ciclisti
Mancano ormai pochissimi giorni e cresce l’emozione per l’esordio del Giro d’Italia 2015 , uno degli eventi annuali più attesi per tutti gli appassionati di ciclismo.

La 98esima edizione della storica manifestazione sportiva partirà sabato 9 maggio dalla Liguria , esattamente daSan Lorenzo al Mare(IM), la prima tappa culminerà a Sanremo attraverso un percorso di 17,6 chilometri, mentre il 31 maggio chiuderà il fitto percorso del Giro la Torino-Milano con il rush degli ultimi 185 chilometri, che celebrano l’arrivo della moltitudine in bici nella capitale dell’Expo 2015.

percorso_giro_italia
La corsa torna a disputarsi quasi interamente entro i confini dello Stivale, con la sola variante dello sconfinamento in territorio svizzero, in occasione della 17/a e 18/a tappa da Tirano a Lugano e da Melide a Verbania; il Giro 2015 toccherà quidi 11 regioni , spostandosi dal versante tirrenico a quello adriatico, scenderà fino alla Campania, nel Sannio, per poi risalire dalle Marche.

Le 21 tappe sono state così suddivise: 1 cronometro a squadre, 1 cronometro individuale, 7 tappe per velocisti, 5 tappe di media montagna, 3 tappe di media montagna con arrivo in salita, 4 tappe di alta montagna con arrivo in salita.

Saranno 22 le squadre , ciascuna composta da 9 corridori, ad affrontarsi lungo i 3489 chilometri di strada .
Ma chi sono i favoriti per la vittoria di questo Giro d’Italia?
Le speranze azzurre sono riposte in Fabio Aru , capitano dell’Astana, che dovrà guardarsi le spalle da:Alberto Contador, spagnolo della Tinkoff e compagno di Ivan Basso, dall’australianoRichie Portedel Team Sky, dal colombianoRigoberto Urandella Etixx-Quick Step e dal belgaJurgen Van den Broeckdella Lotto-Soudal, senza però sottovalutare tutti i possibili outsider.

giro-ditalia-2015-logo
Questo l’elenco dettagliato delle 21 tappe

1/a tappa, 9 maggio: San Lorenzo al mare-Sanremo, km 17,6 (cronometro a squadre).

2/a tappa, 10 maggio: Albenga-Genova, km 177, pianeggiante.

3/a tappa, 11 maggio: Rapallo-Sestri Levante, km 136, pianeggiante.

4/a tappa, 12 maggio: Chiavari-La Spezia, km 150, media montagna.

5/a tappa, 13 maggio: La Spezia-Abetone, km 152, media montagna.

6/a tappa, 14 maggio: Montecatini Terme-Castiglione della pescaia, km 183, pianeggiante.

7/a tappa, 15 maggio: Grosseto-Fiuggi, km 264, pianeggiante.

8/a tappa, 16 maggio: Fiuggi-Campitello Matese, km 186, media montagna.

9/a tappa, 17 maggio: Benevento-San Giorgio al Sannio, km 215, media montagna.

10/a tappa, 19 maggio: Civitanova Marche-Forlì, km 200, pianeggiante.

11/a tappa, 20 maggio: Forlì-Imola (autodromo Ferrari), km 153, media montagna.

12/a tappa, 21 maggio: Imola-Vicenza (Monte Berico), km 190, media montagna.

13/a tappa, 22 maggio: Montecchio Maggiore-Jesolo, km 147, pianeggiante.

14/a tappa, 23 maggio: Treviso-Valdobbiadene (cronometro individuale), km 59,4.

15/a tappa, 24 maggio: Marostica-Madonna di Campiglio, km 165, alta montagna.

16/a tappa, 26 maggio: Pinzolo-Aprica, km 174, alta montagna.

17/a tappa, 27 maggio: Tirano-Lugano (Svizzera), km 134, pianeggiante.

18/a tappa, 28 maggio: Melide (Svizzera)-Verbania, km 170, media montagna.

19/a tappa, 29 maggio: Gravellona Toce-Cervinia, km 236, alta montagna.

20/a tappa, 30 maggio: Saint Vincent-Sestriere, km 199, alta montagna.

21/a tappa, 31 maggio: Torino-Milano, km 178, pianeggiante.

Foto
notizie Ristorante Anema e Core: la passione come fattore di successo nel Regno Unito Anema e Core è un ristorante italiano fondato a Eastbourne nel Regno Unito, dal signor Giuseppe Bongiovanni. Il ristorante, a conduzione familiare e con personale tutto italiano, è nato dalla sua inestimabile passione per l’arte culinaria. Originario di Battipaglia il signor Giuseppe Bongiovanni, chef italiano all’estero, difende l’autentico Made in Italy da qualsiasi forma di contraffazione o speculazione offrendo alla sua clientela pietanze che non si perdono in fronzoli estetici.
Foto
notizie La fiorentina bio è griffata “Fulceri” La storica macelleria livornese oggi si reinventa: dalla braceria ai clienti sugli yacht
Foto
notizie Der Genuss Bunker: la grotta naturale dell’arte casearia 100% Made in Italy   Il Der Genuss Bunker di San Lorenzo di Sebato, in provincia di Bolzano è una “grotta naturale” nella quale il signor Stockner Hubert, dedito da anni all’arte casearia sia all’estero che in Italia, conserva con tanta pazienza e professionalità formaggi artigianali che sceglie direttamente da produttori locali della zona del Trentino Alto Adige. La grotta consente a questi prodotti caseari di conservarsi in maniera ottimale e acquisire un sapore particolare che nessun altro posto è in grado di garantire loro. Le sue condizioni climatiche sono ideali per la stagionatura di formaggi a pasta dura, formaggi erborinati o pecorini. Tutto l’anno vi è una temperatura di circa 10° C e un’umidità di quasi il 100% che fa acquisire ai formaggi una consistenza speciale (pasta cremosa) e un aroma speciale.