Ai nastri di partenza la sesta edizione di  “LIGURIA DA BERE”  alla Spezia; manifestazione che, oltre a  proporre e promuovere le DOC e le IGT della Liguria, vuole dare ampio spazio alle sue eccellenze enogastronomiche, permettendo così di scoprire nuovi abbinamenti e di gustare i sapori del territorio ligure.
Sesta edizione di “Liguria da Bere”,  da venerdì 24 giugno a domenica 26, alla Spezia . È l’appuntamento regionale più importante dedicato al vino, con esposizioni, degustazioni, laboratori e workshop. Da Corso Cavour a Piazza Beverini un percorso guidato mirato porta alla scoperta dei vini liguri e dei sapori. Le aziende vinicole in Liguria sono 1700.
Si tratta, nella stragrande maggioranza, di piccoli produttori. La superficie regionale è di 2028 ettari, di cui 791 a Doc- Denominazione di origine controllata e di 1237 quella dove si producono vini Igt e da tavola. La produzione totale di vino è di oltre 83 mila ettolitri, pari a una produzione di circa 4 milioni e mezzo di bottiglie.
La manifestazione si è andata consolidando su tre eventi principali:

  • gli “educational” realizzati con importanti giornalisti stranieri ed italiani del settore;
  • i workshop commerciali con significativi buyers inerenti al mondo della ristorazione;
  • le visite guidate ad aziende vitivinicole liguri per sottolineare il binomio azienda-territorio;

Una grande vetrina regionale, un appuntamento che ogni anno continua a crescere e sempre più apprezzato”, spiega l’assessore regionale all’Agricoltura Giovanni Barbagallo.
Tra gli eventi collaterali anche degustazioni a tema a cura dell’associazione Italiana Sommelier.
Tutto fa parte di una nuova strategia di promozione e valorizzazione del vino e dell’agroalimentare ligure da parte dell’assessorato”, aggiunge Barbagallo che conta di arrivare al più presto alla presentazione ufficiale dell’Enoteca regionale della Liguria e delle sue quattro sedi e degli ultimi due itinerari enogastronomici nelle province di Imperia e Savona, oltre alla legge sulla filiera corta che presto approderà in Consiglio Regionale.
I vini liguri Doc e Igt presentati a “Liguria da Bere” da una cinquantina di espositori, sono: Cinque Terre, Vermentino e Bianco e Rosso dei Colli di Luni e Colline di Levanto, Pigato, Rossese e Vermentino della Riviera di Ponente, Bianchetta, Vermentino e il Ciliegiolo del Tigullio, Rossese di Dolceacqua e Ormeasco di Pornassio, i vini della Val Polcevera, del genovesato, del golfo dei Poeti. In vetrina anche lo Sciacchetrà, il famoso vino da dessert delle Cinque Terre, e il Moscato del Golfo del Tigullio.
La manifestazione si svolgerà in Corso Cavour a partire dalle ore 18.00 fino a mezzanotte. Negli stand i produttori liguri presenteranno le proprie produzioni DOC e IGT e il pubblico potrà degustare ed acquistare, chiedere consigli sui giusti abbinamenti, approfondire la conoscenza sulla materia. Inoltre, sulla terrazza del CAMeC, si potranno assaporare originali abbinamenti tra vino e cibo con serate a tema (SOLO SU PRENOTAZIONE : Associazione Italiana Sommelier, tel. 0187 529791).
Eccellenzeitaliane.com

Foto
notizie Jhonny Paranza: da Livorno il re indiscusso della frittura  Un’idea fondata sul coinvolgimento del pubblico e la cucina espressa per un prodotto dall’alto standard qualitativo
Foto
notizie Ristorante Antico Mulino: tradizione veneta con un tocco di creatività e modernità Se siete degli estimatori della cucina veneta a base di risotti, polenta, baccalà mantecato e tiramisù e vi trovate in Germania, vi consigliamo di fare tappa presso Il Ristorante Antico Mulino nella città di Todtmoos. Situato in una struttura antica che quattrocento anni ospitava un mulino, l’Antico Mulino, vanta un ambiente suggestivo, accogliente e familiare in cui vi sentirete accolti come se foste ospiti di una famiglia italiana. Qui lo chef Andrea Marini vi accoglierà con umanità e professionalità per avventurarvi tra i sapori autentici del Veneto, regione di cui è originario e che porta nel cuore, come le ricette che gli sono state tramandate dalla nonna.
Foto
notizie Da Marcello Hostaria & Pensione: sognare di stare in Italia restando in Germania   È possibile sognare di avventurarsi nel pieno lifestyle italiano e gustare pietanze prelibate con alla base ingredienti semplici e genuini provenienti direttamente dall’Italia restando in Germania. È questa la filosofia che è alla base dell’Hostaria & Pensione da Marcello. Dopo aver maturato un’esperienza pluriennale di successo nel campo della ristorazione, il signor Marcello Serio ha aperto questo ristorante italiano nella cittadina tedesca di Markkleeberg con l’intento di educare il popolo tedesco al mangiare sano.