getCompanyVOById(10070470)
Norcineria Ansuini Mastro Peppe

Norcineria Ansuini Mastro Peppe artigiani della scuola di norcineria, ci trovate dentro le mura della Vetusta Norcia, nel centro storico a due passi dalla Piazza principale di Norcia, probabilmente siamo gli ultimi mastri norcini di Norcia, Peppe, Emiliano e Fabrizio. Nel nostro negozio laboratorio potete assaporare le vere norcinerie, e vedere come si lavorano, chiunque vuole può far visita anche alle nostre cantine di stagionatura.


Dire Norcino vuol dire Norcia. Oggi con questo termine si indica l’abile artigiano che produce prelibati salumi, venduti presso le Norcinerie. Storicamente invece questo termine ha indicato l’abitante di Norcia, ma anche il chirurgo della scuola preciana, in altri casi il macellaio; fu anche una maschera teatrale. La vicenda storica del Norcino è molto complessa ed è nostra intenzione far comprendere quanto questo mestiere faccia parte della cultura nursina e della nostra vicenda personale.


Tutte la famiglie contadine possedevano un maiale. La sua alimentazione era costituita da ghiande, granturco, patate, con l’aggiunta degli “avanzi di casa”, come le briciole del pane e tutte le altre poche rimanenze di cibo. Era assolutamente vietato sprecare questi preziosi avanzi, accumulati man mano dentro “lu sicchittu de lu puòrcu”, generalmente sistemato in cucina. Il suino di casa era ricoverato dentro “lu stallittu” e spesso anche i bambini dovevano occuparsi di governarlo. Di solito veniva ucciso durante il mese di gennaio e le sue carni lavorate con il favore delle basse temperature. I salumi erano poi messi a stagionare nelle cantine. Il loro consumo era dettato dalla stagionatura: l’ultimo prodotto ad essere mangiato, perché con il tempo di maturazione più lungo, era il prosciutto. A Norcia non esistevano grandi allevamenti di suini, le famiglie, come già ricordato, possedevano il loro capo destinato all’autoconsumo, tutt’al più se ne potevano trovare alcuni liberi per i boschi.


Un appuntamento fondamentale per i Norcini era quello del 16 di agosto. In quel giorno si svolgeva, e si tiene tutt’ora, la fiera di “sienti ‘n può”. Durante quella giornata infatti i Mastri Norcini attivi soprattutto a Roma, Livorno e Pisa arrivavano a Norcia per ingaggiare adulti e giovani, da portare con loro in città come aiuto bottega o “a fà la stagione”. La trattativa per stabilire il compenso del lavoro che i nursini avrebbero svolto in città iniziava proprio con l’espressione “senti un po’ tu…”.


Anche la nostra famiglia ha vissuto questa fase della migrazione stagionale, infatti, il giovane Peppe ha lavorato per anni a Livorno. “Esperienza importante e dura – commenta Peppe – tante volte non potevamo apparecchiare la tavola perchè dovevamo usarla come scala per appenderci sopra i salumi freschi”; prosegue con il ricordo: “in ogni città c’erano tecniche di lavoro diverse, guardando ho capito e imparato quale era giusta e quale no…come dice il proverbio: ‘impara l’arte e mettila a parte!’”.


Ancora oggi produciamo i nostri salumi come Mastro Peppe ha imparato, non solo durante le trasferte toscane, ma anche dai suoi genitori e sta tramandando a noi figli, Fabrizio ed Emiliano. Dal 1938 la nostra famiglia vede oggi la quarta generazione di Norcini, continuando sempre a produrre e stagionare le migliori Norcinerie, proprio come un tempo.





ID ANTICONTRAFFAZIONE
N. 12879

Certifica la tua azienda. Richiedi ID anticontraffazione Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
RICHIEDI ID
Segnala un’eccellenza Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Segnala
Foto
macellerie Macelleria Regano - Gastronomia e Salumificio Artigianale

La Macelleria Regano offre un servizio di carni : EQUINE, BOVINE, SUINE E POLLAME.


All'interno dell'attività troverete servizi di vario tipo tra cui : Alta Gastronomia e Salumificio Artigianale.


VI ASPETTIAMO


Servizio di consegna a domicilio dal lunedì al sabato con orario 9:00-13:00 - 17:30-20:30

Foto
ristoranti L'Òcchiano Azienda Agricola Agrituristica

Felitto è un luogo che lascia davvero senza parole per la sua bellezza. L’Occhiano è un acero campestre che la tradizione felittese ritiene essere di buono auspicio per una lunga vita. Per questo abbiamo deciso di chiamare così il nostro ristorante, dove principe indiscusso è il nostro fusillo. Qui la cucina è tradizionale, caratterizzata da ospitalità familiare e vista privilegiata su Felitto, con un menù che spazia dalle antiche pietanze della cucina locale ad una vastissima gamma di pizze cotte nel forno a legna, tutto preparato con ingredienti scelti con la massima cura e attenzione, privilegiando le materie prime e di produzione del posto. Su prenotazione è anche possibile assistere alla lavorazione del fusillo felittese e visitare gratuitamente il Museo della Civiltà Contadina. Scorre lento il Fiume Calore, mentre abbraccia le sue Gole... Nel 1998 tre giovincelli intrapresero per gioco la costruzione di una zattera fatta con alcune tavole (che avevamo rubato dai meccanici) per attraversare il fiume in lungo e in largo. Fin dall’inizio la zattera suscitò interesse e curiosità tra i felittesi, ma anche tra quei pochi turisti che venivano a visitare le Gole del Calore, al tempo ancora sconosciute. Nel 1999 sostituirono la zattera rudimentale con un pedalò con cui accompagnavamo i turisti alla scoperta delle Gole. Il tutto è avvenuto nella completa spensieratezza di tre adolescenti che amavano la natura, ma soprattutto amavano trascorrere le estati nel loro paese. Con il passare degli anni le Gole del Calore hanno iniziato ad aver fama e si sono viste aumentare sempre di più il numero di turisti. Così, quel gioco iniziato nel 1998 si è trasformato in un vero e proprio lavoro che portano avanti con lo stesso amore e, perchè no, con lo stesso divertimento. Ogni anno durante la terza settimana di agosto si svolge la “Sagra del Fusillo Felittese”, dove protagonista indiscusso e prelibato è sempre lui, il “Fusillo Felittese”, piatto tipico da secoli e tramandato da madre in figlia, amato e gustato. Questo piatto della tradizione culinaria locale è sempre preparato con grande amore, pur richiedendo solo ingredienti semplici e naturali, per poi esser lavorato a mano con un apposito ferro sottile. La prima edizione di questa sagra risale al lontano 1976 e da allora, di anno in anno, il Fusillo sulle tavole regale come un principe rimane, parla al palato, squisito assai, e dona a tutti una rara bontà.

Foto
vini Vinicola Barone

Con oltre 30 anni di esperienza, la Vinicola offre una grande varietà di vini che sono il frutto di un accordo tra tradizione e cultura enologica moderna.


Con sede a Ceppaloni è un'azienda radicata da trent'anni nel cuore delle colline beneventane. tre decenni di storia enologica testimoniano il lavoro e la passione della famiglia Barone per i vini più caratteristici del Sannio, aglianico, solopaca del sannio, falanghina del sannio, coda di volpe e greco. La riscoperta e la valorizzazione dei sempre più apprezzati prodotti della viticoltura sannita, l'identificazione con luoghi e l'ambiente, sono alla base della filosofia dell'azienda, proiettata sempre più nella ricerca della qualificazione della propria produzione. Grazie alla consolidata esperienza nel settore, la Vinicola Barone offre una grande varietà di vini che sono il frutto di una lunga, studiata sperimentazione e di un accordo tra tradizione e cultura enologica moderna.

Foto
macellerie Carni e Salumi Sausa

Specialità Pronto-Cuoci
Salumi HOMEMADE
Aperti anche la DOMENICA