getCompanyVOById(10074377)
Vini Marocchesa
DEBUG 1

Il vigneto del Catasto Napoleonico

Con editto Napoleonico (decreto nr. 62 del 13 aprile 1807) si forma il catasto del Regno d’Italia, attivando le operazioni di rilevamento catastale che si concluderanno, per quanto concerne la parte triveneta del territorio, solo nel 1817.
A pochi passi dalla meravigliosa Venezia si estendono i poderi “Marocchesa“, azienda agricola condotta da Michele con il supporto dei fratelli Simone ed Alessio SCARAMUZZA.


La famiglia SCARAMUZZA ha radici molto antiche e di questa terra potrebbe raccontare ogni minima evoluzione e particolare, ma la cosa più importante è che proprio qui Napoleone Bonaparte mediante il Catasto Napoleonico registrò questi terreni coltivati a vite.


Nonno Rocco Scaramuzza era portavoce della tradizione agricola iniziata dai suoi genitori e predecessori ed ha tramandato ad Alessandro la passione per le colture, lo spirito innovativo e la sua vivace intraprendenza.
Alessandro è il padre dei fratelli Michele, Simone ed Alessio; li affianca ogni giorno nel progetto di “Marocchesa“ : dare un volto ed una identità a tutto quel lavoro, studio e investimenti fatti in vigna.
Michele è molto scrupoloso ed attento nella cura del vigneto. Questo è un ambiente in cui si praticano le regole della potatura di Simonit e Sirch, metodologia che permette alla vite di dare il massimo senza stress e di avere una lunga vita: tutto sotto il controllo di Michele.


Simone ed Alessio si occupano anche delle altre colture quali cereali per produrre farine, foraggio per gli animali, grano ecc. quando arriva la vendemmia invece sono concentrati in vigna con Michele.
I fratelli SCARAMUZZA lavorano in sinergia per selezionare le migliori uve dal vigneto sostenibile, per dare al pubblico vini premium non convenzionali che si distinguono per carattere e unicità.


LE RADICI NELLA TRADIZIONE

Nonno Rocco già seguiva le orme dei predecessori ed ha tramandato al figlio ed ai nipoti tale vocazione: coltivare la terra con passione e tanta dedizione.
Alessandro ha continuato sulle orme del padre ed oggi i suoi figli Michele, Simone e Alessio si dedicano interamente all’azienda.

In campagna il rispetto del territorio è la parola chiave.


Qui Michele, Simone e Alessio riscoprono il metodo naturale di protezione delle coltivazioni: le fasce tampone.
Le fasce tampone sono costituite da impianti arborei e/o arbustivi monofilari o plurifilari, caratterizzati inoltre, per ciascun filare, dalla presenza di una fascia erbacea costantemente inerbita di rispetto.
Tali formazioni lineari devono risultare interposte tra l’area destinata ad utilizzo agricolo e la rete idraulica aziendale e/o interaziendale (corsi d’acqua, fossi o scoline).
Le siepi, definite ai fini dell’applicazione della presente misura, sono rappresentate da strutture lineari arboree e/o arbustive, comprensive di una fascia erbacea costantemente inerbita di rispetto, collegate o inserite nel contesto delle superfici aziendali destinate ad utilizzo agricolo.


Nel nostro secolo il rispetto e il mantenimento delle fasce Tampone si era quasi perso.
“Marocchesa“ non ha mai abbandonato questo metodo ed il risultato è di un ambiente in equilibrio, sano e protetto.
Quindi le Siepi Tampone propongono il miglioramento del grado di biodiversità del territorio rurale attraverso il potenziamento delle connessioni ecologiche e l’aumento della presenza di siti riproduttivi e di aree di rifugio per la fauna selvatica.


Michele ha seguito la Scuola di Potatura di Simonit&Sirch, acquisendo il diploma.
La Potatura è una fase molto importante del percorso della vite: si segna anno dopo anno lo sviluppo e la forza della vite.
Qui Michele ha scelto di assecondare, attraverso la potatura, la naturale attitudine della vite a sviluppare la ramificazione: questo è il sistema per garantire alla pianta una vita sana e lunga.

Marocchesa ha scelto l’uso di energia sostenibile; l’energia solare viene trasformata in energia elettrica senza l’uso di combustibile.


L’impianto fotovoltaico 250 kw infatti converte in energia tutti i raggi solari senza produrre “scarti di lavorazione“.
Si abbatte quindi notevolmente la produzione di anidride carbonica, un passo importante verso un mondo sempre più ecosostenibile e sempre più informato ed interessato alle tematiche ambientali.






  VINI MAROCCHESA Via Marocchesa 49
31021 Mogliano Veneto (TV)
italia


Certifica la tua azienda. Richiedi ID anticontraffazione Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
RICHIEDI ID
Segnala un’eccellenza Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Segnala
Foto
aziende agricole Azienda Agricola Mauro Rei

L’Azienda

Posta nel cuore del Monferrato Casalese, la nostra azienda offre vini di alta qualità che portano in tavola il sapore delle terre piemontesi. Conta circa 30 ettari di vigneti e 50 di campi coltivati, ma il nome è conosciuto soprattutto per i vini venduti in tutto il nord Italia. L’azienda si trova nel piccolo paese di Sala Monferrato, immerso tra le colline, e noto per essere il paese con la più alta densità di terreno coltivato a vite della provincia di Alessandria. La cantina dispone di un ampio ventaglio di prodotti che può accontentare il palato del maggior numero possibile di clienti.
La famiglia Rei

La nostra azienda è a conduzione famigliare. Il nucleo famigliare è composto da Mauro, titolare dell’azienda e responsabile della coltivazione dei vigneti e della produzione in cantina; la moglie Laura, coadiuvante e responsabile delle vendite nelle piazze delle maggiori città italiane; il figlio Alberto, agrotecnico e coadiuvante in tutti i settori della produzione e delle vendite e l’altro figlio Alessandro, enologo, responsabile di marketing e comunicazione e rappresentante dell’azienda a Roma.

 
60 anni di storia

È difficile dire con precisione in che anni i nostri antenati arrivarono a possedere i primi appezzamenti di terra coltivati a vite. Oggi possiamo solo dire con certezza che l’azienda attuale nasce dall’unione dei possedimenti di due famiglie, quelle dei nostri bisnonni, con il matrimonio dei nostri nonni negli anni ’60. Infatti i loro genitori coltivavano già la vite, ma vendevano l’uva ad altre cantine.

È Giuseppe, il papà di Mauro, che nei primi anni ’60 decide di iniziare a produrre autonomamente vino e di venderlo a privati in damigiane. Nasce così l’”Azienda Agricola Rei Giuseppe”, che contava allora solamente 6/7 ettari. 30 anni dopo, negli anni ’90, l’azienda passa a Mauro, che incrementa notevolmente i terreni, decidendo di iniziare a imbottigliare il vino.

Nasce così l’Azienda Agricola Mauro Rei. Nel 2000 viene costruita la nuova cantina, sulla cima di una collina del paese, dove risiede tutt’oggi l’azienda. Attualmente l’azienda conta circa 32 ettari di vigneti e 50 di campi coltivati a grano, orzo, soia, girasole. La produzione media di vino è di circa 200.000 litri annui.

Foto
vini Nettare Dei Santi

La Nostra Storia

La storia vitivinicola della famiglia Riccardi risale alla fine del 1800, quando le uve coltivate nei vigneti di proprietà venivano vinificate nella vecchia tinaia dell'oratorio di San Rocco a San Colombano.
A quei tempi, il vino ottenuto veniva utilizzato per uso proprio o barattato con altri beni di consumo.


Alla fine degli anni 40 Franco Riccardi, dopo aver lasciato l'attività sportiva che lo aveva portato alla gloria olimpica con ben 4 ori nelle gare di spada, decise di trasformare quella che fino ad allora era stata una passione di famiglia in un'attività imprenditoriale, dando nuova immagine al prodotto ottenuto, imbottigliandolo e facendolo conoscere
sulle tavole dei milanesi. Successivamente egli inventò anche il nome e il marchio che tuttora identifica l'azienda ispirandosi ai versi di una poesia di Francesco Redi che così recita:


Io sono il vino che dall'ameno colle del vecchio Mombrione ebbe i natali.
Con l'oro del sol ch'entro mi bolle dei sogni in dolci voli, allargo l'ali.
Mi esaltano i poeti nei lor canti definendomi Nettare dei Santi.


Si arrivò così agli inizi degli anni 50, quando vennero stampate le prime etichette del "Nettare dei santi", un vino rosso semplice e beverino che rispecchiava la tipicità del territorio. I Colli di San Colombano, carichi di storia e di tradizione, avevano bisogno di produttori che, presane coscienza, rendessero loro nobiltà e importanza, portando sulle tavole, soprattutto dei Milanesi e dei lodigiani, dei vini dall'esuberante freschezza e fragranza e dal profumo intenso.


Alla fine degli anni 60, dopo la scomparsa del padre, il figlio Enrico rilevò l'attività di famiglia e creò due importanti vini che tuttora simboleggiano l'azienda: la verdea la Tonsa e il Roverone.


Nel 1980 Enrico Riccardi trasferì la cantina dal centro del paese alla cima della collina fra i vigneti di proprietà, diventando una delle più affascinanti realtà vitivinicole di San Colombano e insieme alla moglie Giovanna diede grande impulso all'attività investendo tutte le energie nella cura dei vigneti e nella ricercatezza dell'immagine.


Oggi il figlio Gianenrico, con la stessa passione e dinamicità imprenditoriale, dà continuità alla storia vitivinicola di famiglia realizzando nei vigneti, prima ancora che nelle botti, prodotti di qualità, nell'assoluto rispetto dell'ambiente e con lo sguardo sempre rivolto alla qualità e all'innovazione.


Foto
aziende agricole Cantina Oppizzi

I nostri vini non mancheranno di comunicarvi sensazioni ed accattivanti ricordi in quanto onesta espressione di queste terre e dei suoi frutti, coltivati da sempre seguendo la tradizione dei padri e lavorati con rispetto, amore e attenzione.
Le caratteristiche dei vini che produciamo, sono infatti quelle di una buona armonia di gusto, sapori naturali e profumi invitanti; quelli insomma che si stappano per godere di un piacere
che comincia dal primo sorso, squisitamente beverini, ideali quindi con le esigenze di un alimentazione moderna ma sana. Assaggiateli degustandoli con calma e secondo i riti che gli sono propri; vi offriranno autentiche emozioni perché nascono dall’amore e dalla passione per le antiche tradizioni e sono il frutto di un accurata e severa cernita delle uve migliori tutte provenienti esclusivamente dai nostri vigneti.


Foto
vini Vineria Neri

La Vineria Neri nasce nel 2013 dalla passione di due fratelli Alessandro e Mario che dopo l'avvio della Azienda Agricola Neri scelsero Roma come sede del loro primo punto vendita.


Entrando nella Vineria ci si immerge in un'altra epoca fatta di sapori tradizionali e prodotti genuini e unici nel loro genere a Roma.


Presso la Vineria Neri sono disponibili vini Laziali genuini e di alta qualita' provenienti direttamente da produttori locali con una vasta scelta di vini di Olevano Romano sia bianchi sia rossi.

In particolare evidenza il Colle Celone, il Cesanese di Olevano Romano DOC, prodotto direttamente dall'Azienda Agricola Neri.


Il Colle Celone è un ottimo vino rosso, strutturato, dal colore rubino intenso che con l’invecchiamento tende al granato. Ha un profumo pulito, con sentori di frutta secca, ciliegia e ribes. Armonico al palato, fruttato e corposo, si esprime al meglio dopo 40 minuti dall’apertura a una temperatura ottimale di servizio di 14°/16° C°.


Noi della Vineria crediamo che alla base di una produzione di qualità ci sono sempre dei valori in cui avere fede, vi aspettiamo.