ciclisti
Mancano ormai pochissimi giorni e cresce l’emozione per l’esordio del Giro d’Italia 2015 , uno degli eventi annuali più attesi per tutti gli appassionati di ciclismo.

La 98esima edizione della storica manifestazione sportiva partirà sabato 9 maggio dalla Liguria , esattamente daSan Lorenzo al Mare(IM), la prima tappa culminerà a Sanremo attraverso un percorso di 17,6 chilometri, mentre il 31 maggio chiuderà il fitto percorso del Giro la Torino-Milano con il rush degli ultimi 185 chilometri, che celebrano l’arrivo della moltitudine in bici nella capitale dell’Expo 2015.

percorso_giro_italia
La corsa torna a disputarsi quasi interamente entro i confini dello Stivale, con la sola variante dello sconfinamento in territorio svizzero, in occasione della 17/a e 18/a tappa da Tirano a Lugano e da Melide a Verbania; il Giro 2015 toccherà quidi 11 regioni , spostandosi dal versante tirrenico a quello adriatico, scenderà fino alla Campania, nel Sannio, per poi risalire dalle Marche.

Le 21 tappe sono state così suddivise: 1 cronometro a squadre, 1 cronometro individuale, 7 tappe per velocisti, 5 tappe di media montagna, 3 tappe di media montagna con arrivo in salita, 4 tappe di alta montagna con arrivo in salita.

Saranno 22 le squadre , ciascuna composta da 9 corridori, ad affrontarsi lungo i 3489 chilometri di strada .
Ma chi sono i favoriti per la vittoria di questo Giro d’Italia?
Le speranze azzurre sono riposte in Fabio Aru , capitano dell’Astana, che dovrà guardarsi le spalle da:Alberto Contador, spagnolo della Tinkoff e compagno di Ivan Basso, dall’australianoRichie Portedel Team Sky, dal colombianoRigoberto Urandella Etixx-Quick Step e dal belgaJurgen Van den Broeckdella Lotto-Soudal, senza però sottovalutare tutti i possibili outsider.

giro-ditalia-2015-logo
Questo l’elenco dettagliato delle 21 tappe

1/a tappa, 9 maggio: San Lorenzo al mare-Sanremo, km 17,6 (cronometro a squadre).

2/a tappa, 10 maggio: Albenga-Genova, km 177, pianeggiante.

3/a tappa, 11 maggio: Rapallo-Sestri Levante, km 136, pianeggiante.

4/a tappa, 12 maggio: Chiavari-La Spezia, km 150, media montagna.

5/a tappa, 13 maggio: La Spezia-Abetone, km 152, media montagna.

6/a tappa, 14 maggio: Montecatini Terme-Castiglione della pescaia, km 183, pianeggiante.

7/a tappa, 15 maggio: Grosseto-Fiuggi, km 264, pianeggiante.

8/a tappa, 16 maggio: Fiuggi-Campitello Matese, km 186, media montagna.

9/a tappa, 17 maggio: Benevento-San Giorgio al Sannio, km 215, media montagna.

10/a tappa, 19 maggio: Civitanova Marche-Forlì, km 200, pianeggiante.

11/a tappa, 20 maggio: Forlì-Imola (autodromo Ferrari), km 153, media montagna.

12/a tappa, 21 maggio: Imola-Vicenza (Monte Berico), km 190, media montagna.

13/a tappa, 22 maggio: Montecchio Maggiore-Jesolo, km 147, pianeggiante.

14/a tappa, 23 maggio: Treviso-Valdobbiadene (cronometro individuale), km 59,4.

15/a tappa, 24 maggio: Marostica-Madonna di Campiglio, km 165, alta montagna.

16/a tappa, 26 maggio: Pinzolo-Aprica, km 174, alta montagna.

17/a tappa, 27 maggio: Tirano-Lugano (Svizzera), km 134, pianeggiante.

18/a tappa, 28 maggio: Melide (Svizzera)-Verbania, km 170, media montagna.

19/a tappa, 29 maggio: Gravellona Toce-Cervinia, km 236, alta montagna.

20/a tappa, 30 maggio: Saint Vincent-Sestriere, km 199, alta montagna.

21/a tappa, 31 maggio: Torino-Milano, km 178, pianeggiante.

Foto
notizie Ristorante Polpette: la tradizione di Nonna Rosa dal Golfo di Napoli a Parigi   A Parigi è possibile gustare la vera e autentica cucina napoletana grazie al Ristorante Polpette. Aperto circa due anni fa da Emmanuelle Candido che con esso ha realizzato il suo sogno nel cassetto, quello di diffondere le tradizioni culinarie della sua famiglia proveniente da un piccolo villaggio nel Golfo di Napoli arroccato su una roccia.  Emmanuelle è moto legata all’Italia e alla cucina di sua Nonna Rosa che ogni estate, quando dalla Francia si recava per le vacanze in Italia, le preparava le sue gustose polpette come rituale di benvenuto.
Foto
notizie Pensione Ristorante Pizzeria Toscana: l’amore intramontabile per il Made in Italy Lotfi Aboudi, dopo aver maturato la propria esperienza di pizzaiolo e ristoratore in Italia, ha deciso di concretizzare il suo progetto ambizioso di diffondere il Made in Italy in Slovacchia precisamente nella città di Nitra. Quando giunse nel 93 in questa zona, il Made in Italy era del tutto sconosciuto. Lofti si è rimboccato le maniche e con coraggio e perseveranza ha creato un ristorante italiano con annessa una pensione suggestiva in cui i suoi clienti possono soggiornare in pieno relax lasciandosi coccolare dalla sua cucina Made in Italy e dalle attrattive del posto, la Pensione Ristorante Pizzeria Toscana. La Pensione Ristorante Pizzeria Toscana offre due camere triple, 5 camere doppie e un appartamento. Le camere sono dotate di aria condizionata, spaziose con la possibilità di un letto supplementare o di un letto per bambini. Sono moderne e arredate in modo confortevole con tutti gli accessori. Ogni camera ha il proprio bagno con doccia, TV, satellite, minibar. Tutte le camere sono dotate di connessione WIFI. Basta affacciarsi dalla finestra della pensione Toscana per godere di un paesaggio indimenticabile e naturale degno di essere immortalato.
Foto
notizie Antico Borgo Le Macine: con amore e passione tutti possono mangiare gourmet A Novarello Roberto Arena destruttura, scompone, ricompone e riassembla le migliori materie prime. La sua missione è “coccolare” i clienti con una grande cucina a prezzi ragionevoli