getCompanyVOById(10071539)
Terre D'Aione

L’Azienda Agricola Terre D’Aione, che ha sviluppato i suoi vigneti di Greco di Tufo nei luoghi che hanno visto le gesta di un coraggioso principe longobardo ed il lavoro dei campi delle genti che l’abitarono, intende caratterizzarsi come un appassionato ritorno alle origini, un ossequio ed un inno alla ricchezza che viene dalla coltivazione dei campi e anche come espressione di un attaccamento profondo e irrisolvibile alla propria Terra Madre e nutrice.


Ecco perché Terre D’Aione produce, con dedizione ed ardimento, quel vino grazie al quale provarono gioia e ristoro le donne e gli uomini che dedicarono le opere e i giorni della loro vita a questo appartato e suggestivo angolo d’Irpinia.
L’azienda Terre D’Aione produce uve da vigneti situati in territori collinari tra i 450 e 550 mt s.l.m., da sempre vocati a tale coltura, su terreni declivi e ricchi di minerali. Gli impianti sono vecchi, con ceppi in media di almeno 40 anni d’età, che garantiscono a ogni annata uno standard elevato di qualità. I vini che ne derivano si caratterizzano per i profumi intensi, i sentori persistenti e la personalità unica.


Una gamma composta da Greco di Tufo, Fiano di Avellino, Falanghina del Beneventano, Aglianico Campania Rosato, Aglianico Campania, Taurasi e Tubolle, vino spumante brut.


ENGLISH VERSION
Azienda Agricola Terre D’Aione has developed its Greco Di Tufo vineyards in places that have witnessed the exploits of a brave Longobard prince and the farm work of people who lived there. It is the will to be distinguished as a passionate return to the origins, a homage and a hymn to the richness coming from crop farming. It is also expression of a deep and unsolvable love of its own wet nurse and mother land.


That is why we want to produce and we do produce with dedication and daring the wine which gave joy and solace to those men and women who dedicated the efforts and the days of their lives to this quiet and evocative corner in Irpinia.
The Terre D’Aione firm produces grapes from vineyards situated in hilly territories between the 450 and 550 mt on the level of the sea, for a long time devoted to such crop, on terrestrial slopes and rich of minerals.The fittings are old, with fetterses of an average age of 40 years at least that assure to every year an elevated standard of quality.The wines that derive of it arecharacterized for the intense perfumes,the persistent smells and the uniquepersonality.


A range consisting of Greco di Tufo, Fiano di Avellino, Falanghina del Beneventano, Aglianico Campania Rosato, Aglianico Campania, Taurasi and Tubolle, brut sparkling wine.




  TERRE D'AIONE Via San Paolo 23
83010 Torrioni (AV)
italia
0825998353
info@terredaione.it

ID ANTICONTRAFFAZIONE
N. 13871

Certifica la tua azienda. Richiedi ID anticontraffazione Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
RICHIEDI ID
Segnala un’eccellenza Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Segnala
Foto
ristorazione Agriturismo Fossa Mala

"Un vino moderno ha radici antiche.

La tradizione per noi non è mai sterile nostalgia del passato, ma base per nuovi traguardi da raggiungere con competenza ed innovazione”.


Villa Fossa Mala, immersa fra i vigneti del Friuli,
è la Tenuta di famiglia Roncadin.

Punto di riferimento per la loro azienda a conduzione familiare, è il luogo in cui si concretizzano i sogni di Edoardo, che fin da bambino giocava in questa tenuta, allora abbandonata e ricca di fascino.

Qui sperimentano i sapori della gastronomia locale da accompagnare con il vino di propria produzione.

Fiume Veneto, 12 maggio 2003: parte da qui il progetto Fossa Mala, un’idea giovane in una terra antica e unica nel suo genere nella DOC Grave del Friuli.

Un territorio vocatissimo che, a differenza di altre zone della Grave, qui si fa “grasso” e ricco del limo e dell’argilla depositati nei millenni dalle piene dei fiumi che caratterizzano la zona.

Dai 6 ettari iniziali si è giunti ben presto agli attuali 36 ettari:una crescita costante voluta fermamente dalla famiglia Roncadin per produrre vini importanti, inimitabili e in grado di dare forti emozioni.

Anche la sede che ospita e rappresenta questa passione è unica come i risultati che si prefigge: un’antica villa nella pianura di Fiume Veneto veglia sui circostanti vigneti, sul lavoro dell’uomo e sul lento alternarsi delle stagioni che, insieme, rendono grande il vino Fossa Mala.

Foto
vini Vignaioli Pugliesi

È la fine degli anni’50 e nel pieno del boom economico un visionario gruppo di agricoltori decide di fondare a Orta Nova, città in provincia di Foggia nota per la sua dedizione all’agricoltura, una cooperativa sociale per realizzare il miglior vino in circolazione. Quella cooperativa cambierà il nome in Vignaoioli Pugliesi, a rimarcare il forte amore per questa regione. I contadini di Vignaioli Pugliesi uniscono le loro forze ed in breve tempo riescono a dar vita ad un nuovo progetto, un modo innovativo di intendere il mestiere dell’agricoltore, fatto di passione e amore per il territorio.


In pochi anni la cantina diventa una vera e propria eccellenza del territorio di Capitanata. Il profondo spirito cooperativo, l’attenzione costante per più moderne metodologie e le più aggiornate tecniche di coltivazione portano alla produzione di mosti e di vini di grande qualità.


I campi su cui sorgono i vigneti, nel pieno del “Tavolere delle Puglie” si prestano ad un frutto di grande pregio grazie anche al clima ideale che favorisce la coltivazione della vite. Assaporando le uve infatti, è possibile percepire tutto l’amore e l’impegno del duro lavoro di realizzazione di quelli che poi diventeranno Sangiovese, Lambrusco, Trebbiano, Nero di Troia e IGP Puglia, mosti illustri che caratterizzano da ormai più di sessant’anni la storica cantina ortese.


Una cantina che attraverso il suo duro lavoro ha scritto un’importante parte di storia del territorio pugliese e che ora guarda al futuro, fatto di continua evoluzione e innovazione, attraverso la fondamentale unione di tradizione e progresso.


Catalogo Horeca

Foto
vini Azienda Agricola Nicola Santoleri

LA STORIA DEL NOSTRO VINO

Nascosta e protetta dal famoso monte Maiella, nell’Appennino abruzzese, sorge l’azienda vinicola di Nicola Santoleri. Paesi pittoreschi dove I calanchi incorniciano il paesaggio intorno ai vigneti di Crognaleto.

Per fare un vino eccezionale bisogna iniziare dalle radici. Per oltre 50 anni la famiglia Santoleri ha piantato e potato le loro viti seguendo le più’ antiche tradizioni ed usato sul terreno metodi biologici (fertilizzanti naturali). L’azienda vinicola, produce due tipi di uve per l’imbottigliamento, il Trebbiano D’Abruzzo e il Montepulciano d’Abruzzo, che rispecchiano le condizioni meteorologiche dell’anno in cui vengono le uve vengono raccolte.


La Cantina e’ situata nel cuore della città’ medievale di Guardiagrele, ed e’ qui che inizia la selezione delle uve che daranno vita ai migliori vini d’annata. La struttura, costruita nel 1700, ospita 25 botti (20 - 25 hl) di rovere di Slavonia. Fuori e’ appesa una targa in memoria del maestro del Montepulciano d’Abruzzo, Nicola Santoleri morto prematuramente nel 2007.

Le grandi porte di legno e la dolce melodia della musica di Mozart riassumono il mezzo secolo di storia del Santoleri . Una storia tramandata per generazioni ed ora raccontata da Giovanni Santoleri. Nell’azienda Santoleri la qualità’ non e’ mai compromessa, la pazienza e’ una consuetudine ed il risultato con l’aiuto di madre natura, e’la produzione di un vino eccezionale.


I NOSTRI VINI

La promessa e l’impegno di produrre un vino eccezionale e di qualità’ comincia ancor prima dell’approvazione della legge nel 1968 che istitui’ la denominazione di origine controllata dei vini. I vini Santoleri hanno il marchio di Denominazione di Origine Controllata (D.O.C.) non chè la sottozona Crognaleto” ad indicare un territorio particolarmente indicato per la produzione di vini che rappresentino al meglio il vitigno ed il territorio racchiudendo il tutto in poche bottiglie. La proprietà si estende su 28/30 ettari di vigneto, condotto con pratiche volte a favorire il massimo rispetto della natura e del frutto. Le concimazioni sono esclusivamente organiche. Il vigneto di Crognaleto è coltivato principalmente con Montepulciano d'Abruzzo (80%), sangiovese (10%) e trebbiano d'Abruzzo (6%), allevati con il sistema a tendone oltre a piccolissime quantità di pinot nero, grigio e bianco e di riesling.


All’inizio di ogni stagione si scongiurano condizioni meteorologiche adatte a produrre un ottimo vino. Quando ciò’ accade e le nostre preghiere vengono esaudite, l’azienda Santoleri riesce a produrre 40,000 bottiglie di vino all’anno.

Santoleri Vini

È attualmente in vendita in tutta Italia e nei seguenti mercati internazionali: Ontario | Canada | California | Stati Uniti d'America

Foto
ristorazione Marisa Cuomo

Tra viti e rocce a strapiombo sul mare di Furore, Cantine Marisa Cuomo!


L’uva che cresce aggrappata alla roccia di Furore è esposta alla magica azione del sole e del mare della Costa d’Amalfi. Al fascino della geometria dei vigneti dell’azienda, si aggiunge la suggestiva cantina scavata nella roccia.
Dal 1980, anno della sua fondazione, Cantine Marisa Cuomo è l’azienda vinicola di Andrea Ferraioli e Marisa Cuomo che si estende lungo 10 ettari di territorio.


La selezione di uve nobili, la ricerca del giusto grado di freschezza ed umidità unito allo scorrere del tempo, vecchi segreti tramandati da vinificatori del luogo e tecniche di elaborazione all’avanguardia danno vita a vini di elevatissima qualità, stimati in tutto il mondo.
Andrea Ferraioli e Marisa Cuomo, con l’enologo Luigi Moio ed i vinicoltori dell’azienda, scelgono di puntare sulla qualità per distinguersi nel panorama dell’enologia italiana con vini dal sapore unico e straordinario come il territorio della costa di Furore.


Gran Furor Divina Costiera, Cantine di Marisa Cuomo

Il marchio che in tutto il mondo porta la grandezza di un piccolo pezzo di terra.

Gran Furor Divina Costiera è un marchio che nasce nel 1942 per accompagnare la vendita dei vini della Costa di Furore, ottenuti dalle vigne sdraiate a picco sul golfo di Salerno.

Andrea Ferraioli, discendente da un’antica famiglia di vinificatori locali, acquista il marchio Gran Furor Divina Costiera nel 1980, per produrre un vino di altissima qualità recuperando i segreti dei suoi avi e la secolare tradizione vinicola del suo paese natio.

Insieme alla moglie Marisa Cuomo inizia un’avventura imprenditoriale che si confonde con il legame famigliare che li unisce: il loro amore ed una straordinaria passione per il vino porteranno Cantine di Marisa Cuomo tra i migliori marchi dell’enologia italiana a livello internazionale.


Il Medagliere

Importanti riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale premiano gli sforzi e la passione di Marisa Cuomo e Andrea Ferraioli. Dalla caparbia volontà di tenere in vita le antiche tradizioni vinicole di Furore nascono vini pluripremiati dalla critica e dagli estimatori.

Oscar 2006 al Fiorduva come migliore Vino Bianco: uno dei premi più ambiti e qualificanti nel settore dell’enologia italiana, assegnato ogni anno dall’Associazione Italiana Sommelier. L’Oscar 2006 al Fiorduva è un riconoscimento senza precedenti per un vino prodotto nel sud della nostra penisola, che contribuisce ad aggiungere il nome di Marisa Cuomo nella lista delle cantine italiane più rinomate.

Fra il 2005 e il 2006, numerosi premi di notevole livello arricchiscono il medagliere della Cantina di Furore: i “Tre Bicchieri” della guida I Vini d’Italia di Gambero Rosso, due medaglie d’argento per il Furore Rosso Riserva e per il Fiorduva, una medaglia d’oro a Los Angeles ed il riconoscimento “Best of Class” Award Limited Production, sempre negli USA.

E ancora, l’inserimento nell’Annuario dei migliori vini d’Italia di Luca Maroni e i “Cinque Grappoli” conferiti dall’AIS (Associazione Italiana Sommelier) nell’edizione di “Duemilavini”, la Guida ai Vini d’Italia. Le bottiglie della Cantina Marisa Cuomo rientrano nella lista dei cento migliori vini inseriti nel Glossario di Paolo Massobrio del Club di Papillon, nella Guida Oro I Vini di Veronelli e vengono premiate con numerose medaglie d’oro alla Selezione del Sindaco delle Città del Vino.


Le Cantine

La roccia della Costa d’Amalfi custodisce i vini Gran Furor Divina Costiera.

Affacciate sul mare a 500 metri di altezza, le Cantine Marisa Cuomo dominano una parte della Costa di Amalfi situata nel Comune di Furore. Le viti, allevate prevalentemente a “pergolato” e spesso piantate sulle pareti rocciose verticali, si estendono su dieci ettari di superficie di cui 3,5 di proprietà.

I vini di Cantine Marisa Cuomo invecchiano in un’antica cantina scavata nella roccia di origine dolomitico-calcarea: un luogo affascinante, umido e fresco, che accoglie le barriques in legno di rovere francese. La vinificazione avviene secondo le più moderne tecniche, in un connubio di natura e tecnologia.

In un territorio come Furore, così caratteristico ed allo stesso tempo estremo, la cura delle viti e dell’uva diventa un lavoro completamente manuale. A stretto contatto con la natura, le Cantine Marisa Cuomo sperimentano tecniche per strappare terreno alla roccia, costruiscono pergolati su cui adagiare le viti, selezionano con rigore le colture più adatte ed i vitigni nobili.

Una straordinaria passione per il vino è il segreto delle Cantine Marisa Cuomo.