getCompanyVOById(10070544)
Gin del Conero

Produzione di Gin con bacche di ginepro rosso e corbezzolo selvatico tipici del Conero.


Con aggiunta di spezie ,botaniche e agrumi a rotazione stagionale.


Una tipica sapidità mediterranea miscelata a note orientali.




  GIN DEL CONERO Viale dei Tulipani 24
60026 Numana (AN)
italia

CONTATTACI


3737149742
spinsanteloris@gmail.com

Certifica la tua azienda. Richiedi ID anticontraffazione Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
RICHIEDI ID
Segnala un’eccellenza Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Segnala
Foto
vini L'Avventura Società Agricola

15 settembre 2015:
una data che Stefano e Gabriella non dimenticheranno facilmente. In quella cristallina mattina di fine estate, un po’ per gioco e un po’ per sfida, decidono che ogni tanto i sogni devono uscire dal cassetto e sgranchirsi le gambe, magari passeggiando per la Ciociaria alla ricerca di un di un lembo di terra dove poter coltivare, è proprio il caso di dirlo, la passione per le vigne e per il buon vino. E così, quello stesso anno, vengono acquistati i primi 3,5 ettari nel comune di Piglio.
Il sogno comincia a prendere le forme di un progetto. Si delinea, si staglia sull’orizzonte, come gli antichi tetti di coppi che, simili a vecchi cappelli, ricoprono le case medievali del paese. E si decide così di produrre vino cesanese DOCG, Passerina IGT e altre chicche del territorio come il Rosso del Frusinate IGT. Non solo, perché essendo compreso nei terreni un uliveto di circa 120 piante, la seconda linea di produzione, quella dell’olio extravergine di oliva, viene praticamente da sé. Il progetto suscita l’immediata curiosità di amici e familiari, che spingono per salire anche loro sul carro, o meglio sul trattore, e partecipare attivamente a questa avventura.


Ecco, L’Avventura: è proprio questo il nome giusto.
Così Stefano e Gabriella cominciano a prendere in considerazione le proposte di collaborazione e di ampliamento societario, nell’ottica di un piano di sviluppo pluriennale che a questo punto ai sogni deve affiancare la concreta solidità dei numeri. Il primo nuovo socio è la figlia Marta, a cui segue l’ingresso come dipendente del nipote Simone, che ha dato nuova linfa al gruppo col suo entusiasmo e la sua passione. Nel 2016, poi, nuovi terreni nei comuni di La Forma e Gavignano entrano a far parte della disponibilità de L’Avventura. Nel volgere di qualche mese, quindi, i nuovi impianti vengono completati e i vecchi cominciano a dare i primi risultati.
A questo punto i vigneti a produzione sono cinque: uno di Cesanese di Affile, uno di Cesanese comune, uno misto (Sangiovese e Cesanese comune), uno di Pinot Nero (bella scommessa, questa) e per finire uno di Passerina. E dopo tanto impegno, nel 2017 arriva finalmente il momento di raccogliere i primi frutti. O, per essere precisi, di togliere il tappo alle prime bottiglie. Ad aprire le danze è il nostro olio, il Mattolio, che riscuote un immediato e graditissimo successo. Poi, a distanza di qualche mese, anche i primi vini – Saxa, Campanino e Colline Laziali – sono pronti per lasciare la cantina. Altri, come il Picchiatello, stanno per arrivare, e altri ancora vedranno la luce a breve. Oggi l’azienda sta affrontando la conversione all’agricoltura biologica e segue le tecniche dell’agricoltura organica e rigenerativa, affrontando una nuova, straordinaria parte di questa avventura.
Quello che pochi anni fa era solo un progetto, si è trasformato in qualcosa di concreto, di tangibile: in bottiglie che non contengono solamente olio e vino, ma anche passione, dedizione, impegno.
E un pizzico di follia: quella che ci ha permesso di credere che, se ti ci metti davvero, a volte un bellissimo sogno diventa una bellissima realtà.

Foto
vini Moizo Scotti - Vini Dal 1892

La storia inizia nel 1974, quando Franco Scotti decide di entrare in società con Luciano Moizo. Quest'ultimo era il nipote di colui, che fondò l'azienda nel lontano 1892, dove lavorava il papà di Franco, Luigi Scotti come cantiniere.


L'azienda infatti prende il nome di Moizo&Scotti, da qui inizia la produzione vini tipici bianchi e rossi, che copre tutta la gamma dei migliori vini da tavola. Nel 1985 anche Marco figlio di Franco, inizia a lavorare insieme a loro, ottenendo ottimi risultati, grazie alla; costante, sagace, e meticolosa cura della coltivazione dei vigneti.


Oggi l'azienda è nelle mani di Marco e delle sue due giovani figlie; Nadine e Alice, 28 e 23 anni, che grazie al loro contributo il punto vendita in centro a Bobbio è stato ristrutturato, ed hanno sempre pronti nuovi progetti per soddisfare i loro clienti

Foto
vini Azienda Vitivinicola F.lli Porcu

Nel Territorio di Modolo, nel 1971, in località Su e Giagu nasce l'azienda dei F.lli Porcu in un terreno incolto acquistato da Don Giuseppe Porcu, che negli anni successivi progetta ed impianta i primi 20.000mq. di vigneto a monocoltura di Malvasia, introducendo il sistema di allevamento a Guyot.


Fu proprio il forte desiderio di permettere ai due fratelli emigrati in Svizzera di far rientro nel piccolo e suggestivo paesino natio che spinse Don Giuseppe Porcu a dare inizio ad un processo di innovazione nella coltivazione del prezioso vitigno.


E fu così che nel 1975 Don Porcu, assieme a Giovanni e Angelino, effettuano la loro prima vendemmia e nel 1977 il primo imbottigliamento.


L'ampliamento dell'Azienda avviene invece nel 1985 con l'estensione di altri 10.000mq. di Malvasia e nei successivi cinque anni estende la superficie vitata portandola ad un totale di circa 40.000 mq.


Negli ultimi dieci anni, l'azienda ha avviato un importante processo di modernizzazione procedendo inoltre all'acquisto di attrezzature più idonee per la vinificazione e alla predisposizione di opportuni spazi di accoglienza per i visitatori.

L'azienda è iscritta all'Albo D.O.C. dei vigneti dal 1972 e ha una produzione annua di circa 60 quintali per ettaro, che viene interamente destinata all'invecchiamento per almeno due anni in botti di castagno.


Immersa in uno stupendo ambiente naturale l'azienda gode di uno spettacolare panorama.


Su prenotazione si effettuano visite al vigneto e degustazioni guidate.


Per contatti: +39 340 4803081


Foto
Mangiare e Bere La Campagna Del Re Nilio di Facciuolo Marie Juliette

VENDITA DI Olio extravergine di oliva e di vino di produzione propria,prodotti tipici,salumi,formaggi,enoteca con companatico,prodotti di nicchia Calabresi