La storia del forno a legna Rizzato, inizia alla fine degli anni ’70, ed è la storia di una famiglia che da sempre si dedica con amore al pane. All’inizio era soltanto un piccolo forno a legna, che Corrado e Gabriella rilevarono nel 1978 a Lugo di Vicenza da un vecchio panettiere. Nonostante l’inesperienza e il timore di intraprendere questa avventura, Corrado e Gabriella erano determinati a realizzare il proprio sogno, quello cioè di mantenere viva nella propria azienda l’arte della panificazione, proprio come avevano fatto esperienza visitando le case contadine, dove un tempo si faceva il pane a mano.


Consapevoli del valore di un antico sapere, Corrado e Gabriella sono riusciti a trasmetterlo anche ai figli Andrea e Massimo e a preservarlo nel tempo, continuando ad impiegare le farine macinate a pietra, una lavorazione manuale del pane, la pasta madre per la lievitazione e il forno a legna per la cottura.

Questa filosofia ben si sposava con la nuova sensibilità del biologico che negli anni ’80 si andava delineando e proprio in questo contesto maturava la scelta di cominciare ad utilizzare farine biologiche.
Nonostante la maggiore difficoltà nel lavorare queste farine rispetto a quelle normali, Corrado e Gabriella non si sono mai scoraggiati continuando a fare ricerca su tutti i cereali di nuova ed antica utilizzazione, maturando sempre di più la loro esperienza di panificazione.

Nel frattempo, i primi negozi biologici che iniziavano ad affacciarsi sul mercato si rivolgevano al forno Rizzato per l’acquisto del pane e, poco a poco, l’aumento della produzione rese necessario nel 1985 trasferirsi a Thiene in una struttura più grande. Nello stesso periodo il panificio Rizzato si certificava secondo il metodo biologico. Un Biologico vissuto e creduto come recupero dei metodi tradizionali di coltivazione della terra e di lavorazione dei cereali, nel rispetto della natura e dei suoi ritmi.


Contemporaneamente cresceva sempre di più da parte dell’azienda l’attenzione verso le proprietà nutritive e organolettiche dei prodotti; la necessità di realizzare prodotti salutari, oltre che gustosi, portava infine l’azienda a collaborare con medici e nutrizionisti, in considerazione anche delle intolleranze alimentari che molti consumatori cominciavano a manifestare già nei primi anni 2000.

In particolare, la sensibilità di Corrado e Gabriella verso la celiachia li spingeva ad aprire, nel 2008, a Thiene, un forno dedicato esclusivamente alla produzione di pane e prodotti da forno senza glutine.

Il Panificio Rizzato oggi è un’azienda che si distingue per esperienza e professionalità, mantenendo intatta la propria artigianalità.




  PANIFICIO RIZZATO DI RIZZATO VALERIO Via del Mutton 11
31036 Ospedaletto (TV)
italia
042273483
fornorizzato@gmail.com

ID ANTICONTRAFFAZIONE
N. 9762

Certifica la tua azienda. Richiedi ID anticontraffazione Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
RICHIEDI ID
Segnala un’eccellenza Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Segnala
Foto
panetterie Panificio Ruocco
Foto
panetterie Panificio Filippi

Il panificio Filippi nasce a Casaprota nel 1998 in un piccolo paese immerso nel verde della Sabina in provincia di Rieti, è un panificio-biscottificio artigianale, produciamo pane artigianale a lievitazione naturale e dolci prevalentemente biscotti secchi da forno, da destinare alla vendita diretta e rivendite nel territorio locale.


I nostri prodotti sono tutti lavorati esclusivamente a mano, con tecniche tradizionali e materie prime selezionate italiane, che rendono il pane e biscotti buoni e genuini che ricordano i sapori di come venivano preparati dalle nostre nonne.


Foto
panetterie Panificio Virdis Dal 1964

GRANO DURO, ACQUA, SALE E LIEVITO MADRE… QUESTA È L’ANTICA RICETTA

OGNI GIORNO RITROVIAMO IL SAPORE DI QUEI TEMPI

UNA TRADIZIONE DI FAMIGLIA


Nato a Pattada, figlio di mugnaio, Marco Virdis titolare del panificio decide di seguire la tradizione familiare creata dalla mamma nel 1964. Marco, che si dedica a quest’ attività con passione, custodisce l’antica tecnica della lievitazione naturale con pasta madre e panifica la migliore farina offerta dal mercato per raggiungere l’eccellenza del suo prodotto. L’obiettivo principale che negli anni ha tanto appassionato Marco, non è la produzione della Spianata che tutti conosciamo, bensì quella di una volta, dal grande formato e ricca di profumi diversi capace di riportare sulle nostre tavole il sapore di quei tempi.


La nostra spianata

La spianata è un antico pane sardo detto anche “pane fine”, sottile e morbido, ideale per una dieta sana ed equilibrata, grazie ad ingredienti semplici come grano duro, acqua, sale e lievito naturale. La nostra spianata viene fatta a Pattada, un comune montano il cui clima contribuisce alla buona riuscita del prodotto, la lavorazione della spianata richiede infatti basse temperature e acqua fresca di montagna. La ricetta è molto semplice, l’impasto della spianata viene fatto lievitare per un’ora e mezza, steso in una sfoglia sottile di circa 30-40 cm di diametro e poi cotto 16 -20 secondi in forno a 560 gradi. Durante la cottura il pane si gonfia e si “divide” in due sfoglie sottilissime. Perché mantenga la fragranza e la morbidezza la spianata va conservata in frigorifero in un sacchetto di plastica oppure in congelatore.

PAN TOSTATO è il nuovo prodotto del panificio Virdis, nasce dall’antica tradizione di tostare la spianata per prolungarne la conservazione. Il risultato è un pane… croccante.

La SPIANATA e il PAN TOSTATO vengono consumati come alternativa al pane per accompagnare le diverse pietanze, come zuppe e minestre, formaggi e salumi, per un antipasto rustico ed invitante.


Il Lievito Madre

“A lievitazione naturale con pasta madre, con farina di prima qualità. Questa è per noi la Spianata di Pattada.”

La pasta madre, chiamato anche lievito acido, pasta acida, lievito naturale e crescente, è un impasto di farina e acqua acidificato da un complesso di lieviti e batteri lattici che sono in grado di avviare la fermentazione.

A differenza del lievito di birra che produce una fermentazione alcolica, il lievito naturale da luogo ad una fermentazione acido-lattica; il pane così lievitato ha sapore caratteristico, è più conservabile e più digeribile perché l’amido dei cereali viene disgregato dai batterei lattici.

Foto
panetterie Panificio De Nardo

Sono 40 anni che l'odore fragrante del pane si diffonde lungo le strade di Picarelli. 4O anni che il Forno De Nardo di contrada Scrofeta è diventato un luogo simbolo per tutti gli avellinesi, custodendo la storia di un un universo complesso, fatto di lente lievitazioni, dedizione e regole ferree.


Un marchio che è uno stile riconosciuto per la creazione di prodotti esclusivi che contemplano l'utilizzo di farine selezionate, lievito madre, esperienza e tecniche all'avanguardia.


Il Forno De Nardo ha sempre cavalcato il cambiamento delle abitudini di consumo, riuscendo ad evolversi con un progetto di rinnovamento continuo, ma senza perdere di vista la sua vocazione promordiale. Il pane integrale, le brioche, la pizza in teglia sono la voce di una tradizione che ha salvaguardato l'arte della panificazione, espressione tangibile di una famiglia che ha fatto della propria passione un brand che può creare dipendenza.