La Cooperativa Rinascita é oggi una realtà siciliana nel campo della coltura del pomodoro e del rispetto per I'ambiente,in Iinea con gli orientamenti qualitativi ai quali aderiscono i produttori dei prodotti biologici!



La coltura del pomodoro da sempre si pratica nel territorio del comune di Valledolmo senza l'ausilio di apporti idrici, tale cronica mancanza di acqua per usi irrigui ha fatto si che gli agricoltori della zona mettessero a punto una tecnica colturale che in ogni caso permette di portare a termine il ciclo di produzione, rendendola economicamente remunerativa, senza forzare la coltura con interventi massivi, di fertilizzanti con una difesa antiparassitaria ridotta ricorrendo sempre a prodotti consentiti anche nelle produzioni biologiche e grazie anche alla presenza nei terreni della componente argillosa montmorillonica eo sabbie plioceniche miste ad argille caratteristiche di una buona fertilità agronomica e soprattutto per la loro capacità di autoregolazione idrica nel periodo di assenza o scarsità di piogge.

Gli agricoltori della zona dimostrano il loro valore professionale e la loro sensibilità produttiva, in effetti, nel tempo hanno operato quel processo di acculturazione che in buona sostanza crea sviluppo. Quanto appena detto, ha convinto alcuni produttori ad unirsi in cooperativa al fine di creare una piccola industria di trasformazione, consapevoli che solo attraverso il completamento della intera filiera si possa valorizzare la produzione agricola e ottenere un certo valore aggiunto, dimostrando di recepire i nuovi orientamenti della Politica Comunitaria, verso il riconoscimento tangibile della funzione sociale dei sistemi di produzioni estensivi nelle aree marginali. In questo nuovo modo di guardare l'agricoltura delle aree
marginali, come lo sono quelle in cui il pomodoro viene coltivato, la figura dell'imprenditore agricolo, rappresenta l'elemento centrale della problematica gestionale delle risorse agricole. Nella fattispecie la capacità di realizzare prodotti tipici ad alto valore aggiunto, l'azione di salvaguardia del territorio e di tutela dell'ambiente, nonché assicurare la sanità della salute del consumatore.
Il pomodoro è la cucina mediterranea, non si può immaginare la cucina mediterranea senza il pomodoro e al di là dei dibattiti sulla sua origine, non c'è dubbio che da un paio di secoli a questa parte il pomodoro ha contribuito a costruire l'idea della nostra cucina, l'idea del sapore di casa, del sapore della nonna, cambiando anche le nostre abitudini alimentari e, non c'è pomodoro migliore di quello del Sud, e di quello siciliano e in particolar modo quello siccagno ne rappresenta la massima espressione delle caratteristiche chimiche ed organolettiche.
Come si è accennato alcuni produttori Valledolmesi riunitesi in cooperativa, hanno realizzato un impianto per la trasformazione del pomodoro siccagno in passata, utilizzando esclusivamente prodotto proveniente dalle proprie aziende, raccolto a mano e lavorato fresco senza aggiunta di alcun altro ingrediente nella consapevolezza di portare sulla tavola dei consumatori un prodotto che riassume in sé quelle caratteristiche di genuinità, sapore, profumi!

  SOC. COOP. RINASCITA Via Generale Cadorno 91
90029 Valledolmo (PA)
italia
0921766218
rinascita.valledolmo@libero.it

ID ANTICONTRAFFAZIONE
N. 2321

Certifica la tua azienda. Richiedi ID anticontraffazione Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
RICHIEDI ID
Segnala un’eccellenza Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Segnala
Foto
agroalimentare Le Delizie Del Subasio Prodotti tipici, biologici e per celiaci, con degustazione
Foto
aziende agricole Cantina Vini Pregiati Mascarello Michele Snc

Tra morbide colline e castelli medioevali, dal 1927 e quattro generazioni la famiglia Mascarello produce vini a La Morra, porta delle Langhe e cuore della “zona del Barolo”.

Foto
caseifici Fior D'Agerola

Fu nel 1840 che Gennaro Fusco, antenato degli attuali proprietari, maestro casaro di provata esperienza, decise di aumentare la produzione e di allargare la distribuzione alla città di Napoli. L'eco della bontà dei formaggi e latticini dei Monti Lattari, e in particolare di Agerola, giungeva, infatti, nella Capitale del Regno delle Due Sicilie, ma non era facile soddisfare la richiesta crescente, soprattutto a causa della difficoltà dei collegamenti. Gennaro, raccogliendo la sfida e seguendo l'intuizione che lo avrebbe condotto ad ampliare la diffusione dei suoi prodotti, riuscì a rispondere alla domanda del mercato napoletano, guadagnandosi in breve tempo l'apprezzamento e la stima delle maggiori famiglie cittadine, che contribuirono ad accrescerne la fama.

I figli Giuseppe, Maria e Tommaso, coinvolti nell'azienda di famiglia, contribuirono attivamente al successo della stessa. Nel tempo, pur con gli ammodernamenti richiesti dalle esigenze dell'attuale industria alimentare, l'azienda casearia ha conservato i metodi di lavorazione artigianale, presentandosi, oggi, come una delle realtà maggiormente ancorate alla tradizione, anche per la capacità di mantenere intatto il sapore e la qualità che da sempre distinguono i latticini e i formaggi agerolesi. E' risaputo che l'intero territorio dei Monti Lattari (nome che deriva da Lactari Montes, vale a dire monti produttori di latte) fin dall'antichità remota, in epoca precristiana, forniva un latte di altissima qualità, grazie al fatto che i bovini ivi allevati allo stato brado o semibrado pascolavano liberamente nutrendosi delle erbe profumatissime tipiche del posto e di fogliame misto, fra cui cascame di castagno, che ne rendeva il latte particolarmente nutriente e gradevole quanto a sapore e odore. Gli abitanti di Agerola furono fra i primi a sfruttare questa risorsa naturale, facendo dell'allevamento la loro fonte primaria di sostentamento e associando ad esso la lavorazione del latte, trasformato in ricotte e formaggi il cui pregio divenne in breve noto in tutta l'Italia meridionale. Attraverso i secoli quest'arte antica è stata tramandata di padre in figlio, e i segreti relativi ai processi di lavorazione sono giunti fino agli odierni maestri casari costituendo un patrimonio di saperi alla base di un'Arte del Sapore tuttora ineguagliata. I Maestri Casari dell'azienda Fior d'Agerola hanno appreso quest'arte dai loro predecessori, e la praticano fedelmente, in specie nelle fasi di filatura e mozzatura del fiordilatte e di filatura e pezzatura dei provoloni e caciocavalli, custodendone il segreto che rende la pasta dei formaggi squisitamente morbida e delicata. Difatti, anche se gli odierni disciplinari igienico-sanitari relativi alla lavorazione dei prodotti caseari richiedono l'impiego di macchinari per alcune fasi, altre rimangono affidate alle abili mani dei casari.

La scelta di impiegare latte esclusivamente di provenienza campana e comunque, ove questo non dovesse essere disponibile in quantità sufficiente, proveniente dalle regioni lucane dell'Italia Meridionale, garantisce, inoltre, prodotti di altissima qualità, ampiamente riconosciuta nell'ambito delle convenzioni di settore. Grazie all'assoluta freschezza (il latte, consegnato entro 24 ore dalla mungitura, viene immediatamente lavorato), alle qualità organolettiche e nutrizionali che, per la loro ricchezza, costituiscono oggetto di studio e ricerca specialistica, al gusto unico per sapore e morbidezza al palato e al profumo, i latticini e i formaggi di Fior d'Agerola si inseriscono a pieno titolo nel numero dei prodotti tipici territoriali che esprimono una precisa identità, diventando simbolo del territorio stesso

Foto
aziende agricole El Tabaro Di Dalla Palma Paolo & C
Vendita formaggi di produzione propria!

Chi siamo: EL Tabaro un’azienda agricola con marchio registrato a conduzione famigliare, con 60 vacche da latte con la quale produciamo formaggio.
L’azienda nasce nel 1850 a Enego. E continua un’antica tradizione tramandata di generazione in generazione.

Cosa facciamo: Produciamo formaggio a latte crudo, con tecnologia moderna ma metodi antichi. I nostri formaggi vengono venduti in tutta Italia, prevalentemente nei mercati nelle province di Vicenza e Padova.

La nostra azienda fa parte del progetto vacca burlina della provincia di Vicenza, una razza autoctona dell’altopiano in via d’estinzione per la sua poca produzione di latte con pochi grassi e caseina, con la quale noi produciamo formaggio marchiato Burlino. Produciamo anche formaggio Asiago D.O.P della montagna.