Produzione Vino Biologico e Frutta Biologica!



La Tenuta Marino nasce in un territorio estremamente generoso come il Parco Nazionale del Pollino in Basilicata. A circa 500 metri sul livello del mare, la suddetta azienda si espande tanto da invadere il territorio di tre comuni (Noepoli, San Giorgio L. e Senise) e due province (Matera e Potenza). A cavallo tra i due fiumi, Sinni e Sarmento, l’incontaminato luogo può anche vantare la superba presenza della diga di Monte Cutugno, la più grande d’Europa in terra battuta.
Francesco Marino, proprietario e gestore dell’azienda già dalla fine degli anni settanta per la produzione frutticola, è da sempre stato un grande estimatore del vino; già il nonno possedeva una cantina a Rocca Imperiale, in Calabria.
Partendo dal suo personalissimo assunto secondo cui “chi non sa apprezzare il vino non lo sa neanche fare e viceversa” si convince a produrre il proprio, grazie a un segno che gli si impone alla vista nel corso degli anni: una pianta di uva che, imperterrita, cresceva vicino ai cocci di una vecchia torre ottocentesca.
Dopo averla fatta visionare a tecnici competenti, dopo essere risultata di uve aglianico, ecco che comincia la sua impresa.
La vinificazione di quei grappoli che hanno voluto resistere per circa due secoli, questo è il suo Aglianico.
Ben presto la sua produzione si è arricchita di altre uve quali: Primitivo – Syrah – Merlot – Cabernet Sauvignon e Greco.

I ventisei ettari vigneti si sviluppano in questa terra aspra, per l’appunto. La terra che ospita le suddette uve infatti è amara, accidentata, selvaggia; possiede insomma le caratteristiche che ben si addicono alla produzione di un vino di qualità; l’attributo “aspra” infatti, in questo caso, non ha nessuna connotazione negativa ma, al contrario, si rivela grandemente favorevole e determinante per la felice riuscita del prodotto finale. Queste vigne sono circondate da terreni semipianeggianti che accolgono estese piantagioni fruttifere di kiwi, albicocche, percoche, pesche e piante d’ulivo. A completamento di questo disegno ancora trenta ettari di bosco e settanta divisi fra allevamenti di bovini e cavalli e macchia mediterranea. Da anni l’azienda adotta il metodo di agricoltura biologica, metodo di cui è stata pioniera.
Celebrando il nome del loro territorio, questi vini prodotti risentono della perfetta esposizione solare ed aerea, rispettando ognuno le peculiarità e le caratteristiche dei loro vitigni di origine.


Il territorio

L’impervia collina, delicatamente velata nei colori e dagli avvolgenti toni pastello, appare incredibilmente magica e suggestiva. Tutto nei suoi dintorni lo è. La zona, di 250 ettari, è adagiata ai piedi del massiccio del Pollino, si estende in agro di San Giorgio Lucano dando origine alla zona Doc, mentre Le zone IGT sono situate nell’agro di Noepoli e di Senise. Fra gli incantati declivi del Parco del Pollino scorrono le acque del Sinni e del Sarmento, poco più in là, lontano dalla frenesia, è adagiato il Lago di Monte Cotugno. L’area risente dell’influsso dello Jonio e del Tirreno, rendendo così unica nel suo genere questa zona dall’interessante microclima.

Questa “Terra Aspra”, così scheletrica e perfettamente drenata nella sua struttura grumosa, si armonizza con le forti escursioni termiche di un aria purissima e briosa, creando così le condizioni adatte alla produzione vitivinicola. Questa magica alchimia che si protrae da secoli ha reso le nostre zone di produzione uniche ed irripetibili, mentre i frutteti circostanti donano un aroma unico ed inconfondibile. Al pari delle rose, avremo tutto il piacere di un gusto intenso.


Certificazioni

La nostra azienda ha scelto di operare nella produzione utilizzando il metodo di Agricoltura Biologica. Questo ci permette di esaltare ed enfatizzare il nostro prodotto.

L’agricoltura biologica è un tipo di agricoltura che considera l’intero ecosistema agricolo, sfrutta la naturale fertilità del suolo favorendola con interventi limitati, promuove la biodiversità dell’ambiente in cui opera ed esclude l’utilizzo di prodotti di sintesi (salvo quelli specificatamente ammessi dal regolamento comunitario) e organismi geneticamente modificati.

Gli alimenti biologici si sono dimostrati privi di residui da fitofarmaci nelle analisi condotte da Legambiente nell’ambito dello studio Pesticidi nel piatto 2007. Inoltre uno studio del 2005 ha dimostrato che le tracce di agrofarmaci contenuti nelle urine dei bambini scompaiono dopo pochi giorni di alimentazione biologica.

L’Azienda Tenuta Marino ha acquisito, nel corso degli anni, numerose certificazioni che ne attestano la qualità di tutti i prodotti e la biologicità dei raccolti.

  TENUTA MARINO Contrada Piano delle Rose
75027 San Giorgio Lucano (MT)
italia
0835815978
393/9456207
0835815978
info@tenutamarino.it

ID ANTICONTRAFFAZIONE
N. 4083 7969

Certifica la tua azienda. Richiedi ID anticontraffazione Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
RICHIEDI ID
Segnala un’eccellenza Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Segnala
Foto
ristorazione Catering Cucina Mobile Dal 1987

Tutto per una giornata o serata indimenticabile!

La Cucina Mobile è un’azienda nota, anzi, una garanzia nel settore del Catering, essa vanta un’alta e forte esperienza che risale al 1987.



Il Catering Cucina Mobile nato nell’ormai lontano 1987 è un’azienda familiare che si contraddistingue per le continue innovazioni, per la qualità dei servizi e soprattutto per la cucina raffinata e curata in tutti i più piccoli particolari. Fin da subito ci siamo proposti di voler offrire il meglio ed è proprio per questo motivo che abbiamo scelto di attrezzarci in tutto, in modo da non dover ricorrere a noleggi, il nostro investimento più importante è stato quello della cucina.
Cuciniamo l’intero menù dell’evento sul posto il giorno stesso, lasciamo libero accesso ai nostri clienti per poter verificare la veridicità della nostra affermazione!

Realizziamo menù personalizzati e, oltre ad utilizzare materie prime fresche a km o e di primissima qualità, mettiamo tanto amore e tanta passione nel nostro lavoro perché nulla gratifica di più di un sorriso e, vedere la nostra clientela soddisfatta è una ragione di orgoglio!

Per noi non è un problema spostarsi, per chi non avesse un posto possiamo indicare delle location con cui collaboriamo a seconda del luogo dell’evento e delle preferenze personali, dal castello, alla villa d’epoca, al parco o al ranch.

Facciamo preventivi di persona gratuiti e senza alcun impegno!

Foto
ristoranti Il Castello Di Casapozzano

Abbiamo realizzato il tuo sogno più bello. Trasformalo in realtà.

Tra le bellezze e le sorprese che possono offrire i paesi della Regione Campania, immerso nei colori e nei sapori di un’antichità resistente ai tempi moderni, si erge nello splendore di un borgo medioevale, il secolare Palazzo Ducale Capece-Minutolo, comunemente chiamato, il Castello di Casapozzano.


La storia del Castello

Casapozzano o Casapuzzano è un antichissimo borgo nato a ridosso del castello medioevale.

Il nome deriva dalla particolare caratteristica del luogo: il territorio era ricco di pozzi dai quali la gens atellana attingeva facilmente acqua, poiché la falda acquifera si trovava a non più di 7 metri di profondità.

L'antico termine Putei-anum si evolve in Puctianum e successivamente diventa Casapuctianum (territorio del pozzo).


L'odierna struttura nacque come torre di guardia, in epoca longobarda e si sviluppò nella successiva epoca normanna.

Il primo nucleo del futuro castello fu eretto nel secolo XI dai fratelli Mosca, nell'ambito del sistema difensivo della Baronia, posto a guardia dei possedimenti terrieri.


In epoca Angioina il feudo di Casapuzzano fu di proprietà di Isabella Filangieri della Berlingeria de Sangro e, successivamente, vide avvicendarsi, quali Signori di Casapuzzano, i Capece Minutolo, i Magliulo e la famiglia Bozzuti.

Nel 1378 il sito, ritornato in eredità ai Capece Minutolo, fu restaurato a cura del Cardinale Enrico Capece Minutolo, Arcivescovo di Napoli. La memoria di tale evento è preservata da una lapide marmorea che ne riproduce le fattezze, posta dopo il ponte elevatoio che permette di oltrepassare il fossato.


Alla fine del secolo XVIII, Vincenzo Capece Minutolo, rompendo ogni tradizione, sposò una discendente di un nobile casato irlandese, Alicia Higgins. La giovane sposa modificò l'antico maniero medioevale trasformandolo nell'attuale palazzo, arricchendolo con cornici, stemmi e con i comignoli, tipici dell'architettura inglese del '700.

Alicia Higgins, pur contaminando lo stile del Castello con il gusto artistico della sua terra, non eliminò i segni caratteristici di origine medioevale, quali il fossato e la cinta muraria.


Ferdinando Capece Minutolo, figlio della coppia che ha reso il Castello così come oggi lo ammiriamo, completò definitivamente il complesso nobiliare e, per dare ordine al feudo, urbanizzò l'ambiente circostante.

Il complesso nobiliare è stato acquistato dagli eredi della famiglia Del Balzo, i quali ne divennero proprietari a seguito del matrimonio fra Clotilde Capece Minutolo di Bugnano dei Duchi di Miranda e Giovanni Battista Del Balzo, Duca di Caprigliano.


Di particolare interesse storico è la lapide che tuttora si trova nell'ingresso principale, che ricorda il pedaggio imposto ai passanti in epoca longobarda.

Foto
ristoranti L'Ancora Della Tortuga Locale in stile marina letteralmente aggrappato alla scogliera (una parete è di roccia viva): dal dehors superiore la vista è mozzafiato, mentre la cucina onora il mare, ma non dimentica la terra!
Foto
ristoranti Trattoria Il Sardo

Authentisch Italienisch.
Bei uns gibt es keine feste Speisekarte.
täglich neue Gerichte aus der italienische/sardische Küche.