Residenza di Charme Appartamenti di Lusso 4 soli ****



Edificato in epoca medioevale nelle adiacenze della chiesa di Santa Maria delle Bocche, il palazzo passò nel 1471 dal notaio Rinaldo Mezzaprile alla famiglia Ariosto, assieme all’edificio contiguo (la Magna Domus dell’illustre casata), al quale è unito da un cavalcavia in vicolo del Granchio. Nel 1484 l’edificio divenne proprietà del canonico Brunoro Ariosto: è verosimilmente di quest’epoca il monogramma cristologico collocato sulla facciata, a ricordo della predicazione in Ferrara di San Bernardino da Siena, che lo adottò come proprio emblema. Il portale in marmo con archivolto e mensola a chiave può essere fatto risalire al Cinquecento.


Mentre Brunoro era canonico a Rovigo, nel palazzo si stabilì il fratello Nicolò, dal quale nacque il celeberrimo Ludovico, allora decenne. In questo edificio, il futuro autore dell’Orlando Furioso studiò con il precettore, Domenico Catabene di Argenta, e probabilmente vi compose le prime poesie e alcuni acerbi testi teatrali. Alla morte del padre, il grande poeta abbandonò Ferrara per recarsi a Canossa in qualità di capitano della Rocca, anche se ritornò più volte a vivere in queste stanze, sino a quando acquistò la casa in contrada del Mirasole. Nella casa di via Giuoco del Pallone 31, di cui divenne in seguito l’unico proprietario, Ludovico scrisse ampi brani della prima versione dell’Orlando Furioso, edita nel 1516.


Dopo gli Ariosto, il palazzo divenne della nobile famiglia Canani e, via via, dei Federici, dei Righetti, degli Agnoletti, finché nel XIX secolo fu acquistato dal paesaggista e critico d’arte Ferdinando Ughi. Questi lo vendette al pittore Oreste Buzzi nel 1913, il quale era tornato dal Brasile fornito di cospicue risorse economiche, dopo aver lavorato anche per il presidente della Repubblica. Alla morte di Buzzi, avvenuta nel 1943, il figlio Ugo cedette la casa ai Cavallini, genitori di Bruno (padre di Eleonora Cavallini), Rina e Romana (madre di Mario, Giovanni, Bruno e Anna Verdi). Rina Cavallini sposò Giuseppe Sgarbi e concepì Vittorio Sgarbi ed Elisabetta Sgarbi.


Di gusto rinascimentale è il prospetto, di squisito taglio esornativo legato alla tradizione del “cotto” ferrarese. L’antico portico al pianterreno venne tamponato durante il XVI secolo, mentre la facciata fu sopraelevata dopo l’acquisto da parte di Buzzi su progetto del medesimo, che si preoccupò intelligentemente di mantenere l’unità stilistica con il piano nobile e lo decorò personalmente con raffinate tempere di gusto tardo-liberty e art déco, sia nei soffitti che sulle pareti. All’epoca in cui Oreste Buzzi comprò la casa, permaneva al pianterreno uno stanzone (allora rivendita di legno e carbone) dove, secondo la tradizione, Ludovico Ariosto metteva in scena le proprie commedie davanti ai famigliari, a mo’ di anteprima.






  LE CASE CAVALLINI - SGARBI Via Giuoco del Pallone 31
44121 Ferrara (FE)
italia
3497221394
info@lecasecavallinisgarbi.eu

ID ANTICONTRAFFAZIONE
N. 9591

Certifica la tua azienda. Richiedi ID anticontraffazione Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
RICHIEDI ID
Segnala un’eccellenza Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Segnala
Foto
ristoranti Agriturismo San Mauro

Situato nelle dolci colline del Mandrolisai (terra di grandi vini), immerso nei vigneti e nel cuore della Sardegna , paesaggi silenziosi che offrono relax al turista e intense emozioni per gli appassionati della natura , Dista 200 m dal santuario campestre più grande della Sardegna (San Mauro) , da un parco archeologico ricco di Menhir (oltre 200), tombe dei giganti, domus de janas e nuraghi. Piscina e barbecue, cucina tipica barbaricina , carni arrosto eccellenti e ottimi vini dei nostri vigneti .

Foto
ricettività e turismo Zoo d'Abruzzo

Chi siamo


Lo Zoo d’Abruzzo è una realtà a gestione familiare nata nel 2007 dall’amore per gli animali come semplice esperimento, che oggi offre la possibilità a grandi e piccini di vivere un giorno a stretto contatto con animali da tutti i continenti. Nel nostro parco troverete giraffe, rinoceronte, leone, zebre e lemuri del Madagascar, africani, gli asiatici elefanti e i cammelli, specie animali australiane e americane ma anche europee, come daini, gufi, e altro ancora. Lo Zoo d' Abruzzo è un parco faunistico con percorso pedonale in cui poter vedere gli animali da molto vicino. Potrete interagire con loro, assistere a dimostrazioni didattiche e partecipare a laboratori interattivi che metteranno in contatto diretto grandi e piccini con i nostri amici animali.

Non solo zoo

Il parco si trova a pochi minuti dal casello autostradale della A14 (uscita Lanciano), in un territorio ricco di mete da poter abbinare alla visita allo zoo: basti pensare al Santuario del Miracolo Eucaristico di Lanciano situato a pochi chilometri, all’Abbazia di San Giovanni in Venere a Fossacesia, o alla meravigliosa costa dei trabocchi.


La nostra missione

Vogliamo diventare una struttura dedicata ad aumentare la consapevolezza dello stretto rapporto di interconnessione tra uomo ed animali. In questo quadro, evidenziamo da un lato le relazioni di reciproco beneficio che esistono tra uomo ed animali domestici, e dall'altro siamo un centro di educazione popolare sulle misure preventive necessarie a garantire un futuro alla biodiversità, sia a livello locale che planetario.

Didattica

Grazie allo staff della didattica, sarà possibile approfondire la biologia e le curiosità inerenti alle specie presenti nel parco, durante le visite guidate e le tante attività didattiche. Così, una giornata al parco diventa un’emozione unica, a stretto contatto con la natura.

Scopri chi troverai al parco
Lemuri, rinoceronti, giraffe, pappagalli, leoni, foche e tanto altro ti aspetta al nostro parco

Tantissimi animali da tutti i continenti ti aspettano per un'avventura a contatto con la natura e tanto divertimento

Foto
ristoranti Agriturismo Papaveri e Papere

AGRITURISMO RISTORANTE PIZZERIA


APERTO TUTTE LE SERE DAL MARTEDI ALLA DOMENICA DOMENICA ANCHE PRANZO

Foto
alberghi Albergo Pietrasanta

Albergo Pietrasanta -  L’elemento distintivo che lo rende unico nel suo genere è L’Arte: una vera e propria galleria d’arte contemporanea composta da pittori italiani e non crea un ambiente ricco di charme e di un’eleganza senza tempo, che ne fanno una location ideale per ogni occasione!


Nel cuore della Versilia, a poca distanza da Pisa e da Lucca, la cittadina collinare di Pietrasanta è da anni tradizionale meta degli appassionati d’arte; con i suoi monumenti, la piazza, i tipici laboratori artigianali e le sue spiagge, costituisce un importante punto di riferimento per chiunque desideri trascorrere una vacanza fatta di mare, sole, arte e cultura.

L’Albergo Pietrasanta è situato nel seicentesco Palazzo Barsanti Bonetti, nel centro storico della cittadina a pochi passi dalla cattedrale e dalla piazza medievale.


Gli spazi dell’albergo si articolano intorno a due corpi principali, costituiti dalla villa padronale e dalle vecchie scuderie. I due edifici sono oggi collegati da una veranda che si affaccia sul giardino di palme secolari.


L’Albergo Pietrasanta ospita una straordinaria collezione di opere d’arte contemporanea che offre una significativa panoramica sugli sviluppi dell’arte italiana dalla metà del Novecento ad oggi.


Nella trasformazione dell’antico palazzo in struttura alberghiera si è prestata particolare attenzione alla conservazione della decorazione originale: gli affreschi che ricoprono i soffitti creano un suggestivo contrasto con le opere d’arte contemporanea.


L’Albergo Pietrasanta dispone di 20 stanze, di  diverse categorie, ognuna delle quali è stata pensata e arredata singolarmente attraverso una specifica scelta della decorazione e dei colori.


Le opere d’arte accompagnano l’ospite in un percorso ideale lungo le scale ed i corridoi, dalle sale del pianterreno fino alla sala riunioni. L’accoglienza e l’atmosfera che si respira sono quelle di una casa privata, con il servizio di un grande albergo!