L’alto pregio dei vini prodotti nella zona di Montalcino era conosciuto già al tempo degli Etruschi, i quali, su questi poggi, avevano sviluppato attivi insediamenti.
Il nome “Tenuta Poggio Il Castellare” dato all’azienda ci riporta alle radici storiche del luogo: ai reperti di un antico nucleo abitativo con resti di case e di torri sulle sommità del poggio omonimo accanto ai vigneti.
I vigneti dell’azienda si estendono su declivi soleggiati che si affacciano sui suggestivi paesaggi della val d’Orcia l’uno, del monte Amiata l’altro, ed infine il vigneto Pian Bossolino alla visione mistica della secolare Abbazia di S.Antimo.
Poggio Castellare si estende su sua superficie vitata di otto ettari. Il percorso in cantina consente di scoprire i processi produttivi. L’itinerario si articola attraverso spazi per la fermentazione del vino, poi botti da 30 HL e barriques che cullano l’affinamento fino al magazzino del vino imbottigliato.

ENG
The high value of the wines produced in the area of Montalcino was already known during Etruscan times; in fact the Etruscans had thriving settlements on these hills. The name “Tenuta Poggio Il Castellare (Poggio il Castellare Estate) brings us back to the historical roots of the place: the remains of an ancient settlement, with what remains of houses and towers on top of the homonymous hill, beside the vineyards.
The vineyards of the estate stretch on the sunny slopes overlooking the picturesque landscapes of the Val d’Orcia on one side, of Mount Amiata on another side and, finally, from the Pian del Bosso vineyard you can enjoy the mystical sight of the Abbazia di Sant’Antimo (Sant’Antimo Abbey). Poggio Castellare stretches for 8 hectares of land covered with vines.
The visit to the cellars helps to discover the secret of the production process.
The itinerary is structured through rooms for the fermentation, then 3000 lt barrels and smaller barrels (barriques) in which the wine goes through the process of refining before getting bottled and stored.

  TENUTA POGGIO IL CASTELLARE Loc. Castelnuovo Abate
53024 Montalcino (SI)
italia
0578798328
info@tenutetoscane.com

ID ANTICONTRAFFAZIONE
N. 3002

Certifica la tua azienda. Richiedi ID anticontraffazione Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
RICHIEDI ID
Segnala un’eccellenza Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Segnala
Foto
aziende agricole Zafferano Del Re

Siamo donne, siamo sorelle, siamo calabresi.
Abbiamo una grande passione: fare agricoltura nella nostra terra, preservando la natura e la biodiversità dei nostri territori.
Produciamo Zafferano con metodi naturali e siamo delle vere e proprie artigiane poichè il nostro prodotto è frutto di un processo di lavoro interamente svolto a mano.

Foto
pastifici Pastificio Graziano

GRAZIANO

Il buono della Pasta


Nella nostra pasta trovi tutti i sapori, i profumi e le tradizioni dell’Irpinia. Lavoriamo la pasta con la stessa passione delle nostre nonne: selezioniamo le migliori semole di grano duro e le impastiamo lentamente, solo con acqua delle sorgenti dei monti irpini.


Le trafile della tradizione

Custodiamo un segreto antico: dall’acqua limpida delle sorgenti irpine e dalle migliori semole di grano duro nasce la pasta Graziano, genuina come quella delle nostre nonne.


Territorio e tradizione

Il territorio e la tradizione sono la vera forza del nostro Pastificio.
Il territorio incontaminato dei monti irpini ci regala l’acqua delle sue fonti che, insieme al grano proveniente da Puglia, Campania e Basilicata, ci permette di lavorare la pasta con la stessa genuinità e passione delle nostre nonne.

L’antica ricetta della pasta Graziano è onorata seguendo scrupolosamente il metodo di lavorazione degli storici artigiani di Gragnano, che prevede la trafilatura al bronzo e la lenta essiccazione statica su telai per almeno due giorni a bassa temperatura. Questo metodo permette di ottenere una pasta che mantiene intatti, in tutti i formati lunghi e corti, i nutrienti delle materie prime utilizzate perché vogliamo regalare ai nostri consumatori il profumo e l’essenza del nostro territorio.


Il grano

Per rispondere alla crescente domanda di qualità del mercato italiano e estero, il Pastificio Graziano è impegnato nella costante e stringente selezione della materia prima.

La semola di grano duro che si unisce alla nostra acqua sorgiva è quella realizzata con grano proveniente dall’entroterra campano, dalla Puglia e dalla Basilicata. Le varietà di grano sono selezionate per il loro elevato contenuto proteico che assicura un buon indice di tenacità alla nostra pasta. Il risultato è un piatto di pasta sempre al dente, elastico e ben digeribile.

Inoltre le farine devono essere prodotte da grano macinato in maniera leggera, con un numero di giri di macina contenuto per mantenerne la fragranza. Le qualità organolettiche del grano utilizzato e il colore giallo chiaro della pasta si mantengono intatte grazie al processo di essiccazione lenta.


La trafilatura

La trafilatura è una delle fasi più importanti nella preparazione di una pasta di alta qualità. Ecco perché abbiamo scelto di utilizzare speciali trafile al bronzo con essiccazione a basse temperature dove il tempo di essiccazione può variare a seconda delle condizione meteorologiche (40/45° per 24/48 ore) su telai in celle statiche.

Questo ci permette di conferire alla pasta una particolare rugosità che aumenta notevolmente l’assorbimento di qualsiasi tipo di condimento.

Ma siamo andati più in là: la volontà di dare al consumatore un prodotto sempre migliore ci ha spinto ad avviare una collaborazione prestigiosa con i Laboratori del Dipartimento di Chimica ” A. Zambelli” dell’Università degli Studi di Salerno. Il frutto di questa ricerca scientifica e della successiva sperimentazione è stato il brevetto di nuove esclusive trafile all’avanguardia che prevedono l’utilizzo di platino e argento come componenti principali: questa importante innovazione consente di limitare l’usura dei materiali delle trafile, con conseguente sensibile diminuzione delle scorie, e migliorare l’aspetto termico dell’estrusione per garantire la massima uniformità della pasta.


Foto
aziende agricole Azienda Agricola Venturin