getCompanyVOById(10072328)
Il Rifugio degli Artisti
DEBUG 1

Il Rifugio degli Artisti è un locale che si sviluppa su tre edifici  molto differenti tra loro, divisi per nome e tematica come i tre luoghi ultraterreni visitati da Dante Alighieri nella sua opera “Divina Commedia”.


Infernum il Ristorante, Purgatorium la Pizzeria ed in fine si trova Paradisum, il Pub.




  IL RIFUGIO DEGLI ARTISTI Via Statale 365
44040 Dosso (FE)
italia


Certifica la tua azienda. Richiedi ID anticontraffazione Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
RICHIEDI ID
Segnala un’eccellenza Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Segnala
Foto
ristoranti Poldo 2 Cucina e Tradizione

La nostra Storia

Alla base di ogni azienda deve esserci estrema capacità di sapersi evolvere, mutare secondo i tempi, sapersi trasformare quando il tempo e le situazioni cambiano.


Cecilia Salvato cominciò la propria attività di ristorazione nel 1968 a Mondello, col Chioso Paradiso.
In realtà non si trattava di vera e propria ristorazione. Il chiosco vendeva panini e con una scelta non vastissima: cartoccio o panino con wurstel.


Oggi il cartoccio a Palermo è tradizione. Ma, non tutti sanno, la prima panineria che inventò quella prelibatezza fu proprio quella di nonna Cecilia.
Situato in piazza, a pochi metri dal mare e dalle baracche dei polpari, il Chiosco Paradiso non vendeva bibite. Accanto alla famiglia Salvato, infatti, c’era ’hi vendeva acqua e lattine varie… a quei tempi si preferiva evitare la concorrenza.


Passarono dieci anni di intenso lavoro ma anche di buoni guadagni, quando il Comune decise di privare Piazza Mondello dei chioschi e delle baracche che ostacolavano, con le loro strutture, la vista del mare. Bisognava trovare una soluzione. I soldi racimolati erano sufficienti a comprare un locale. Nacque così, nel 1987, la Panineria Poldo.


Il nome scelto, come gli amanti dei fumetti potranno intuire, fu quello dell’amico di Braccio di Ferro, famelico divoratore di panini. A gestire il nuovo locale i figli di nonna Cecilia, Cilia e Nunzio.


Altri dieci anni a gonfie vele per la famiglia Salvato che, con la bontà dei propri panini, arricchiti da una scelta più vasta, deliziò i palati dei giovani adolescenti degli anni ‘80 e ‘90. Le famiglie crescevano, le occasioni per allargarsi fervevano e Cilia decise di aprire un secondo locale. Nacque finalmente Poldo 2, gestito dalla giovane Cilia Salvato e il marito Mimmo Bonito.


Figura importante di questa nuova realtà fu Pietro Giammanco che, con la sua fantasia e l’amore per la buona cucina, diede al locale un tocco di originalità e di ulteriore gusto.

Foto
ristoranti Ristorante Pizzeria A Modo Mio
Ristorante Pizzeria A Modo Mio
Cucina mediterranea
Specialità marinare
Pizza cotta al forno a legna
Foto
ristoranti Trattoria Gesino

Delizioso ristorantino a conduzione familiare che propone una vasta scelta di specialità di terra e di mare, pasta e dolci fatti in casa e piatti tradizionali, cucinati con arte e passione.

Foto
ristoranti Locanda del Culatello

Amore e Passione Una locanda tipica e caratteristica nel cuore della bassa parmense, a due passi dalla Rocca Meli Lupi di Soragna.


Mettiamo il cuore nel piatto, vero protagonista della tavola, insieme alla dedizione e la cura verso il cliente.