Ristorante e pizzeria con forno a legna ..cucina tipica regionale..ampia sala per compleanni e manifestazioni di vario genere...ampio giardino e parcheggio




ID ANTICONTRAFFAZIONE
N. 11857

Certifica la tua azienda. Richiedi ID anticontraffazione Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
RICHIEDI ID
Segnala un’eccellenza Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Segnala
Foto
ristoranti Ristorante Chalet Vela

"...da 60 anni nel cuore della storia sangiorgese..."


Orari apertura cucina:
Sempre aperto

Foto
ristoranti Fabula Bistrot&Maison

Immerso nelle verdi campagne di Monopoli (BA), a soli 10 km dal centro cittadino, nasce il nuovo Fabula Maison, un Bed & Breakfast rilevato e riprogettato artigianalmente in stile Shabby Chic dalla famiglia De Cicco-Conte.


Sapori Calabresi nel cuore della Puglia

I gusti autentici e genuini della Calabria incontrano i sapori Pugliesi. Il Ristorante Fabula Bistrot offre un menu completo, grazie a piatti di carne e pesce preparati magistralmente dai nostri Chef.

Accanto al Fabula Maison sorge Fabula Bistrot.
Il Ristorante, Pinseria, Griglieria, con una Sala Bimbi interamente dedicata ai più piccoli. Una Location ideale per ogni tipo di evento.


Un Bed and Breakfast Shabby Chic

L’arredemento è interamente realizzato con mobili recuperati gelosamente dai mercatini dell’usato, a cui è stata data una nuova vita. Il bianco candido della leggerezza, i colori pastello e l’uso del legno creano un’atmosfera che si armonizza perfettamente con l’ambiente circostante.

Foto
ristoranti Le Piemontesine

Ci sono un sacco di piccoli miracoli nella ristorazione e nell’hotellerie italiana. E più in particolare, in quelle piemontesi. Miracoli che son, bisogna dirlo, spesso figli delle crisi che ha spinto molti giovani a reinventarsi, e creare nuovi modelli o a esplorare nuovi territori, lanciandosi in sfide da far tremare i polsi.


La sfida qui l’hanno lanciata due ragazzi francesi. Lui si chiama Jerome Migotto, la sua compagna e factotum Charlotte. Stavano in un posto niente male, Parigi dove lui ha girovagato tra le cucine dei più famosi ristoranti tristellati a imparare dagli chef più à la page (Yannick Alleno, tanto per citarne uno) come tirare una salsa o cuocere alla perfezione una carne o un pesce. Charlotte però discendeva da una famiglia che viveva sulle colline della Langa Monregalese, una zona bellissima dal punto di vista naturalistico, ma non proprio al centro del mondo. Erano gli avi di Charlotte per la precisione di San Luigi la frazione di un piccolo paese dell’Alta Langa, Igliano. E qui i due ragazzi francesi si sono trasferiti e hanno recuperato un vecchio edificio semiabbandonato trasformandolo in un hotel a quattro stelle. Da oltre vent’anni a San Luigi però non esistevano più attività commerciali. Loro hanno scelto comunque di privilegiare gli artigiani e le aziende locali, realizzando un edificio ad alta efficenza energetica, adeguato all’architettura locale con archi a vista e conservando e ristrutturando due antichi forni con tetti in ciappe che si trovano proprio davanti all’ingresso dell’hotel. E che vengono usati per pane e cucina.


Dopo 5 anni di lavoro hanno aperto: dieci camere e una suite con vista panoramica sull’intero arco alpino piemontese.

E, finalmente ci siamo arrivati, al piano terreno dell’hotel c’è il ristorante. Moderno, elegante e soprattutto molto buono. La cucina (la definizione davvero azzeccata è su Tripadvisor) “unisce la saggezza della cucina francese e la concretezza piemontese”. Qualche piatto: salmone affumicato in casa, uovo su dadolata di zucca con tartufo estivo, ravioli di vitello con ratatouille alla nizzarda scampi arrosto e riso venere, una tradizionale guancia al vino rosso, perfetta. Migotto è anche un ottimo pasticcere, e Charlotte in sala vi aiuterà anche nella scelta del vino in una carta piccola ma completa. La spesa è l’ultimo regaolo. Menu a 32 euro, alla carta poco di più