante di specialità siciliane a conduzione familiare localizzato sull’isola di Malta, meta di tanti turisti in ogni periodo dell’anno. Il nome del ristorante allude al contenitore in terracotta che veniva utilizzato nella cultura contadina siciliana per conservare l’olio o le granaglie e tanto decantato da Luigi Pirandello. E’ un omaggio alle indimenticabili origini siciliane del signor Antonio Mammina.