Ai nastri di partenza la sesta edizione di  “LIGURIA DA BERE”  alla Spezia; manifestazione che, oltre a  proporre e promuovere le DOC e le IGT della Liguria, vuole dare ampio spazio alle sue eccellenze enogastronomiche, permettendo così di scoprire nuovi abbinamenti e di gustare i sapori del territorio ligure.
Sesta edizione di “Liguria da Bere”,  da venerdì 24 giugno a domenica 26, alla Spezia . È l’appuntamento regionale più importante dedicato al vino, con esposizioni, degustazioni, laboratori e workshop. Da Corso Cavour a Piazza Beverini un percorso guidato mirato porta alla scoperta dei vini liguri e dei sapori. Le aziende vinicole in Liguria sono 1700.
Si tratta, nella stragrande maggioranza, di piccoli produttori. La superficie regionale è di 2028 ettari, di cui 791 a Doc- Denominazione di origine controllata e di 1237 quella dove si producono vini Igt e da tavola. La produzione totale di vino è di oltre 83 mila ettolitri, pari a una produzione di circa 4 milioni e mezzo di bottiglie.
La manifestazione si è andata consolidando su tre eventi principali:

  • gli “educational” realizzati con importanti giornalisti stranieri ed italiani del settore;
  • i workshop commerciali con significativi buyers inerenti al mondo della ristorazione;
  • le visite guidate ad aziende vitivinicole liguri per sottolineare il binomio azienda-territorio;

Una grande vetrina regionale, un appuntamento che ogni anno continua a crescere e sempre più apprezzato”, spiega l’assessore regionale all’Agricoltura Giovanni Barbagallo.
Tra gli eventi collaterali anche degustazioni a tema a cura dell’associazione Italiana Sommelier.
Tutto fa parte di una nuova strategia di promozione e valorizzazione del vino e dell’agroalimentare ligure da parte dell’assessorato”, aggiunge Barbagallo che conta di arrivare al più presto alla presentazione ufficiale dell’Enoteca regionale della Liguria e delle sue quattro sedi e degli ultimi due itinerari enogastronomici nelle province di Imperia e Savona, oltre alla legge sulla filiera corta che presto approderà in Consiglio Regionale.
I vini liguri Doc e Igt presentati a “Liguria da Bere” da una cinquantina di espositori, sono: Cinque Terre, Vermentino e Bianco e Rosso dei Colli di Luni e Colline di Levanto, Pigato, Rossese e Vermentino della Riviera di Ponente, Bianchetta, Vermentino e il Ciliegiolo del Tigullio, Rossese di Dolceacqua e Ormeasco di Pornassio, i vini della Val Polcevera, del genovesato, del golfo dei Poeti. In vetrina anche lo Sciacchetrà, il famoso vino da dessert delle Cinque Terre, e il Moscato del Golfo del Tigullio.
La manifestazione si svolgerà in Corso Cavour a partire dalle ore 18.00 fino a mezzanotte. Negli stand i produttori liguri presenteranno le proprie produzioni DOC e IGT e il pubblico potrà degustare ed acquistare, chiedere consigli sui giusti abbinamenti, approfondire la conoscenza sulla materia. Inoltre, sulla terrazza del CAMeC, si potranno assaporare originali abbinamenti tra vino e cibo con serate a tema (SOLO SU PRENOTAZIONE : Associazione Italiana Sommelier, tel. 0187 529791).
Eccellenzeitaliane.com

Foto
notizie Un assaggio d'Amalfi ad Altea Alicante Sapori mediterranei, week end gastronomici e corsi di cucina al Ristorante Il Timone
Foto
notizie L’energia rinnovabile? Tutto merito delle mucche Biolectric installa piccoli impianti biogas che trasformano i liquami in energia elettrica e termica
Foto
notizie Eiscafé, il gelato con del carattere A Wernigerode, in Germania, il gelato "al naturale" senza aromi, coloranti né grassi idrogenati
Foto
notizie Marcello's a Cork: il richiamo del gusto italiano Lo chef romano Marcello Liotta ha aperto un ristorante che coniuga la tradizione della nostra cucina con un’offerta gastronomica vegan friendly