LA LOCANDA DEI BRIGANTI - VEGGIOLA Loc.Gran Ducato di Veggiola
29025 Gropparello (PC)
italia
0523858014
tizianomontesissa@libero.it

ID ANTICONTRAFFAZIONE
N. 12438

Certifica la tua azienda. Richiedi ID anticontraffazione Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
RICHIEDI ID
Segnala un’eccellenza Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Segnala
Foto
ristoranti Al Pedrieu

Bistrot & Cucina della tradizione

Ricette esperienziali presentate in modo originale e inaspettato per dare al cliente una nuova idea di ristorante.
Il nome nasce in Corsica, durante un pranzo di lavoro. Con uno scenografo si pensava all’arredamento del ristorante. Da lì ed è nato Al Pedrieu, “imbuto” in dialetto milanese.


“Invers come ona pidria", si usava dire. Il “pedrieu”, la pidra, è un grosso imbuto che stava in piedi solo se messo a rovescio. “Invers” in milanese significa maldisposto, inverso, di pessimo umore. E così dalla fusione della pidria e dell’aggettivo invers è nato questo detto.
“Inverso” al ristorante Al Pedrieu lo intendiamo come un modo simpatico per dire bizzarro, esplosivo.


Ricette esperienziali presentate in modo originale e inaspettato per dare al cliente una nuova idea di ristorante. Una concezione più dinamica della ristorazione classica, senza dimenticare le radici e la tradizione e senza la pesantezza economica dei ristoranti di alto prestigio.


Secondo Silvia, la titolare, in cucina non si inventa nulla. Si fa tesoro della tradizione per farne innovazione. Non si può innovare senza prima conoscere, sapere, esperimentare.


Qui, Al Pedrieu, con un menu che varia giornalmente a seconda di ciò che il mercato offre, si fa dell’arte culinaria un’arte “artigiana”, dove la semplicità è mai scontata e sempre abbinata alla qualità delle materie prime e alla loro stagionalità, essenziale quanto imprescindibile punto di partenza. Vogliamo conoscere personalmente i nostri fornitori, piccoli coltivatori e produttori, scegliere prodotti controllati e certificati.


Il locale e' per intero un bistrot con aggiunta di un barbecue all'esterno che cuoce ottima carne nel periodo primavera /estate.


La cucina a vista, permette di vivere un'esperienza in prima persona, per sentirsi quasi a fianco dello chef e osservare tecniche e segreti durante le varie fasi di preparazione di un piatto.




Al Pedrieu, dove l’essenza di ogni ricetta mira al cuore di ogni commensale.

Foto
Mangiare e Bere Casato Ristorante Wine Bar

A due passi da Piazza Il Campo,dal mese di Aprile del 2019,nasce una Realtá dove la Modernità sposa la Storia... Qualità,Innovazione e ricercatezza incontrano la Tradizione della Toscana . Questa perla architettonica,sospesa tra la modernità degli arredamenti e il fascino eterno del tufo che avvolge le cantine,è lieta di proporre agli ospiti sapori nuovi ed antichi,declinati in un Menù molto speciale  e diversificato.


La qualità degli ingredienti e la scelta degli aromi si sposano con una divertente,ricca e giovane carta dei vini che spazia dalle produzioni locali fino,poi assando per le migliori cantine del Bel Paese,alle bolle Francesi.

Foto
ristoranti Ristorante Il Turcotto Dal 1816

Il ristorante al Turcotto è il locale più antico di Anzio, aperto dal 1816, non ha mai cambiato gestione, sempre tramandata di padre in figlio. Nel 2010 è stato premiato come locale storico e riconosciuto tra i 350 dʼItalia dallʼAccademia della Cucina Italiana.


Location

Il ristorante al Turcotto è situtato nell’angolo più bello di Anzio, con il suo belvedere a picco sul mare tra i resti del vecchio porto romano e la residenza estiva dell’imperatore Nerone. A questo panorama mozzafiato si è aggiunta da qualche anno, nei giardini sottostanti, la statua di Nerone – che ha avuto i natali proprio ad Anzio – la prima al mondo dedicata al controverso imperatore.


Ambiente

In estate si mangia sulla terrazza panoramica dalla quale si possono godere splendidi tramonti e serate incantevoli. L’ambiente interno, completamente a vetri, affaccia direttamente sul mare.


La nostra storia

Il Ristorante al Turcotto vanta una tradizione culinaria di quasi duecento anni. Il locale, aperto nel lontano 1816, è il più antico di Anzio e dintorni e nel corso di due secoli di storia non ha mai cambiato gestione, sempre tramandata di padre in figlio.

Gaetano Garzia proveniente da Toledo approda ad Anzio nel 1816 dove decide di aprire una piccola trattoria: “IL TURCOTTO” lungo il porto di Anzio che sarà trasferita più tardi nel centro del paese.

Per la sua carnagione scura e l’abitudine di portare una specie di fez rosso sul capo i suoi compaesani, come era allora usanza, gli conferiscono il soprannome di Turco e da lì Turcotto.


Negli stessi anni anche i fratelli di Achille aprono due nuovi ristoranti: il “Garda” con Giovanni Garzia, e il “Caprera” con Renato ed Enrico Garzia. La famiglia Garzia inizia così la grande tradizione della cucina portodanzese.

Con la II Guerra Mondiale i progetti per la costruzione del nuovo ristorante subiscono un rallentamento e la famiglia Garzia, come gran parte della popolazione, si rifugia a Roma. Un aneddoto, prima della partenza nonno Achille nasconde sotto le cantine, antichi magazzini del porto di Nerone pertinenti al ristorante, tutte le stoviglie, argenterie e attrezzature di sala e cucina sperando di salvarli dai tumulti dell’invasione dei nazisti e dai bombardamenti. E cosi è stato, perchè al rientro ad Anzio, dopo lo sbarco degli Alleati il 22 gennaio 1944, Achille trovò intatto tutto ciò che era riuscito a nascondere. Il lavoro che li attende a quel punto è duro e faticoso, ma il fervore e la voglia di ricominciare degli anziati e quindi anche dei Garzia è tanta e nel giro di poco tempo, grazie anche all’instancabile lavoro di Achille e dei suoi figli Oreste e Rodolfo, il ristorante Turcotto rifiorisce. Nei primi anni ’60 Achille lascia in eredità il ristorante al primogenito Oreste che nel 1965 muore tragicamente. La moglie Ermelinda, con i suoi tre figli ancora piccoli, Achille, Enrico ed Evangelista prende le redini dell’azienda portandola avanti con grande tenacia e capacità organizzative. Gestione che passerà agli inizi degli anni Settanta nelle mani dell’allora giovanissimo Enrico Garzia coadiuvato dalla sorella Evangelista, settima generazione della famiglia. Oggi il ristorante Turcotto tiene alto il prestigio acquisito nel corso di quasi due secoli, grazie al lavoro di Enrico, della moglie Patrizia e delle figlie Ermelinda e Maria, continuando a essere un fiore all’occhiello della tradizione gastronomica anziate.

Foto
ristoranti Rossodisera Pizza & Coccole

Pizzeria con forno napoletano tradizionale; utilizzo di prodotti IGP ed appartenenti al presidio slow Food; proposte gastronomiche dedicate ai vegetariani


Da RossodiSera sono servite specialità della cucina pugliese e campana semplici e tradizionali presentate con ricercatezza e curate nei minimi dettagli.


Corri a provare anche la nostra pizza, realizzata con i migliori prodotti locali.