getCompanyVOById(10073462)
Locanda Dell'Arzente
DEBUG 1

Situata a San Salvatore Monferrato in una posizione strategica, a soli 5 km dal casello di Alessandria Ovest, la Locanda è una piccola oasi di benessere immersa nel verde, che ospita un ristorante dalle ampie vetrate con vista panoramica sulle colline del Monferrato dove gustare piatti tipici della tradizione monferrina accompagnati da ottimi vini locali.


Tra le nove camere d’albergo, caratteristica è la suite soppalcata con ampia vetrata ad arco ricavata dove un tempo era situato fienile.


La Locanda è luogo ideale dove organizzare banchetti, cerimonie, feste private, cene aziendali, ma anche dove trascorrere una piacevole serata romantica o una domenica in famiglia lasciando giocare liberamente i più piccoli nell’ampio prato che la circonda.




  LOCANDA DELL'ARZENTE Regione Guatrasone 100
15046 San Salvatore Monferrato (AL)
italia


Certifica la tua azienda. Richiedi ID anticontraffazione Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
RICHIEDI ID
Segnala un’eccellenza Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Segnala
Foto
ristoranti La Buta Stupa

La buta stupa nasce nel 2012 dal connubio perfetto di due persone esperte nel settore: lui, Alberto, appassionato sommelier, e lei, Patrizia, chef professionista.
Il locale nasce dalla loro passione per il buon vino e il buon cibo e dal desiderio di creare un luogo diverso da tutti gli altri.
 
Così è nata un’enoteca e ristorante dove poter degustare i piatti tipici della tradizione piemontese scegliendo da un ricco menù ed accompagnarli con vini di ottima qualità.
Le mani esperte di Patrizia preparano con cura ogni singola pietanza, prestando particolare attenzione alle materie prime usate, mentre Alberto vi saprà consigliare il giusto vino da abbinare per offrirti una cena o un pranzo dal gusto indimenticabile.
 
L’amore per la cucina della tradizione e per il buon vino, la cura attenta dei particolari, la passione che Alberto e Patrizia mettono nel loro lavoro, sono ciò che contraddistingue La buta stupa: venite a trovarci per scoprirlo!

Foto
ristoranti Toscanella Apuana

Door middel van creativiteit, een pad tussen kunst en eten
creeren var ruw materiaal, pizza pasta ravioli brood sculpturem marmer schilderij cadeau idee.

Foto
ristoranti Ristorante Il Garibaldi

Il Garibaldi, la   porta di San Quirico
“E’ il nostro modo di raccogliere l’eredità delle generazioni che ci hanno preceduto... I Pellegrini che percorrevano la Francigena fino a Roma, i viandanti, i mercanti di bestie... Ricordi di una cucina povera, ma sana e onesta, che (almeno lei) non sente il peso del tempo che passa” (Dalla carta del Garibaldi)


Siamo con Luca Vagnoli e la sua ‘famiglia allargata’ in un felice connubio tra cucina senese e beneventana.
Al ristorante Garibaldi la proposta in carta è molto eclettica: piatti di pesce con un tocco creativo, menù tradizionali e passione per la terra... ed una pizza che dicono sia ‘molto buona’. Scopriamolo assieme.
Nacque nel 1913 a San Quirico d’Orcia la bottega del maniscalco Giuseppe Garibaldi (appunto, non il padre della Patria della Spedizione dei Mille!) che poi fu un’officina meccanica – grazie alla forte passione per i motori e la Mille Miglia, che qui transita sin dal 1927.


Oggi è un ristorante a gestione familiare: a Luca si affiancano il cognato Antonio di Maiolo, la moglie e la cognata Antonella e Nicoletta Cocchiarella e Laura Inzeo. In origine era stata centrale la figura di Pasqualina Pucino che, per tanti anni (dal ’96 al 2012), aveva lavorato fianco a fianco con il giovane chef nelle cucine dell’Hotel Posta Marcucci a Bagno Vignoni.
Luca non si è fermato a San Quirico: importanti le sue esperienze a Firenze negli storici ristoranti ‘Zibibbo’ e ‘Pane e Vino’ nonché all’Hotel Baglioni, quanto in Svizzera a Mendrisio od al Castello di Velona di Montalcino. Nel 2013 questa grande e festosa famiglia rilevò ‘Il Garibaldi’ - storico ristorante in San Quirico sin dai primi anni ’80 – contando sulla familiarità di vecchi ed ora nuovi clienti. Conosciuto e frequentato per la cucina di mare, Luca volle rinvigorire questa tradizione – con il pesce che oggi arriva fresco e tutti i giorni dal Tirreno.


Incuriositi dalle floride premesse cominciamo il nostro percorso degustativo con dei ‘    


Crostoni con polipetti in umido cotti al coccio    
’ (8,oo €) con olive e capperi; una cottura a bassa temperatura, a ‘coccio
coperto’, che li rende morbidissimi ed una una battuta di odori delicata ed avvolgente. Sul modello artusiano,
si potrebbe dire, del Polpo alla Luciana. Proseguiamo con un ‘    


Risotto ai gamberi rossi di Sicilia crudi e cotti    
’ (15,oo €), doppia preparazione, consistenza e temperatura per questo piatto dinamico con gocce di burrata e
profumo di limone di Sorrento Bio: Carnaroli invecchiato dodici mesi, mantecato e saltato in padella con i
gamberi ed i suoi condimenti. Terza proposta una koinè internazionale che fa il verso, o forse un attentato, al
very British    

‘Fish and Chips’ - che qui si toscanizza nel ‘    
Fisce & Cippse    
’ (14,oo €) con filettini di baccalà in
tempura, patate croccanti ed emulsione di balsamico.


Dal menù di terra scegliamo un ‘    
Risotto alle erbe officinali toscane    
’ (10,oo €), un gran concerto di erbette
aromatiche e silvestri con gocce di stracciatella di bufala e polvere di pomodoro, intenso matrimonio tra la
gastronomia toscana e beneventana.


Non possiamo farci mancare dei ‘ Pici   fatti   a   mano   con   sugo   di guanciale di Cinta Senese e Pecorino Il Vecchio    
’ (9,oo €), una sorta di amatriciana ‘nascosta’ frutto di una
ricerca personale dello chef. Ci concediamo inoltre un taglio freddo di una ‘    


Tartare di Chianina Igp    
’ (14,oo€) con carpaccio di zucchine marinate, alla quale volendo, si possono aggiungere laddove di stagione porcini
e tartufi freschi mentre, della griglia vogliamo assaggiare delle ‘    


Bistecchine e coscio di agnello nostrano    
’(15,oo €), allo scottadito, allevato nell’Amiata, in una magistrale cottura che ne sigilla le carni ancora
succose.


Non dimentichiamo le crostate fatte in casa di Antonella con il sapido burro francese, esclusivi     
hand-made desserts a fine pasto, da gustare anche nel bar, a colazione, con generose porzioni.


Info e prenotazioni: Il Garibaldi Ristorante (hotel e bar), Via Cassia 17, San Quirico d’Orcia (Si) / Tel. 0577 898315 / Cell 347 9547786.

La struttura dispone anche di un hotel con dodici camere.

Foto
ristoranti Origin Bassano

Colazioni - Pranzi - Brunch - Drink